Uomini e Donne Storie

Sette dì: “Arriva l’uomo nero.”

“Ninna nanna, ninna oh, questo bimbo a chi lo do? Lo darò alla Befana che lo tiene una settimana, lo darò all'Uomo Nero che lo tiene un anno intero” Lo immaginiamo come una creatura leggendaria, un essere amorfo, cattivo e oscuro ed è presente nella tradizione di molti paesi. In Russia lo indicano come Buka, in Ungheria come Mumus o Bubus, in Germania come Butzemann e negli Stati Uniti d'America è conosciuto come boogeyman. Nei paesi ispanofoni tale figura è conosciuta col nome di El Coco mentre nei paesi
Uomini e Donne Storie

Paroliamo: “Se questo è un Clemm”.

“Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici”. Alla fine, ho dovuto staccare: dopo tre anni di impegno nel blog, nei quali sono stato sempre costantemente presente, in queste ultime settimane, le vicende che accadono costantemente nel mondo che ci circonda, hanno saturato la sofferenza del mio cuore e mi hanno obbligato a staccare la spina per riflettere
Uomini e Donne Storie

Buona Domenica a “Emma, Marco ed alla libertà”.

“La libertà consiste nel fare tutto quello che permette la lunghezza della catena”. (Cavanna) Buona domenica a tutti, ma soprattutto Buona domenica a Marco e ad Emma. È un caldo martedì di luglio quando per la prima volta, il mio figlioccio Andrea con la sua compagna di vita Jessica e la loro bambina Emma, vengono a cena a casa mia, per festeggiare il loro prossimo matrimonio, che auguro loro sia
Uomini e Donne Storie

 Eticrazia…  Il cerchio della vita

“Io sono dell’opinione che la mia vita appartenga alla comunità, e fintanto che vivo è un mio privilegio fare per essa tutto quello che mi è possibile”. (George Bernard Shaw) Due giovani romani, Ratium e Avidum, al momento della morte del loro padre contadino Esperenzio, ricevono in eredità alcuni terreni e dei sacchi di grano. Esperenzio nel testamento si è raccomandato con i figli loro di agire sempre con lungimiranza,
Uomini e Donne Storie

 Eticrazia…  Punti, bollini e accappatoi.

“Nessuno verrà lasciato indietro” (Maurizio Sarlo) Ad una cassa del supermercato osservo la vecchina davanti a me, che sta cercando di convincere il cassiere a darle quei tre bollini, che le mancano per riempire la sua scheda a premi, che le permetterà di ottenere quell’accappatoio che le piace tanto, ma che non può permettersi di comprare con la sua pensione minima. <<Giovane è l’ultimo giorno del concorso e se non
Uomini e Donne Storie

Il Pungolo… Morituri te salutant

“Morire è tremendo, ma l’idea di morire senza aver vissuto è insopportabile”. (Erich Fromm)” <<Io credo nel progetto perché è l’unico modo per cambiare il mondo. Credo nel progetto perché può sconfiggere la povertà. Credo nel progetto perché può realizzare tante cose innovative. Credo nel progetto perché può creare un benessere generalizzato. Credo nel progetto perché può restituire la dignità alle persone. Credo nel progetto semplicemente perché mi ha promesso
Uomini e Donne Storie

Immagina… “Nikola e il gatto”

“Del padre, di cui non aveva saputo più nulla, a Nikola restava solo il cognome Reisender, a ricordargli quanto gli uomini possano essere ipocriti e vili. Proprio quel padre, forse, è il motivo principale per cui lui non crede nei rapporti di coppia e non si è mai voluto impegnare più di tanto, con una donna. Il suo primo nome invece lo aveva scelto la madre, appassionata di ingegneria, in
Cronaca Uomini e Donne Storie

Sette dì: “Il perdono di Debora…”

<<Oggi è sempre più importante imparare a comunicare efficacemente con i bambini e i ragazzi, in particolare per i genitori e per persone come educatori e insegnanti che lavorano a stretto contatto con i giovani>>. (Associazione Le Sei Direzioni). Per affrontare l’argomento che mi ha colpito di più questa settimana, vi regalo un piccolo frammento del libro “La Bambina svelata”, scritto recentemente da me e da Ketty Capodici ed edito da
Uomini e Donne Storie

Sette dì: Sorella Morte

<<Laudato si’ mi’ Signore per sora nostra morte corporale, da la quale nullu homo vivente pò skappare>>. (Dal Cantico delle Creature di San Francesco) Questa settimana, la cosa che ci ha colpito di più, è stata sicuramente una telefonata che abbiamo ricevuto da uno dei tanti amici che il progetto Coemm, ci ha regalato in tutta la penisola, isole comprese e anche dall’estero. Salvatore è un arzillo novantaquattrenne, che vive
Uomini e Donne Storie

Paroliamo: Mi vendo…

«Mi vendo, un'altra identità, ti do quello che il mondo, distratto non ti dà». (Renato zero) “Ciao Daniele ci diamo del tu? Vorrei proporti una cosa e sono convinto che tu sei la persona adatta per questo ruolo fondamentale”. Due anni fa ricevevo una telefonata da un "grande Referente" del progetto per un Mondo Migliore, che avevo conosciuto attraverso le pagine social di Coemm e che oggi è invece volato