Home>Blog>Cronaca>Donne uniscono ciò che uomini dividono
Cronaca

Donne uniscono ciò che uomini dividono

Yamen è un bambino israeliano di 8 mesi che insieme alla sua famiglia è rimasto coinvolto in un incidente. Suo padre è morto sul colpo, la sua mamma ha riportato una ferita alla testa che le ha procurato il coma. Si ritrova solo, nel pronto soccorso del Hadassah Ein Kerem Medical center in Gerusalemme. Piange disperato da 7 ore, ha fame e non riconosce alcun cibo se non il latte della madre: rifiuta qualsiasi altro biberon.
Fino a quando un’infermiera, Ola Ostrowski-Zak, madre di un bambino di 18 mesi rientra in ospedale, per il suo turno di notte. Le sue colleghe le chiedono se conosce qualche balia palestinese disposta ad allattare il neonato, non pensando minimamente che una Israeliana potesse farlo.
D’istinto risponde: “Lo allatterò io stessa“. E così, in un istante, tutte le catene mentali ed emotive si dissolvono in un grande gesto d’amore. Un gesto che solo una grande donna e mamma sa fare.
Israele, Palestina, una guerra eterna, tanti morti innocenti, vittime di uomini non disposti a cedere. Bambini che non hanno mai conosciuto un modo differente dall’odio. Le macerie, che bombe dal suono lacerante hanno lasciato, fanno posto al buon senso e all’amore verso chi ha avuto la sfortuna di nascere al lato opposto della barricata, riuscendo così, almeno per un attimo, ad abbattere le barriere ideologiche, politiche, religiose.

Foto dal web.

D’Alessandro Angelina

La buona comunicazione è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore) www.Info: coemm.org https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *