Home>Blog>Cultura>Buona Domenica al senso del nostro impegno
Cultura

Buona Domenica al senso del nostro impegno

«Posso scrollarmi di dosso tutto mentre scrivo; i miei dolori scompaiono, il mio coraggio rinasce». (Anne Frank)

In queste ultime settimane, da molte parti, ho ricevuto giudizi sul mio scrivere, con tematiche più o meno veritiere e più o meno favorevoli, che comunque ho letto attentamente tutte, cercando sempre di trovare delle motivazioni costruttive, anche quando la critica è stata più cruenta e spietata. Questi avvenimenti hanno mosso in me una serie di dubbi, sul reale significato del nostro agire, in quel tentativo di porre in essere quella Buona Comunicazione, che è stata chiesta a noi blogger, dal progetto per un Mondo Migliore.

Molti hanno descritto il mio scrivere come un modo per tentare una redenzione postuma, altri come una ricerca di consenso, altri ancora come una reale forma di buona comunicazione e molti come un modo di donare una consapevolezza su tanti temi che a molti risultano sconosciuti. In realtà, pur essendo tutte motivazioni validissime, per descrivere le motivazioni che muovono il mio impegno, vi regalo le parole di Anna Frank, della quale in settimana si è celebrato il compleanno, con le quali ho aperto l’articoletto odierno.

Molto spesso il mio scrivere raggiunge poi il senso più alto, nei commenti che vengono scritti sotto ai miei articoletti e soprattutto in quelli che scrivono le amicizie che mi ha regalato il Mondo Migliore. Proprio in quei commenti, riesco a realizzare quanto sia stato chiaro il mio messaggio, oppure se le mie parole siano risultate incomprensibili. Grazie a Dario e ad un suo commento, che ha messo ieri sotto un mio articolo, ho compreso poi una cosa fondamentale.

Dario, che voglio ringraziare per il fatto che mi segua con tanto affetto, al mio articoletto “Il Pungolo: Morituri te salutant”, ha commentato affermando “Bello!”. In un primo momento ho apprezzato quel commento come il risultato di un lavoro ben fatto, in realtà ripensandoci poco dopo, ho compreso che l’essere soddisfatto di quel commento mostra solo ed esclusivamente l’esaltazione del mio Ego, che si nutre di commenti del genere.

L’essenza che deve muovere noi scrittori, noi blogger che vogliamo realizzare una comunicazione etica, deve sempre cercare di annullare ogni forma di autoreferenzialismo, cosa che invece spesso inconsapevolmente tendiamo a fare, nella nostra ricerca di un estetismo, spesso più mirata all’apparire che non all’essere.  Quello che è sicuramente un gradevole commento, in realtà deve muoverci a migliorare il nostro fare, al fine di fare si che le persone trovino la voglia di scrivere nei nostri commenti, non più, “Bello, immenso, grandissimo o meraviglioso”, ma più semplicemente: “Interessante” oppure “Grazie, approfondirò”. Ecco che allora potremo considerarci davvero dei fari in grado di indirizzare le persone verso una verità, che loro stessi poi dovranno però andare a ricercare, attraverso quello stimolo che siamo riusciti a creare. Il nostro scrivere deve essere mosso non alla ricerca di una guerra emozionale o di confronto dei vari scritti, ma più semplicemente deve smuovere quella pace interiore, che possa permettere alle persone di crescere nella propria consapevolezza. Solo in quel modo, anche chi scrive si dimostrerà utile e soprattutto continuerà a crescere, in un percorso che deve prevedere solo una maggiore conoscenza personale e mai l’arroganza di voler convincere gli altri delle proprie idee. Oggi ho ricordato Anna Frank, autrice del più famoso diario della storia dell’umanità; voglio chiudere con le parole di Etty Hillesum, anche lei autrice di un famoso diario, che un giorno potrebbero essere incise in una targa, apposta all’ingresso del nostro Mondo Migliore.

“Alla fine, noi abbiamo solo un dovere morale: reclamare larghe aree di pace in noi stessi, più e più pace, e di rifletterle verso gli altri. E più pace c’è in noi, più pace ci sarà nel nostro mondo turbolento.”

Buona domenica a tutti e spero d’ora in avanti, di dimostrarvi di essere meno esteta nei miei scritti, aiutandovi ancora di più a trovare stimoli positivi, che vi muovano ad informarvi direttamente di quello che succede intorno a noi.

Daniele Lama Trubiano 2018©

Condividi su:

One thought on “Buona Domenica al senso del nostro impegno

  1. È vero più pace c”e in noi e la trasmettiamo è lo specchio della nostra anima , dobbiamo arricchirci di parole gesti positivi verso gli altri tutti noi dovremmo fare qualcosa per l’altro e allora le cose inizieranno a cambiare bisogna crederci grazie Michele per l’impegno che metti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *