Home>Blog>Cronaca>LA NAVE
Cronaca

LA NAVE

Nel 2002 nasce nel carcere di San Vittore un reparto unico in Italia per perseguire l’obiettivo del trattamento avanzato delle dipendenze all’interno delle carceri. Si tratta di un progetto denominato “LA NAVE” che vuole garantire un programma di trattamento e riabilitazione dal punto di vista clinico e criminologico dei detenuti, che possono farne richiesta, e la cui ubicazione è posta al 4° piano della Casa Circondariale. I detenuti firmano un accordo impegnandosi ad astenersi dall’uso di qualsiasi sostanza stupefacente ed alcool, a rispettare le regole del sistema penitenziario, a seguire le numerose attività individuali e di gruppo e di confronto, pena la dimissione dal reparto.

Le celle sono confortevoli e aperte durante il giorno e sono offerti tanti corsi dal teatro alla pittura, alla musica, computer, pelletteria, e così via. Naturalmente è proibito usare il cellulare, entrare in cella senza accompagnatore, usare linguaggio offensivo, vandalizzare il reparto.

A quello che succede nel reparto “LA NAVE” di San Vittore sarà dedicata una rassegna milanese che prevede tanti eventi fra mostre, incontri con operatori, magistrati ed esperti di pena e detenzione, tutto per raccontare i sedici anni di vita del reparto con l’obiettivo non solo di disintossicare i pazienti detenuti ma anche di “traghettare” i suoi naviganti fuori dalle dipendenze per intraprendere un percorso di cambiamento in un contesto di cura e responsabilizzazione per fare in modo di rielaborare i comportamenti che hanno portato alla dipendenza. I pazienti sono seguiti anche una volta usciti dal carcere in modo da apprezzare nuovi orizzonti nella vita e non ricadere negli errori fatti.

Teresa Bonasi

La buona comunicazione è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore) www.Info: coemm.org https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Condividi su:
teresa bonasi
mi piace scrivere ....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *