Home>Blog>Cronaca>28 settembre 2017… Lettera a tutti voi:
Cronaca

28 settembre 2017… Lettera a tutti voi:

“Quella mano che stringe il mio braccio è come se per compressione, riaprisse la vena chiusa da mesi nella mia testa, riportandomi immediatamente a quella realtà che avevo perso.

Rimango fermo, paralizzato dallo choc. Il ragazzo di colore mi colpisce ripetutamente in testa con un cestino di ferro e i colpi mi fanno piegare le gambe; sento il sangue che mi scorre lungo il volto e mi lascio andare in terra, mentre l’uomo della bicicletta mi blocca il braccio dietro la schiena. Non oppongo la minima resistenza, mentre il cestino di ferro continua a schiantarsi sulla mia testa e sul mio corpo. Per evitare di fare male a qualcuno, rimango immobile. Ho fatto arti marziali e so che, anche solo tentando di ripararmi, rischierei di fare male a qualcuno e comunque penso che di lì a poco smetteranno di colpirmi”.

 

Queste righe sono tratte dal mio libro “Bolle di affanno” e raccontano quello che successe il 28 settembre di due anni fa, quando la mia esistenza ha toccato il suo punto più basso. Quel poco che ancora avevo salvato della mia dignità se ne andava sotto i colpi di quel gruppo di vendicatori.  Nei mesi successivi, solo l’amore dei miei familiari, mi ha tenuto in vita e tante volte mi sono chiesto il senso degli ultimi 15 anni della mia assurda esistenza, in mano ad agenzie di recupero crediti. Anni in cui i danni economici che ho fatto, si sono miscelati alla totale assenza delle istituzioni nelle quali ho trovato solo muri di gomma.

Poi grazie ad uno psicologo è nato il libro che oggi sta aiutando tante persone ad uscire dai debiti. Ma certamente non avrei mai creduto che dopo tutto quello che ho distrutto e che poi mi è successo, oggi, 28 settembre 2017, mi sarei ritrovato con decine di migliaia di persone che leggono i miei scritti, che comprano e leggono i miei libri, ma che soprattutto hanno deciso di volermi conoscere per quello che sono veramente e non per quello che posso avere fatto nella vita. Oggi sono un Uomo Nuovo, sereno, felice, anche se combatto ogni giorno con quel maledetto euro che ci sta assassinando la vita. So però che ho una missione e la porterò avanti con tutto il cuore e tutto me stesso. Tutto è iniziato il 16 aprile 2017 con un messaggio inviato ad una persona che mi era stata presentata come “importante” e che avrebbe potuto aiutarmi con il mio libro. Glielo mandai come l’ho mandato a tantissime altre persone “importanti”. Quasi nessuno mi ha mai risposto ma soprattutto tutti mi hanno sempre negato il loro aiuto. Tranne lui, tranne questa persona che dopo poche settimane che aveva ricevuto il libro “Bolle di Affanno” mi scrisse un messaggio:

Ciao caro. In volo di rientro da Cagliari ho avuto il tempo di leggere il tuo bel libro. A pagina 182 mi sono anche molto commosso. Questo progetto Coemm nasce per dire basta a povertà varie. A presto”.

 

Questo grande uomo, non ha mai espresso un giudizio sui miei sbagli, ma ha semplicemente teso la sua mano verso di me, dicendomi “io ci sono”, e da allora è diventata una presenza costante nella mia vita, senza che mi abbia chiesto mai nulla di più, che raccontare l’amore all’interno del suo progetto. Oggi per me il 28 settembre rappresenta un giorno da ricordare, come una mia rinascita in un nuovo Umanesimo e lo devo alle persone che amo, che mi amano, a tutti voi e a Maurizio Sarlo, al quale sarò sempre riconoscente per avermi restituito la dignità, una vita e la forza di guardare le persone, che oggi incrocio, diritte negli occhi, per poter far sentire loro: “ehi, sono qui se hai bisogno…

 

Molti di voi avranno letto con il cuore queste mie righe, mentre altri non potranno mai a capire la grandezza di un’emozione legata a uomini che aiutano altri uomini, senza secondi fini e continueranno la loro battaglia di bianco vestita, inconsapevoli del fatto che non potranno mai vincere la guerra contro l’Amore che propone Coemm attraverso i Clemm.

Io vado incontro al mio destino, qualunque esso sarà, a testa alta, sapendo di non avere mai fatto male a nessuno e con la consapevolezza che quello che sto facendo, che il movimento e Maurizio mi stanno permettendo di fare, sta contribuendo alla realizzazione della più grande rivoluzione pacifica, che ci traghetterà verso un Mondo Migliore, anche con il libro “Il salotto – Storie di Coemm”. Io sono totalmente convinto che questo progetto si realizzerà appieno, per il semplice fatto che non abbiamo altre alternative.

Un abbraccio a tutti voi; e a te, Maurizio, voglio dire solo… Grazie

Potete acquistare “Bolle di affanno” e “Il salotto – Storie di Coemm” contattandomi direttamente.

 

Daniele Lama Trubiano 2017©

 

Condividi su: