Home>Blog>Cronaca>Fiammata africana investe l’Italia: si va verso i 40 gradi. Resta alto rischio incendi in Sardegna
Cronaca Regionale

Fiammata africana investe l’Italia: si va verso i 40 gradi. Resta alto rischio incendi in Sardegna

E’ ritornato prepotente l’anticiclone africano e ha portato con se  tanto sole e tanto caldo. Al Sud le temperature restano elevate, tendono nel contempo ad aumentare al Centro Nord. I valori massimi saranno pressoché ovunque sopra le medie del periodo. Le punte massime in Val padana, le interne del Centro, della Sardegna, della Puglia e della Sicilia dove si potranno raggiungere i 34-36°C fino 37° in Sicilia. In media le  regioni adriatiche centrali.  I valori in cartina sono  riferiti alle zone interne. Litorali meno caldi ma con molta afa soprattutto sulle regioni tirreniche. (Guardia il Meteo)

Alto rischio incendi in Sardegna

Dopo i gravi incendi di luglio, che hanno devastato soprattutto l’Ogliastra e il Nuorese con centinaia di ettari di territorio andati in fumo, la Giunta regionale della Sardegna ha dichiarato lo stato di emergenza. Su proposta dell’assessore della Difesa dell’ambiente Gianni Lampis ha, infatti, deliberato di richiedere al presidente del Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale. Intanto resta alto il pericolo di incendio nella zona di Cagliari così come si evince dal nuovo bollettino di previsione, diramato dalla Direzione Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna che ha confermato la situazione di attenzione rinforzata. Il pericolo è alto ed è contraddistinto dal colore arancione. In questo stato, le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l’evento, se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale.

Temperature elevate anche al Nord

La fiammata africana si stempera al Sud ma le temperature restano elevate, anzi faranno registrare degli aumenti al Centro Nord, portando su tutta l’Italia al di sopra delle medie fino a 2-5°C in più. I valori più in linea attesi sul medio Adriatico. I valori in cartina sono sempre riferiti alle zone interne, i litorali avranno temperature più basse a causa delle brezze ma l’afa sarà parecchio elevata.

Weekend caldo ovunque

Per il weekend, conclude il meteorologo di 3bmeteo.com, è possibile il rinforzo dell’anticiclone subtropicale sul Mediterraneo centro-occidentale e sull’Italia, con una nuova intensa ondata di caldo che questa volta potrebbe interessare anche le regioni del Centronord, con temperature in deciso rialzo fin verso i 35 gradi ma con picchi anche di 38/41 al Centro-Sud, specie sulle aree interne del versante tirrenico e sulle Isole maggiori.

Burrasca a Ferragosto

Il caldo resisterà ancora qualche giorno e dal Sud si sposterà anche al Nord Italia, ma tra mercoledì 14 e giovedì 15 agosto si concretizzerà la prima vera burrasca estiva. Arriverà una perturbazione dal Nord Europa che porterà acqua e vento con un considerevole abbassamento delle temperature. A causa del tracollo termico proprio a ridosso del Ferragosto non escludiamo la possibilità di veder nevicare sulle cime alpine, dai 3000 metri. L’intabilità potrebbe durare fino al 18 agosto quando invece sembrerà tornare la bella stagione che però impiegherà molte difficoltà ad affermarsi, soprattutto al Nord, dove nel pomeriggio potrebbero continuare ad esserci temporali. L’estate subirà un primo duro colpo ma non basterà del tutto per farla uscire di scena.

http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/caldo-africano-allerta-incendi-sardegna/

Condividi su:
Redazione BlogCQ24
Articolo della Redazione BlogCQ24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *