Home>Blog>Eventi>Fatti non foste a viver… Senza Rinascita
Eventi

Fatti non foste a viver… Senza Rinascita

“Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno.”
(Pablo Neruda)

Circa quattro anni fa, a seguito di alcune mie scelte scellerate, la mia vita si interrompeva e per alcuni attimi, come racconto nel libro “Bolle di Affanno”, credo di essere stato in quel limbo che preclude il nostro passaggio a miglior vita. Ci sono voluti mesi ed una profonda ricerca interiore, completamente epurata da qualsivoglia preconcetto religioso, per comprendere che quello che mi era accaduto in una tristissima sera di settembre del 2015, doveva precludere assolutamente ad una mia rinascita. Una rinascita che diventava consapevolezza dei miei errori e soprattutto convinzione che quella che era stata la mia esistenza fino ad allora, non era il motivo per cui era stato deciso il mio passaggio in questo spazio temporale terreno.

Alcuni mesi dopo, a seguito di alcuni incontri importanti che hanno segnato la mia vita, che posso ricondurre alla pubblicazione della mia biografia, mi sono aperto al mondo ed il mondo si è aperto a me, regalandomi una visibilità non più egocentrica e legata a quella mia necessita precedente di affermazione o di autoreferenzialismo, ma più semplicemente ad una predisposizione agli altri, attraverso quella scrittura che oggi ritengo uno dei salvagenti che mi hanno permesso di affrontare, insieme ai miei cari e a molti di voi, tanti di quei momenti pesanti e drammatici, che ho dovuto in questi anni affrontare.

Mettermi a disposizione del progetto per un Mondo Migliore, ha voluto dire per me “incontrare” virtualmente decine di migliaia di persone e diverse centinaia di queste, poi incontrarle personalmente, alcune delle quali come Lucia, Giorgio, Daniela, Ilario e Nadia, hanno fatto centinaia di chilometri solo per incontrarmi ed abbracciarmi. Tra queste persone che sono venute a Pisa da me, ricordo con affetto Gaetano Muratore che oggi non c’è più, ma che porto nel profondo del mio cuore, per quel messaggio di ricerca di una politica riformista seria e pulita, che ha voluto condividere con me e che spero un giorno possa essere il faro illuminante del Partito del Valore Umano. La conseguenza dell’amore dimostratomi da così tante persone, è che io oggi non posso esimermi di partecipare a tutti quegli eventi promossi da Coemm o dai Clemmm, ai quali vengo invitato, quando il portafoglio mi permette chiaramente di farlo.

Così domenica 23 giugno 2019, sarò a Camaiore (LU), presso Consorzio Le Bocchette – Via Dei Carpentieri, Zona Industriale Camaiore (Capezzano Pianore), all’evento “La nostra formazione genetica”, promosso dai Clemm della Provincia di Lucca, grazie all’invito del mio grandissimo amico David Lari, mitico Referente provinciale della provincia lucchese, nel quale saranno presenti come oratori il dottor Massimo Montinari, il dottor Daniele Tedeschi e la dottoressa Antonella Costi, con gli onori di casa fatti dal Referente Regionale Andrea Andreini, in rappresentanza della Regione Toscana, ed al quale vi potrete prenotare, cliccando sul link che vi inserisco sotto.  

(cliccate sull’immagine sotto per iscrivervi all’evento)

Grazie a David di questo invito e da parte mia io cercherò di portare un po’ di quella emozione che solitamente tento di mettere nei miei scritti, raccontando una rinascita che probabilmente è insita nel nostro Dna. Una rinascita che oggi ci permette di perdere quella cecità nella quale ci hanno costretti decenni di false illusioni, mirate a mostraci una felicità che

(Gaetano con Maurizio)

non avremmo mai potuto raggiungere. Oggi che abbiamo un’altra consapevolezza, riusciamo a vedere la felicità con altri occhi, ma questo lo racconterò agli amici presenti domenica prossima a Capezzano Pianore.

“Se non rinasceremo, se non torneremo a guardare la vita con l’innocenza e l’entusiasmo dell’infanzia, non ci sarà più significato nel vivere”.

(Paulo Coelho)

Daniele Lama Trubiano 2018©

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *