I Carabinieri del Radiomobile di Bari e delle Compagnie San Paolo, Centro e Modugno hanno sequestrato 6 biciclette elettriche modificate e potenziate, con caratteristiche tali da essere considerate ciclomotori, elevando sanzioni stradali per oltre 30mila euro.
    Nell’ambito dei controlli, due pregiudicati su bici elettriche sono stati fermati dai Carabinieri, ma si sono dati alla fuga per non farsi sequestrare il mezzo e sono stati sia sanzionati che denunciati penalmente per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.
    Una volta modificate, alcune bici elettriche possono raggiungere i 60 km/h, perdendo le caratteristiche della bici “a pedalata assistita” e rientrando tra i ciclomotori per i quali sono previsti immatricolazione, assicurazione, targa, casco protettivo e, non ultima, la patente di guida. Tutte violazioni che sono state contestate ai contravventori.
    L’uso di biciclette “modificate”, fanno notare i Carabinieri, può agevolare i soggetti sottoposti a misure limitative della libertà, permettendo loro di spostarsi autonomamente, raggirando così le prescrizioni imposte dall’autorità giudiziaria ed eludendo più facilmente gli accertamenti delle forze dell’ordine. 
   

Fonte

Redazione BlogCQ24
Articolo della Redazione BlogCQ24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *