Home>Blog>Cultura>Sette dì: “Carpe Diem”
Cultura

Sette dì: “Carpe Diem”

<<Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva>>.

(Professor John Keating – Robin Williams – né L’attimo fuggente) 

Trenta anni fa, in questi giorni settembrini, vedeva la luce forse il più bel film della cinematografia mondiale. La pellicola, diretta da Peter Weir su soggetto di Tom Schulman, raccontava la metafora della nostra vita, sviscerata nell’anticonformista modo di insegnare del professor John Keating interpretato da un maestoso Robin Williams, la cui battuta <<Carpe diem, cogliete l’attimo ragazzi, rendete straordinaria la vostra vita>> è stata inserita tra le cento battute più belle della storia cinematografica mondiale: L’attimo fuggente. 

Tra tutti i personaggi che la rete ci propone, ve n’è uno che nonostante la giovane età, dimostra una conoscenza ed una cultura che va ben oltre il livello medio di tanti professoroni che hanno il doppio dei suoi anni. La sua capacità di analisi e di miscelare cultura anche forbita con semplicità di espressione, unita ad una consapevolezza della necessità di formare un popolo che sappia leggere quello che gli succede intorno, fanno di lui uno dei personaggi più ammirati della rete stessa. Lui si definisce ideologo e filosofo e sicuramente è molto lontano dalle ideologie che regolano la politica attuale. Si definisce “Sovranista, populista di sinistra” anche se poi materialmente la visione della sua sinistra è quella di un socialismo riformista.  In realtà la sua visione di una società futura va oltre il dualismo destra sinistra e ne abbiamo la conferma nel suo tentativo di creare qualcosa che rappresenti “i valori della destra e le idee della sinistra”.

Diego Fusaro, verso il quale ci muove una profonda ammirazione, oggi ha presentato a Roma VOX un contenitore nel quale dovrebbero confluire tutti coloro che non si riconoscono nell’attuale classe dominante cosmopolita. VOX è sicuramente quanto di più vicino ci sia oggi all’idea del progetto di un Mondo Migliore e siamo convinti che quando un domani vi potesse essere una affermazione del Partito del Valore Umano, sarebbe facile trovare punti di convergenza comuni con il progetto di Diego Fusaro del quale lui si definisce filosofo-ideologo. Le stesse parole di Fusaro sulla sua idea di Sovranismo risultano molto vicine a quelle che sono le parole che Maurizio Sarlo, va dicendo da quattro anni agli eventi Coemm. Diego Fusaro descrive così la sua idea di nuova politica:

“Il tentativo è quello di creare un fronte nuovo perché non ogni sovranismo è positivo: quello di Bolsonaro è un sovranismo liberista che serve le classi dominanti e gli Stati Uniti. Noi accettiamo tutti quelli che si oppongono al sistema dell’ingiustizia e dell’iniquità. Oggi c’è un conflitto tra l’élite cosmopolitica e finanziaria e le classi lavoratrici precarizzate”. 

Di Maurizio Sarlo ci ha sempre colpito lo slogan che se qualcuno aveva un’idea migliore di quella di Coemm, per sconfiggere la povertà e restituire un’equità sociale, il progetto sarebbe stato pronto ad aderirvi. Ecco noi speriamo che queste parole non vadano perse nel vuoto della memoria, ma che di fatto rappresentino una vera volontà di confrontarsi con chi si mostra vicino al progetto per un nuovo umanesimo di Coemm in primis e del Partito del Valore umano poi, anche se di fatto rappresenta un’entità differente. Oggi abbiamo Diego Fusaro che propone qualcosa di diverso rispetto allo schema che regola la nostra società e noi crediamo che sarebbe forse utile avere con lui un confronto, ma un domani potrebbe essere un Pinco Pallino qualunque che propone qualcosa di altrettanto evoluzionario. L’importante è che mai ci vestiamo dell’arroganza di essere gli unici portatori della verità assoluta e titolari della panacea per tutti i mali della nostra società, ma che ci facciamo trovare sempre pronti per porre in essere quel “Carpe Diem” che risulta fondamentale se vogliamo contribuire a cambiare il mondo, cosa che non potremo certamente fare da soli. Non ci fermiamo a godere della nostra luce e guardiamoci intorno; ribelliamoci al sistema osando cambiare, cercando anche nuove strade con nuovi compagni di viaggio, che abbiano tatuati nel loro cuore l’Etica, l’Altruismo e la Riservatezza che ci ha unito e che attraverso la Buona comunicazione ci sta facendo evolvere in tutta la penisola e forse anche oltre.

<< Molti uomini hanno vita di quieta disperazione: non vi rassegnate a questo, ribellatevi, non affogatevi nella pigrizia mentale, guardatevi intorno. Osate cambiare, cercate nuove strade>>.

(Professor John Keating – Robin Williams – né L’attimo fuggente) 

Daniele Lama Trubiano 2019©

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *