Home>Blog>Cronaca>Senti chi parla… Maura
Cronaca

Senti chi parla… Maura

<<Io farei di più: chiederei a chi lo sa fare, di scrivere un contributo, cioè il proprio personale viaggio nel salotto e nel mondo Coemm.>>

La Maura che mi scrive è proprio la nostra presidente Maura Luperto, con la quale in questi giorni si è intensificata l’interazione, in occasione dell’idea che porterà alla scrittura del mio secondo libro che voglio dedicare all’idea di Maurizio Sarlo e di cui vi ho accennato nelle scorse settimane. Come vi ho anticipato questa volta sarà un romanzo che descriverà un viaggio nell’universo Coemm e che vi aiuterà ad immaginare la bellezza, la grandezza e la lungimiranza del progetto di Maurizio Sarlo.

La trama del libro ruota intorno a Nikola, un giovane stanco e demotivato che a causa di un incidente stradale, si ritroverà a vivere l’avventura più incredibile che gli potesse capitare:

Nikola fa parte di un salotto solidale Clemm, ma non crede molto nell’altruismo. Lui spera solo nell’arrivo della carta servizi e tutta la progettualità del movimento gli interessa pochissimo. Una sera di novembre, dopo avere partecipato controvoglia al suo salotto solidale, mentre torna alla macchina, trova un vagabondo che gli chiede un passaggio. Lui non solo glielo nega, ma lo sbeffeggia per poi andare a chiudersi in un pub a bere. A notte fonda, mentre sta facendo ritorno a casa in una serata freddissima, trova lungo la strada innevata, il vagabondo che ha incontrato nel parcheggio e per spaventarlo, fa una leggera sbandata con l’auto come per investirlo, ridendo poi a bocca piena nel vedere il giovane sprofondato nella neve, dove si è tuffato per uscire dalla traiettoria dell’auto. Sbandando l’auto però finisce su una lastra di ghiaccio e Nikola perde il controllo, finendo fuori strada e cappottando diverse volte. Si risveglia nella terapia intensiva di un ospedale, con un medico che lo informa che dopo l’incidente è caduto in coma. L’albero di Natale in un angolo della grande stanza, lo riporta immediatamente alla realtà: <<Sono stato in coma per un mese!>>. Il medico lo guarda scuotendo leggermente la testa: <<No Nikola, non per un mese. Sono passati cinque anni, dal tuo incidente>>.”

Questa è la trama del nuovo libro, che sto scrivendo per raccontare il nostro movimento e che narrerà un “viaggio nel vuoto” e ieri, come sempre succede quando inizio a buttare le basi per scrivere un libro, improvvisamente mi è apparso anche il suo titolo. Ecco che parlando con Maura Luperto di questa mia idea, abbiamo deciso che il primo capitolo, dedicato al viaggio verso un Mondo Migliore, lo scriverà uno di voi, che avrà voglia di collaborare con me, alla stesura di questo mio umile romanzo. Inoltre tutti coloro che invece vorranno essere presenti nel libro, lo potranno fare inviando un pensiero sul loro “personale viaggio” nel mondo Coemm o dei Clemm e saranno inseriti in un capitolo dedicato al viaggio nel mondo dei Clemm.

Credo che sarà una bella avventura e invito tutti coloro che hanno voglia di provare ad “essere” il primo capitolo del libro, ad inviarmi un testo di due o tre pagine formato A5, per raccontare il personale viaggio nel mondo Coemm o Clemm, oppure, per tutti gli altri, inviate i vostri semplici pensieri, completi di nome, cognome, ruolo e Clemm di appartenenza, alla mail lamatibetano@gmail.com con oggetto: “Viaggio verso un Mondo Migliore”. Coloro che invieranno i capitoli da valutare, sono pregati anche di fornire anche un numero di telefono. All’autrice o all’autore del capitolo che verrà scelto, arriverà poi una copia del libro in omaggio ed avrà una menzione nel libro stesso.

Grazie a tutti e soprattutto a Coemm per questa ennesima prova, alla quale mi sottopongo volentieri e con tanto entusiasmo.

Daniele Lama Trubiano 2018 ©

Se credete che quello che faccio ogni giorno sia una produzione utile e di qualità, sostenetemi acquistando il “Salotto – Storie di Coemm” (consegna a metà gennaio), cliccando sul pulsante acquista, oppure sostenendo il mio impegno sulla mia pagina web dedicata a Coemm, cliccando sul pulsante “Sostegno editoriale”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su: