Home>xRegioni>Abruzzo>GLI OCCHIALI MAGICI
Abruzzo Cultura

GLI OCCHIALI MAGICI

ABBIAMO UNA MISSIONE DA SVOLGERE!

Matteo e’ un bambino vivace, allegro, sempre contento.

Un giorno, dopo l’uscita dalla scuola, invita la sorellina a fare un gioco, le disse:

“Greta, facciamo un gioco, ti va di contare i cartelli stradali che incontreremo lungo la strada? Io conto quelli che vedro’ alla mia destra e tu conta quelli che troverai alla tua sinistra, ti va?”.

MI RICORDA IL NATALE!

“Si dai Matteo facciamo questo gioco, e’ divertente, mi ricorda il Natale, quando contiamo le luci e gli alberi decorati con tante palline colorate!” rispose Greta.

Alla fine del percorso Matteo chiede a Greta: ” Hai contato?”, Greta risponde: ” Si certo, ho contato 42 cartelli e tu?”

” Io 39!!! Sei stata brava, per questa volta hai vinto ma la prossima volta mi rifaro’, stanne certa, sono solo un po’ stanco, mi bruciano gli occhi”.

” Ciao mammina, siamo tornati!” Matteo urlo’, ” Ciao bambini bentornati!” rispose loro la mamma.

Matteo si avvicina alla mamma dicendole: ” mammina tornando a casa ho notato un certo fastidio agli occhi!”

” Da molto tempo caro hai questo fastidio?” Chiede la mamma.

” Da un po’ di giorni mammina, ho tanti compiti da fare, evidentemente gli occhi sono molto affaticati e poi mi bruciano!”

” Niente paura caro, domani andiamo dall’oculista, vedrai che andra’ meglio, sono sicura che i tuoi occhi hanno solo bisogno di riposare!”

” Va bene mammina!” Risponde il bambino fiducioso.

ANDRA’ TUTTO BENE!

Il giorno seguente, Matteo e la mamma si recarono dall’oculista.

” Buongiorno amica mia, come stai?” Disse il dottore alla mia mamma.

“Buongiorno Luca, tutto bene grazie, ho portato il mio bambino per una visita oculistica, i suoi occhi hanno cominciato a brontolare, gli dai un’occhiata per cortesia?”

” Certamente, come si chiama il tuo bimbo?”

” Mi chiamo Matteo, ciao!”

” Ciao Matteo, mettiti a tuo agio, ti porto in una stanza dove ho tutti gli strumenti super tecnologici per poter controllare i tuoi occhietti, vedrai che ti divertirai tantissimo, sarà una passeggiata!”.

Matteo entro’ nella stanza insieme al dottore.

” Allora Matteo sei pronto?” ” Prontissimo”!, Rispose Matteo.

GLI OCCHIALI MAGICI.

” Bene Matteo, ora ti faro’ indossare un paio di occhiali “SPECIALI” di ultima generazione, hanno la capacità di valutare se i tuoi occhi hanno bisogno di un supporto!”

” Sono pronto!” Risponde Matteo.

” Bene, cominciamo!” Il dottore infila gli occhiali “SPECIALI” al bambino.

Tutto ad un tratto Matteo esclama: ” Wowwwwwww!!!!!! Davanti ai suoi occhi appare qualcosa di straordinario, lo scenario cambia completamente, si ritrova in un posto meraviglioso, si stropiccia gli occhi incredulo. Si trova su una nuvola bianca cosi’ soffice da sembrare un masmelow. Stupito si chiede come faccia a reggersi, sapendo che le nuvole sono formate da piccolissime goccioline d’acqua. Comincia a sentirsi a suo agio, prova a guardare giu’, osserva le montagne, belle innevate. Più avanti scorge la bellezza dei prati immensi, verdi, ricchi di tanti fiorellini colorati, gli uccellini, animali mai visti, uno spettacolo stupendo!

“Non ho mai visto nulla di tutto questo, La nostra cara terra e’ bellissima! ” Disse fra se’ Matteo.

Ad un certo punto, senti’ il suono di una voce che non era la sua…. ” Chi c’e’? Chi parla? Chiede Matteo incuriosito.

Dalla nuvola spunto’ un cagnolino delizioso, Matteo esclama: tu da dove spunti?”

” Mi chiamo Dog, sono il tuo amico di viaggio!”

” Davvero!!!! Ciao amico, mi chiamo Matteo, dove andiamo Dog?”

” Facciamo un giro per il mondo, desidero mostrarti le meraviglie della terra, ti mostrero’ i mari, le montagne, le colline, le città e i deserti!”

” OHHHHHHHH!!! Non e’ possibile!!!!!” dice Matteo

” Cosa vedi???”

” Vedo i mari ricolmi di plastica e di rifiuti, vedo i fiumi che hanno cambiato colore, vedo le città sommerse dallo smog! Amico mio cosa sta succedendo?”

Dog rispose: ” Succede che l’uomo ha davvero esagerato, sta distruggendo la sua casa, il consumismo e l’egoismo hanno preso il sopravvento!”.

” E’ uno spettacolo terribile!!!”.

” Si Matteo, hai ragione, l’uomo ha esagerato, tutto questo non ha senso, la nostra terra dovrebbe essere amata e rispettata, l’uomo crede di avere le risorse all’infinito, ma si sbaglia, la terra e’ stanca, non ne puo’ piu’!”.

” Dog, cosa suggerisci di fare? Come si puo’ mettere fine a tutto questo?” Chiede Matteo.

” C’e’ una cosa sola da fare, Matteo, dobbiamo sensibilizzare gli uomini, educare loro e i bambini, non possiamo aspettare la distruzione e rimanere a guardare, la nostra amata terra ha bisogno di cure, di attenzioni, e’ la nostra casa!”

” Hai ragione Dog, dobbiamo metterci al lavoro, Dog torniamo a casa, abbiamo una missione da svolgere!”.

” Vengo con te!” Risponde Dog.

Ad un tratto Matteo torna in se’, si accorge di essere ancora seduto sulla poltroncina dell’oculista, quando il dottore dice: ” Caro Matteo, puoi tornare a casa tranquillo, i tuoi occhietti sono solo un po’ stanchi, hai una vista perfetta!”

” Grazie dottore, sono felice!”.

” Hai visto Matteo, che ti avevo detto, sei solo un po’ stanco, ha bisogno di riposo!”.

” Si mamma e’ vero, hai ragione, andiamo a casa!”.

ABBIAMO UNA MISSIONE DA SVOLGERE!

Ad un tratto mentre erano ormai quasi arrivati, da un cespuglio spunta un cagnolino bianco, delizioso, poverino abbaiava molto, aveva fame ed era solo.

Matteo incredulo riconosce Dog tant’e’ che gli dice:” Io ti conosco!” Il cucciolo si avvicina affettuosamente, gli fa l’occhiolino e gli dice all’orecchio: ” Abbiamo una missione da svolgere!”.

Matteo si rivolge alla mamma dicendo:” Mammina possiamo tenere questo cucciolo? E’ cosi dolce e carino!!! Ti prego mamma!!!!”.

La mamma li osserva e dice :” Certo Matteo, e’ un cane bellissimo, portiamolo a casa!”.

” Grazie mamy che gioia, evviva sono felice, lo chiamero’ Dog!”

” Che bel nome!!!”, Risponde la mamma.

” Andiamo a casa Dog  a fare una bella merenda e poi subito a giocare, ti va?”.

” BAU! BAU!” Risponde il tenero cane.

Luciana Pomposo

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)

Sito: www.coemm.org
Facebook: facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/
Youtube: youtube.com/channel/UCPeEGg5tKdoyOPK–mGE5Y

 

 

Condividi su:
Luciana Pomposo
Sono una persona solare, amo la musica e tutto quello che riguarda il fai da te, scrivo racconti per bambini, la buona comunicazione e' il mio motto! Felice di esserci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *