Home>Blog>Eventi>A proposito di Coemm: Stiamo arrivando
Eventi Politica

A proposito di Coemm: Stiamo arrivando

Il destino, quando apre una porta, ne chiude un’altra. Dati certi passi avanti, non è possibile tornare indietro”. (Victor Hugo)

È mattina presto ed ho appena finito di scrivere il mio testo sul blog, con un’operazione che oramai eseguo incessantemente da un anno e mezzo. Per la verità sono tre gli anni che dedico a questa mia scrittura giornaliera, che racconta la buona comunicazione che cerco di proporre per il progetto per un Mondo Migliore, ma il blog è partito molto dopo. Come tutte le mattine, appena pubblicato il mio “articoletto”, lo rilancio nella pagina facebook che ho dedicato al blog e poi, prima di condividerlo sulle mie altre pagine e sulle pagine del progetto Coemm, lo invio come messaggio privato a Maurizio Sarlo. È una di quelle cose che mi fa iniziare bene la giornata, inviare il mio scritto all’ideatore dei Clemm e di quel passaparola, che ha portato la sua idea a essere raccontata in quasi tutti i comuni d’Italia.

Domani mancherà un mese esatto alla fatidica data dell’11.11.11 (2018) e qualunque cosa succederà in quella seconda domenica di novembre, sicuramente per molti di noi, il lunedì successivo le cose saranno cambiate radicalmente. Sono consapevole che un progetto come quello per il Mondo Migliore, abbia la necessità di fare un salto evolutivo andando a intraprendere un percorso politico superiore, che non poteva essere solo quello delle conferenze e dei salotti, ma è anche naturale, per chi ama davvero questo progetto, avere il timore di ritrovarsi orfani “per la perdita di quel padre spirituale”, che ci ha permesso di comprendere l’importanza di fuggire da un Egitto menefreghista e schiavista, attraversando mari tempestosi, fatti di calunnie, illazioni ed offese. E come Mosè dovette lasciare andare il popolo, senza poterlo seguire nella sua libertà, il nuovo step per la realizzazione del progetto per un Mondo Migliore, prevede che il nostro padre fondatore, colui che ci ha indicato la via, colui che ci ha fatto comprendere l’importanza di una libertà intellettuale, mirata al riequilibrio di uno stato sociale oggi inesistente, lasci la sua posizione attuale in Coemm, per dedicarsi ad una nuova avventura, legata a doppio nodo al progetto che ha portato avanti fino ad oggi, ma specificatamente dedicata ad un aspetto di programmazione politica.

Pochi giorni fa, quando ho mostrato a Maurizio Sarlo la mia sofferenza per il fatto che comunque, dal giorno che scenderà in Politica, quell’abitudine di interagire con lui quale Segretario Generale di Coemm, verrà inesorabilmente interrotta, lui con la solita tranquillità e serenità di animo mi ha risposto rassicurandomi: “Io non abbandonerò mai il progetto, sono il fondatore di Coemm e ne sarò per sempre un socio”.

Tante volte abbiamo sentito dire che il “Tempo è compiuto”, ma mai come nel prossimo mese di novembre, crediamo di poter affermare, che siamo veramente arrivati ad una chiave di volta del progetto, nella quale Maurizio probabilmente trasferirà la sua forza e il suo carisma nella politica attiva, dentro un’organizzazione politica collegata al progetto, mentre chi si troverà a coordinare il progetto Coemm, dovrà saper fare fruttare il tempo passato accanto a Maurizio Sarlo, continuando quella sua capacità di vedere il mondo come un posto che è possibile migliorare sempre. Certamente in questo periodo, sarà ancora più importante la figura della Presidente Maura Luperto, che avrà il difficilissimo compito di riempire il vuoto nel progetto che sarà lasciato dal fondatore di Coemm, oltre a quella di traghettare il progetto verso un nuovo assetto strutturale. Sono sicuro che il futuro ci porterà tante belle novità e come scrivevo nella chiusura della oramai famosa “Lettera dal Futuro”, quello che vediamo oggi all’orizzonte “È davvero un bel mondo e… Stiamo Arrivando”.

Daniele Lama Trubiano 2018 ©

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *