Home>Blog>Cronaca>COSA INSEGNAMO AI NOSTRI FIGLI?
Cronaca

COSA INSEGNAMO AI NOSTRI FIGLI?

 

 

 

Cosa insegnamo ai nostri figli?

Essere o apparire?
Nella società di oggi e’ sempre più difficile educare i nostri figli.
La difficoltà aumenta se nella famiglia non c’e’ una coppia di genitori consapevole, con la maturità di essere di esempio innanzitutto, che abbia la forza e la giusta attenzione per aiutarli nella crescita personale, affinche’ diventino, uomo o donna, persone mature ed equilibrate.
Purtroppo oggi nel mondo si dà molta importanza all’apparire, tutti con lo smartphone di ultima generazione, con
l’ultimo gioco uscito, con le scarpe all’ultima moda, vanità, tanta vanità!
Dietro a tutto questo, si nasconde la paura di essere meno degli altri.
Molti fanno una vita frenetica, corrono di quà e di là, lasciandosi coinvolgere in una vita che non porta molto
spesso ad essere persone ne’ serene e ne’ realizzate.
Questa e’ la conseguenza di un “Sistema” che ha portato la massa di tante persone, una buona percentuale, a
diventare burattini e dormienti.


Si e’ perso di vista la cosa più importante, essere! Essere persone autentiche, con ognuno il proprio valore.
Sono tutti bravi, oggi, a dire quello che e’ giusto o sbagliato, chissa’ se per loro stessi scelgono bene.


Hanno perso di vista la propria essenza, il proprio sentire.
Il mondo e’ pieno di libri che ti dicono quello che devi fare, ma siamo sicuri che abbiamo bisogno di questo?
Ci chiediamo mai perche’ non ci sono più geni?

Dove e’ finità la creatività, lo stupore, la meraviglia?
Perche’ non riusciamo ad essere felici se non abbiamo il consenso degli altri?
Perche’ non ci fidiamo più di noi stessi?

ESSERE O APPARIRE?
Non ci saranno più geni se non educheremo i nostri figli a fare a meno un po’ di tutta la tecnologia che ci circonda.
L’ALTERNATIVA?
Cominciamo ad essere più partecipi della vita dei nostri bambini, per cominciare sporchiamoci le mani con loro, attraverso la pittura, la lettura creativa, i burattini, inventiamo con loro scene teatrali per poi rappresentarle insieme.
Sarebbe bello scrivere o leggere racconti per poi illustrarli insieme ai nostri figli.
Ci si puo’ davvero divertire con loro, perche’ se diamo loro del tempo per far emergere la loro creatività vi
stupirete dei risultati.


I bambini hanno poco tempo per giocare con serenita’ perche’ li riempiamo la vita di tante cose da fare.
Con i bambini sarebbe bello vivere alcuni giorni in campeggio, all’aria aperta, respirare con loro la natura. Diamo il giusto valore al nostro tempo e alla nostra passione, da fare in modo che la creatività esploda.
Tante persone, credono di vivere meglio perche’ hanno  la tecnologia a loro disposizione, mentre non si accorgono di essere schiavi e dipendenti da tutto questo.
Molti pensano che siccome gli altri lo fanno sia giusto.
Mi capita spesso, di osservare le persone, vedo tanti visi tristi, tanti volti stanchi e tanti dormienti inconsapevoli, altro che liberi.
Credo ci sia bisogno di aiutare l’umanita’ a rientrare in se stessa,  aiutare gli uomini a diventare persone libere e
consapevoli della propria esistenza e del proprio valore.
Una persona di valore e’ colui che e’ uscito dal “Sistema” e non e’ più un ingranaggio.
Non si puo’ vivere nell’ansia di dover dimostrare niente a nessuno.

“NON CERCARE DI DIVENTARE UNA PERSONA DI SUCCESSO. IMPEGNATI INVECE PER ESSERE UNA PERSONA DI VALORE”
Albert Einstein
COME POSSIAMO GENERARE VALORE?
Possiamo generare valore riscoprendolo in noi stessi, in quanto figli di DIO, siamo fatti a immagine e
somiglianza di Dio.
Cio’ vuol dire che il VALORE e’ già in noi, va aiutato a venire a galla, cosi’ la nostra unicità inizia
a brillare.
Non ci si puo’ preoccupare di essere migliore degli altri, ciascuno irradierà la sua luce nel mondo senza
salire in cattedra.
Questo sarà il servizio che si farà agli altri.
Pertanto, forza e coraggio, con impegno e tanto AMORE, diamoci da fare con i nostri FIGLI, con la
consapevolezza di scaturire “INSIEME” IL CAMBIAMENTO, UN MONDO MIGLIORE CHE TUTTI SOGNAMO.

Che giova all’uomo guadagnare il mondo intero, se poi si perde o rovina se stesso? 

Vangelo di Luca 9, 25

Luciana Pomposo

Fonte: PIERGIORGIO CASELLI, CAMBIA TE STESSO E ACCETTA IL MONDO COME E’

Foto: Pixabay

La buona comunicazione è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)

www.coemm.org

https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Condividi su:
Luciana Pomposo
Sono una persona solare, amo la musica e tutto quello che riguarda il fai da te, scrivo racconti per bambini, la buona comunicazione e' il mio motto! Felice di esserci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *