Home>xRegioni>Regionale>Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità
Regionale

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

Il meglio della ristorazione, gli chef più bravi e i migliori emergenti, le pizzerie e le osterie e i bistrot di Roma e Provincia: conferme e sorprese nell’edizione 2018 dei Restaurant Awards Lazio che ha scattato una fotografia dello stato della ristorazione romana che vive una nuova primavera. Organizzato dall’editore di MangiaeBevi, Fabio Carnevali, è questa la seconda edizione del premio (lo scorso anno Premio MangiaeBevi), che si è avvalsa da una qualificata giuria composta da 74 giornalisti, appartenenti a tutte le più importanti testate del settore, presieduta dai critici gastronomici Jerry Bortolan, Luigi Cremona e Federico De Cesare Viola, che hanno votato sulle candidature ottenute in base al voto medio riportato da ogni ristorante sulle principali guide gastronomiche.

“Roma vive un momento di grande movida gastronomica”

“Roma vive un momento di grande movida gastronomica – racconta il presidente Jerry Bortolan – che fa nascere nuovi posti e spinge i grandi della ristorazione romana a dare sempre il meglio per rimanere ai vertici di questo mondo affascinante, ma duro e competitivo”.

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

Luigi Cremona, Fabio Carnevali e Jerry Bortolan

Continua poi il presidente Luigi Cremona: ”Concordo con quanto detto da Jerry Bortolan e aggiungo che la vera importanza di questo premio è aver costruito un panel unico di giornalisti di moltissime testate per dare un quadro reale e unico dello stato dell’arte della ristorazione romana. Inoltre, io che da sempre credo nella professionalità delle nuove generazioni e la sostengo attivamente, apprezzo la creazione dei premi per i giovani professionisti in ascesa”.

L’Oscar della ristorazione, idea nata due anni fa

Fabio Carnevali, editore e organizzatore, racconta così questa avventura: “L’idea è nata un paio di anni fa, è stata per me una grande sfida realizzarla, ma alla fine siamo alla seconda edizione e per tutti noi che siamo qui oggi è una grande conquista. Il nostro è il primo premio della stampa dato alla ristorazione e a novembre arriveremo alla prima edizione nazionale: è una grande soddisfazione aver messo insieme i migliori giornalisti del settore per accendere i riflettori sulla ristorazione che è una delle punte di diamante della nostra Italia”.

La sorpresa: Imago batte La Pergola 

C’era molta attesa nella capitale per l’assegnazione dei premi, ma alla fine il re di Roma Heinz Beck e la sua Pergola del Rome Cavalieri Waldorf Astoria hanno lasciato il passo, per pochi voti e per la prima volta dopo anni, a un altro chef di grande fama internazionale, Francesco Apreda con il ristorante Imàgo dell’Hotel Hassler. Una bella soddisfazione per uno chef del sud del Lazio che persegue un cammino di eccellenza da quando, a 18 anni, ha varcato per la prima volta la soglia dell’Hotel Hassler e Roberto Wirth, proprietario e general manager della struttura, lo ha scelto per il lungo cammino da fare insieme. “Sono emozionato e molto felice – dice Francesco Apreda appena ritirato il premio – e lo condivido con le miei brigate di sala e cucina, e con il nostro patron Roberto Wirth!”.

Premiati Sushisen, Roscioli e Sora Maria e Arcangelo

Degne di nota anche le affermazioni di Colline Ciociare di Salvatore Tassa tra i ristoranti delle province laziali e di Oliver Glowig, con il suo Barrique di Monteporzio, una bella struttura realizzata da una proprietà lungimirante e coraggiosa, che lo chef ha saputo valorizzare al meglio con la sua cucina. Anche qui la vittoria è arrivata dopo un combattuto duello con Spazio di Niko Romito. Stesso discorso sia nella categoria ristoranti etnici dove Sushisen supera di misura Hamasei e nella categoria osterie dove Sora Maria e Arcangelo vince la volata a tre con L’Arcangelo e con Armando al Pantheon.

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

Miglior ristorante etnico: Sushisen di Roma

C’è stata la conferma del primato di Roscioli tra i bistrot, nonostante l’incalzare di Mazzo. Per i premi speciali conferma importante per Pascucci al Porticciolo, Miglior ristorante di pesce, Metamorfosi di Roy Caceres per la Miglior comunicazione digitale, mentre per il Miglior format alta cucina-benessere è stato premiato La Terrazza che, con lo chef Fabio Ciervo, ha sempre una grande attenzione verso la piena salubrità del prodotto e degli abbinamenti.

Premi anche a Hotel Butterfly e Enoteca Achilli al Parlamento

Per il Miglior format innovativo è stato premiato Hotel Butterfly, creatura di Giancarlino e dei suoi soci, un affascinante locale temporary dalle molte anime che ha unito arte, cibo, musica, drink insieme a una serie di attività collaterali come la hair spa, il tattoo shop e lo studio di giovani designer. Anche in questo caso la bellezza del locale e la qualità espressa non hanno conosciuto compromessi. Miglior cantina è quella Enoteca Achilli al Parlamento con le sue 30.000 bottiglie e più di 3000 etichette.

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

Miglior cantina: Enoteca Achilli al Parlamento (nella foto Daniele Tagliaferri)

Nella “battaglia” delle 25 Migliori pizzerie nuova affermazione di Giancarlo Casa e la sua Gatta Mangiona, che vince anche per la Miglior pizza. Infine i professionisti.

Una donna miglior chef emergente

Finalmente una donna arriva ai vertici della ristorazione romana, con lo slancio della sua creatività, fantasia e determinazione: Alba Esteve Ruiz di Marzapane è la Nuova chef in ascesa.

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

 Miglior chef in ascesa: Alba Estevez Ruiz

“È bello essere qui – commenta Alba Esteve Ruiz – con tutti questi amici e, lo ammetto, aver vinto lo è ancora di più! Grazie a mio marito Michel mio compagno anche in questa avventura e a tutto il mio team”. Tra gli altri premi, quello per il Miglior pastry chef ad Andrea Riva Moscara di Barrique, per il Miglior pizza chef Pier Daniele Seu, per il Miglior sommelier Luca Belleggia del Pagliaccio e per il Miglior restaurant manager Achille Sardiello di Pipero

RESTAURANT AWARDS LAZIO 2018 – I PREMIATI

Ecco i Restaurant Awards assegnati dalla stampa di settore, per un totale di 100 locali della regione, suddivisi in sei categorie, oltre a 25 pizzerie.

  • MIGLIOR RISTORANTE GOURMET DI ROMA E PROVINCIA: IMÀGO DELL’HOTEL HASSLER – ROMA
  • MIGLIOR RISTORANTE GOURMET DELLE PROVINCE LAZIALI: LE COLLINE CIOCIARE – ACUTO (FR)
  • MIGLIOR OSTERIA: SORA MARIA E ARCANGELO – OLEVANO ROMANO (RM)
  • OSCIOLI – ROMA
  • MIGLIOR RISTORANTE ETNICO: SUSHISEN – ROMA
  • MIGLIOR NUOVA APERTURA: BARRIQUE BY OLIVER GLOWIG – MONTEPORZIO (RM)

Per i Migliori professionisti in ascesa:

  • MIGLIOR SOMMELIER: LUCA BELLEGGIA – IL PAGLIACCIO
  • MIGLIOR RESTAURANT MANAGER: ACHILLE SARDIELLO – PIPERO
  • MIGLIOR PASTRY CHEF: ANDREA RIVA MOSCARA – BARRIQUE BY OLIVER GLOWIG
  • MIGLIOR CHEF IN ASCESA: ALBA ESTEVEZ RUIZ – MARZAPANE
  • MIGLIOR CHEF PIZZAIOLO: PIER DANIELE SEU – PIZZERIA ILLUMINATI

I premi speciali assegnati invece dai media partner sono andati invece a:

  • MIGLIOR RISTORANTE DI PESCE – Assegnato da Alice a Pascucci al Porticciolo
  • MIGLIOR CANTINA – Assegnato da Poggio Le Volpi a ENOTECA ACHILLI AL PARLAMENTO
  • MIGLIOR FORMAT ALTA CUCINA – BENESSERE – Assegnato dal magazine Gusto Sano a FABIO CIERVO, chef de “La Terrazza” dell’hotel Eden
  • MIGLIOR SERVIZIO DI SALA – Assegnato da MangiaeBevi a LA PERGOLA
  • MIGLIOR RISTORANTE DI CARNE – Assegnato da BraciamiAncora.com alla braceria DA LINA di Stimigliano (Rieti)
  • MIGLIOR COMUNICAZIONE DIGITALE – Assegnato da RomaToday a Metamorfosi
  • MIGLIOR FORMAT INNOVATIVO Assegnato da Bricofer vince HOTEL BUTTERFLY

Per i Pizza Awards i premi sono invece andati a:

  • MIGLIOR PIZZERIA: LA GATTA MANGIONA
  • MIGLIOR PIZZA: assegnato da Scatti di Gusto alla pizza AGRO ROMANDO de La Gatta Mangiona
  • MIGLIOR COMUNICAZIONE DIGITALE: assegnato da RomaToday a Berberè
  • MIGLIOR NUOVA A PERTURA: assegnato da PizzaOnTheRoad a 180 GR.
  • MIGLIOR INNOVATORE: assegnato da Scatti di Gusto e MangiaeBevi a STEFANO CALLEGARI
  • MIGLIOR FORMAT COCKTAIL ALTA-CUCINA: assegnato da Agrodolce a DANIELE GENTILI di MARCO MARTINI RESTAURANT

Grande vivacità imprenditoriale nel mondo della ristorazione di Roma e Provincia

Con questi dati si può facilmente affermare che a Roma e nel Lazio, durante l’ultimo anno, si è verificata una vera e propria esplosione di aperture di nuovi ristoranti, bar, pizzerie, gelaterie e varie attività similari. Prova di questa vivacità imprenditoriale di alto livello è stata fotografata dalle nomination dei Restaurant Awards con tanti chef stellati e non e imprenditori che sono candidati al premio in diverse categorie, avendo aperto loro stessi più attività con offerte gastronomiche differenti: ad esempio, solo per citarne alcuni, Cristina Bowerman è stata in nomination tra i bistrot con Romeo, nelle pizzerie con Giulietta e nei 50 migliori ristoranti di Roma con Glass Hostaria; Riccardo Di Giacinto era presente in nomination con la sua pastry chef, Antonella Mascolo, nei 50 migliori ristoranti di Roma con il ristorante gourmet All’Oro e sia nelle pizzerie che nei bistrot con Madre; o Barrique di Oliver Glowig – con tre nomination in novità, pastry chef, chef in ascesa vincendo sia nella categoria nuove aperture che pastry chef.

Assegnati gli Oscar della ristorazione 2018, gustose sorprese e tante novità

Oliver Glowig per la miglior nuova apertura: Barrique by Oliver Glowig a Monteporzio   

Troviamo poi Aroma sempre con 3 nomination nei 50 ristoranti, pastry chef, restaurant manager in ascesa; o Antonello Colonna con 3 nomination di cui 2 tra i migliori ristoranti e tra i sommelier in ascesa; o Heinz Beck e Francesco Apreda, presenti con 2 nomination ciascuno (chef e sommelier, entrambi) ma consulenti di ristorazione a livello internazionale; o ancora, lasciando le sponde stellate, per esempio Giancarlo Battafarano, Daniele Quattrini e i loro soci, sono stati premiati per la ristorazione bella, buona e facile, che sono presenti con vari locali come Les Marionettes (migliori aperture), Madeleine (2 nomination tra bistrot e pastry chef) e Caffè Propaganda (2 nomination, chef in ascesa e bistrot). I Restaurant Awards Lazio 2018 faranno da prologo ai Restaurant Awards Italia 2018 che si terranno alla Fiera di Roma il 26 novembre e premieranno i “Migliori 100 Ristoranti d’Italia”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

https://www.agi.it/regioni/lazio/assegnati_gli_oscar_della_ristorazione_2018_gustose_sorprese_e_tante_novit-3970868/news/2018-05-30/

Condividi su:
Redazione BlogCQ24
Articolo della Redazione BlogCQ24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *