Uomini e Donne Storie

Fatti non foste… Il Diavolo veste Prada.

“Puoi ottenere tutto ciò che vuoi se sei vestita per averlo”. (Edit Head) Nel 2006 usciva uno dei film meno politically correct tra tutti quelli partoriti dalla cinematografia americana: “Il Diavolo veste Prada”. La pellicola, diretta da David Frankel, ci presenta una maestosa Meryl Streep che dirige una delle riviste di moda più importanti, che con i suoi articoli indica le vie guida di tutta la moda mondiale e con
Uomini e Donne Storie

Immagina…  “Un sogno carismatico”

“L'artista è l'ultimo a farsi illusioni a proposito della sua influenza sul destino degli uomini. L'arte non è una forza, è soltanto una consolazione.” Thomas Mann conferma la mia teoria per la quale difficilmente io, umile artista della penna, difficilmente potrò mai influenzare qualcosa o qualcuno. Questo non perché io abbia meno possibilità di altri o non possa esternare pensieri condivisibili o che possono emozionare, ma semplicemente perché nel momento
Uomini e Donne Storie

Buona Domenica “A tutti noi grandi anime gemelle”.

“Camminavamo senza cercarci, eppure sapendo che camminavamo per incontrarci”. (Julio Cortázar) Il regalo più grande che ci ha fatto il progetto Coemm, attraverso i Clemm, è certamente la possibilità di incontrare tante nuove persone e di costruire con queste grandi rapporti umani, basati su amicizia, rispetto e sulla possibilità di realizzare quel Nuovo Umanesimo, che dovrebbe essere la base fondante di ogni società futura. Soltanto rimettendo al centro del tutto
Uomini e Donne Storie

Il Pungolo… “Tocco e passo”.

“Io non sarò mai nessuno, ma nessuno sarà mai come me.” (Jim Morrison) Come tutti i giorni, accendo il mio pc, finalmente ripristinato e bello carico di una aggiunta di ram, che finalmente lo fanno viaggiare degnamente, per scrivere il pensiero che vorrei regalare a miei lettori oggi, in questa giornata di voti di virtuale democrazia. In realtà non ho la minima idea, come spesso mi accade, di quello che
Uomini e Donne Storie

Immagina…  Scarpe rotte

“Mamma diceva sempre che dalle scarpe di una persona si capiscono tante cose, dove va, dove è stata.” Questa battuta, pronunciata da Tom Hanks nei panni di Forrest Gump, credo che rappresenti a pieno l’idea di come si possa comprendere una persona. In questa società dell’apparire, dove vi sono scarpe che costano cinque mila euro, le persone che poi le indossano, riempiendosi magari la bocca di altruismo e solidarietà, alla fine dei conti, sono
Uomini e Donne Storie

Immagina…  Camminare per cambiare

“Il vero miracolo non è volare in aria o camminare sulle acque, ma camminare sulla terra”. (Li Lin Chi) E’ una bella mattina di luglio ed io Stefania, assieme alla nostra Zoe, ci stiamo ritemprando con un fine settimana sull’Appennino Tosco emiliano. Oggi abbiamo deciso di visitare il lago della Ninfa, sotto le pendici del monte Cimone. Un po’ per salute e un po’ per amore verso la natura, ci
Uomini e Donne Storie

Fatti non foste: “Gabriella e il Potere dell’amore”.

“Io non credo si possa insegnare a parole l'amore a nessuno, chi crede di poterlo fare, pecca di presunzione. Credo che il nostro Maurizio Sarlo, uomo umile e saggio, non stia facendo questo. Visto che l'amore è un sentimento che nasce con noi al primo respiro, e che abbiamo chiuso nel cuore, Maurizio amorevolmente, lo vuole risvegliare in noi, quando vacilla. L'amore si risveglia negli altri, con fatti, non con
Uomini e Donne Storie

Immagina… Guardare insieme.

“Ciò che si vede dipende da come si guarda. Poiché l’osservare non è solo un ricevere, uno svelare, ma al tempo stesso un atto creativo”. (Søren Kierkegaard) Andrea guarda Jessica avvicinarsi, dal piccolo altare di legno affacciato sulla spiaggia della Costa dei barbari dalla Darsena viareggina. I suoi occhi sono carichi di amore per quella donna che è entrata prepotentemente nella sua vita, modificando drasticamente la struttura dei suoi sogni.
Uomini e Donne Storie

Paroliamo: “O Roma o morte”.

“Alla sua conclusione, 'Sì, Roma è nostra', rispose dalla folla un grido, 'Roma o morte', accolto e rilanciato dall'Eroe”. Era il 19 luglio 1862 e in una piazza gremita di Marsala, Giuseppe Garibaldi lanciava questo messaggio alle sue camicie rosse pronte a risalire la penisola, per tentare di riconquistare Roma e toglierla dal possesso dello Stato Pontificio. Tale monito sarebbe stato rinforzato il giorno seguente, nel corso di una messa
Uomini e Donne Storie

Sette dì: “Arriva l’uomo nero.”

“Ninna nanna, ninna oh, questo bimbo a chi lo do? Lo darò alla Befana che lo tiene una settimana, lo darò all'Uomo Nero che lo tiene un anno intero” Lo immaginiamo come una creatura leggendaria, un essere amorfo, cattivo e oscuro ed è presente nella tradizione di molti paesi. In Russia lo indicano come Buka, in Ungheria come Mumus o Bubus, in Germania come Butzemann e negli Stati Uniti d'America è conosciuto come boogeyman. Nei paesi ispanofoni tale figura è conosciuta col nome di El Coco mentre nei paesi