Home>Blog>Cronaca>Il Miracolo
Cronaca Cultura Lazio Professioni Sociale Spettacolo Sport

Il Miracolo




Anno 2019!!!

Quanti di noi, specie in età adolescenziale come la mia ( ovviamente ironicamente parlando ), pensando al futuro immaginava, si che la tecnologia andasse avanti, come effettivamente è stato, ma che il prezzo da pagare fosse stato Quello della sempre più dilagante emarginazione ed isolamento in maniera così importante?

Probabilmente in pochi si posero il problema, anche perché era un un processo inevitabile che non si sarebbe arrestato; invece la cosa che più di ogni altra si è arrestata, o almeno rallentata, è quella dei rapporti sociali tra individui.

Potrebbe sembrare retorico il concetto che i nostri ” Socials” dell’ epoca fossero il famigerato “Muretto” per scambiare qualche parola o “conversazione” di vario genere, o il parco/oratorio dove ci si “sfidava” dando qualche calcio ad un pallone, ma purtroppo non lo è!

Ora, senza avere una laurea in psicologiaustrochimicainprematurata, ( chissà se esiste!?), ci si rende conto facilmente che sono quasi estinti i rapporti personali reali; ho sentito addirittura dire che qualcuno abbia la “comitiva sul telefonino”, ma che raramente vede o frequenti di persona i propri amici. Bhe’ questo, a mio modo di vedere, non deve esistere!!!

Si d’accordo, ognuno sceglie la propria maniera di vivere la propria esistenza, ma finché esisterò cercherò di stuzzicare la naturale voglia di “socializzare” che è sita prepotentemente dentro ciascun individuo.

Personalmente mi sento molto fortunato ad avere, seppur piccolo, un ruolo in società che serve, tra le altre cose, proprio per far conoscere ed interagire persone reali; infatti nella Scuola dove ho la fortuna di insegnare balli caraibici ( Salsa, bachata, ecc ), ogni giorno si Rinnova questo piccolo “Miracolo” ossia:

Le persone, imparando a ballare, interagiscono, posando educatamente il telefonino, e parlando tra di loro fanno una cosa molto strana chiamata “conoscenza o amicizia”.

Lo so, questa cosa ha sconvolto anche voi, ma vi assicuro e mi auguro che potrebbe accadere anche a voi che state leggendo il mio articolo. Per questo sono orgoglioso di avere il diploma di Maestro e sono contento di avere molti colleghi che hanno lo stesso mio credo anche facenti parte di altre scuole e senza ironia.

Chiudo il mio pensiero dicendo che:

Non importa quale sia lo sport, la disciplina o l’ attività che sceglierete di fare, ma la cosa importante davvero é che chiudiate, anche se per un ora, il mondo virtuale per immergervi con passione nel mondo reale.

Ah dimenticavo, visto che è il mio spazio :))), vi invito a venirmi a trovare nella mia

Scuola D’ arte ONEDANCE & MUSIC, per fare “due salti” insieme a me ed ai miei colleghi

In Zona Torre Angela, via del Torraccio di Torrenova, 182/A

Vamos

John Fernando D’ Ottavio

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *