Cultura

Sette dì: “Carpe Diem”

<<Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un'altra prospettiva>>. (Professor John Keating - Robin Williams - né L’attimo fuggente)  Trenta anni fa, in questi giorni settembrini, vedeva la luce forse il
Cultura

Paroliamo: “La Candela”.

“Invece di maledire il buio è meglio accendere una candela”. (Laozi) Ciao Daniele ti vorremmo invitare ad Udine a metà settembre, se ti fa piacere ti rimborsiamo il viaggio. Quando gli amici friulani mi hanno chiamato per invitarmi all’evento del 17 settembre prossimo, non c’ho pensato un attimo ad accettare per andare ad incontrare queste persone speciali che hanno pensato che la mia presenza a casa loro, possa aiutare il
Cultura

Paroliamo: “Altruismo Magnetico”.

“Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza fare nulla.” In realtà queste parole di Albert Einstein, che ci aprono ad una verità assoluta, secondo noi mancano fondamentalmente di un’integrazione, relativa a tutti quelli che oltre a non fare nulla, si dilettano poi a criticare le azioni, di chi tenta di fare qualcosa di positivo. È una
Cultura

Buona Domenica, ti amo anche oggi

“Sapete, è geniale questa cosa che i giorni finiscono. È un sistema geniale. I giorni e poi le notti. E di nuovo i giorni. Sembra scontato, ma c’è del genio. E là dove la natura decide di collocare i propri limiti, esplode lo spettacolo. I tramonti”. (Alessandro Baricco) Il sette agosto scorso, che cascava in un venerdì infuocato come una pietra di un barbecue, casualmente vengo a sapere che a
Cultura

Fatti non foste: “Bob e il giorno migliore”.

“Ho imparato che le persone possono dimenticare ciò che hai detto, le persone possono dimenticare ciò che hai fatto, ma le persone non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire.” (Maya Angelou). Bob sta gustando la sua colazione in un bel caffè sulla 69, nel centro di Memphis, guardando quel giovane cameriere, terribilmente magro con quella barba troppo adulta per lui, che racconta le sue probabili origini mediorientali. Ogni mese da quel giorno di cinque anni prima, quando la sua
Cultura

Paroliamo: “Realizzare è Partecipare”.

“Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto”. (Thomas Jefferson) A luglio, Maura Luperto presidente di Coemm, come tema del mese, ci ha regalato la possibilità di discutere di quello che noi intendiamo nel concetto “Realizzare”. È indubbio che buona parte del progetto per un mondo migliore, ruoti alla fine intorno all’avvento dell’oramai fantomatico Quid, oggi divenuto MCS, ma vi sono poi
Cultura

Il Pungolo… Peripatetici del mondo migliore.

“La consapevolezza è possibile solo attraverso il cambiamento; il cambiamento è possibile solo attraverso il movimento”. (Aldous Huxley) La scuola dei peripatetici prende il nome dai peripatoi, i colonnati del Ginnasio di Atene, dove i membri si riunivano per parlare, nei pressi del santuario dedicato ad Apollo Licio, dal quale poi deriverà l'altro nome di quella scuola, ovvero il Liceo. Nel greco vi è la parola peripatetikos, simile a peripatoi e si riferisce
Cultura

Fatti non foste: “Cabbasisi, sogni e supposizioni”.

<Arrisbrigati. Stiamo andando tutti alla messa e dopo facciamo una visita alla signora Palumbo che è malata. Riapri l’armuar, dentro c’è una bella sorpresa per te>. Mi fermo un attimo nella lettura. Ma che ci faccio qua e soprattutto come sono finito in una cella della casa circondariale San Giorgio di Lucca a leggere, sdraiato su un letto di ferro avvitato a terra, questo romanzo di Camilleri? (Tratto dal mio
Cultura

Buona Domenica al senso del nostro impegno

«Posso scrollarmi di dosso tutto mentre scrivo; i miei dolori scompaiono, il mio coraggio rinasce». (Anne Frank) In queste ultime settimane, da molte parti, ho ricevuto giudizi sul mio scrivere, con tematiche più o meno veritiere e più o meno favorevoli, che comunque ho letto attentamente tutte, cercando sempre di trovare delle motivazioni costruttive, anche quando la critica è stata più cruenta e spietata. Questi avvenimenti hanno mosso in me
Cultura

Rainbow: quando l’arte sale ad alta quota, il primo murale dipinto su un deposito idrico a trenta metri d’altezza

Inaugurato a San Romano (Pisa) il primo murale dipinto su un deposito idrico a trenta metri d’altezza, un pesce d’acqua dolce, un cigno, un martin pescatore. Sullo sfondo, i colori dell’arcobaleno. Un’opera di arte urbana visibile anche da centinaia di metri di distanza, realizzata sul pensile di San Romano, nel Comune di Montopoli in Valdarno, a firma di Giovanni Magnoli, in arte “Refreshink" Questo è il messaggio per immagini stagliato