Home>Blog>Cultura>EDUCARE ALLA FIDUCIA, NON ALLA PAURA
Cultura

EDUCARE ALLA FIDUCIA, NON ALLA PAURA

 

Educare alla fiducia, non alla paura

I bambini e i ragazzi respirano un clima di crescente paura, insicurezza e senso di minaccia.

Girano nelle famiglie frasi che invocano l’uccisione dei ladri, l’affogamento dei migranti, il libero uso delle armi, la cacciata degli stranieri.

Mentre i dati statistici sulla sicurezza sono da vent’anni in continuo miglioramento per ogni indice di criminalità, viceversa la percezione di minaccia aumenta a prescindere dalla realtà effettiva.

I figli subiscono pesantemente questa tensione diventando vittime di paure adulte enfatizzate anche per motivi politici.

Per vincere le elezioni si rischia di sacrificare la stabilità psicologica dei bambini, specie di quelli più piccoli che vivono con apprensione le frasi ascoltate dagli adulti o dai network, frasi troppo aggressive per la loro sostenibilità emotiva.

<<Non facciamo entrare più nessuno>>, << Mettiamo le telecamere così li becchiamo>>, << Ci portano le malattie>>, << Stiano a casa loro>>, << Dobbiamo difenderci>>, << Stai lontano da quei bambini>>, <<Ci stanno invadendo>>…

La fiducia per i bambini è la base stessa della loro crescita.
Essere genitori vuol dire anche proteggere e tutelare la loro naturale <<gioia di vivere>>, la curiosità è il gusto della scoperta.
I piccoli devono tornare a giocare assieme senza pregiudizi e stereotipi che per natura non coltivano.

Alcune semplici idee per i genitori: cenate con la TV spenta

Sono troppe le interviste in cui i politici si lanciano pesanti frasi contro gli avversari che spaventano senza ragione i bambini; ai compleanni invitate tutti, proprio tutti, non lasciate indietro nessuno: giocare con i compagni diventerà una bella festa; smettiamola di escludere dalla nostra scelta le scuole dove ci sono troppi stranieri: non è detto che sia la cosa giusta, anzi.

Si educa meglio il bicchiere mezzo pieno.

Luciana Pomposo

Fonte :GENITORI vs FIGLI di Daniele Novara, pedagogista
Il Messaggero di Sant’Antonio

Foto : Pixabay-www.mammaebambini.it

“La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore
Info:
www.coemm.org
https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/”

Condividi su:
Luciana Pomposo
Sono una persona solare, amo la musica e tutto quello che riguarda il fai da te, scrivo racconti per bambini, la buona comunicazione e' il mio motto! Felice di esserci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *