Home>Blog>Cronaca>CLEMM: UN ESERCITO FORTE E CORAGGIOSO!
Cronaca

CLEMM: UN ESERCITO FORTE E CORAGGIOSO!

Nei miei vari articoli riguardanti il progetto coemm ho parlato di un “esercito”, un’ “esercito” di persone che al fianco di Maurizio Sarlo continua a coltivare un grande sogno, il sogno di vivere in un mondo migliore.

Questo esercito è composto da tutti i CLEMM d’Italia.

Come dice quest’ acronimo sono dei circoli locali che con etica, altruismo e un cuore immenso lavorano per migliorare il nostro mondo, un mondo che ha dimenticato che cos’è la dignità, che cos’è la libertà, sopratutto un mondo che ha dimenticato di rispettare i suoi abitanti.

Siamo purtroppo schiavi di un mondo comandato da potenti tiranni che con qualsiasi stratagemma , alle nostre spalle,cercano di indebolirci, cercano di metterci in ginocchio, perchè probabilmente un popolo in ginocchio è più semplice da comandare, è più semplice da schiavizzare.

Molti non riescono a capire e ad accorgersi che anche se i nostri occhi vedono, anche se le nostre orecchie sentono,anche se le nostre gambe camminano, questo brutto mondo è riuscito a farci indossare il paraocchi, è riuscito a metterci i tappi alle orecchie, è riuscito a incatenarci alla nostra vita di sacrificio e schiavitù e per spezzare queste catene, per togliersi finalmente il paraocchi e i tappi per le orecchie ci vuole un gran cuore,un cuore da ascoltare, un cuore bisognoso di emozioni da provare appieno, emozioni che non possono restare soffocate da un inquinamento mentale che purtroppo non ci permette di agire, non ci permette di trovare la forza per ribellarci a questa situazione.

Noi dei CLEMM,prima di conoscere Maurizio Sarlo e il nostro grande progetto, eravamo semplici persone che svolgevano la loro vita di sacrificio e cercavano di sopravvivere a questo mondo, come voi facevano finta che andasse tutto bene, si accontentavano di quel poco che avevano e ringraziavano Dio  per questo.

Ma perchè dobbiamo accontentarci della vita che abbiamo?

Perchè dobbiamo continuare a porgere l’altra guancia? Perchè dobbiamo continuare a tenere gli occhi chiusi? Perchè dobbiamo continuare a stare in ginocchio davanti a uomini orribili che giocano con la nostra vita?

Noi dei CLEMM abbiamo smesso di essere soli a combattere tutto questo, siamo diventati una cosa sola, siamo diventati un esercito di persone valorose provenienti da tutte le regioni d’Italia che unite da un sogno quasi impossibile stanno lavorando affinchè questo sogno diventi realtà.

Purtroppo nella nostra lunga battaglia abbiamo perso dei soldati, chi si è tirato indietro per mancanza di coraggio, chi purtroppo è entrato a far parte di un altro esercito che vicino a Dio ci protegge da lassù e saremo sempre grati a quest’ultimi per aver dato cuore e anima affinchè la nostra creatura diventasse sempre più forte.

Ogni persona, ogni CLEMM, ha le sue storie da raccontare,tanto da insegnare,tanto da imparare,ogni incontro mensile è come un allenamento di calcio, con 11 giocatori e un capitano che lavorano e sudano per arrivare alla vittoria, perchè le altre squadre sono forti,senza regole, con tackle al limite del tentato omicidio, con gomitate improvvise cercano di indebolirci per farci perdere la partita più importante.

Si, perchè la partita più importante la giochiamo contro noi stessi, la nostra vita è come una partita di calcio e noi dei clemm eravamo assai stufi di stare in panchina, vogliamo passare all’attacco contro quelle piccole persone(qualcuno li chiama detrattori), vogliamo difendere il nostro progetto mettendo tanto coraggio e tanto cuore.

Noi dei clemm abbiamo iniziato a lottare per una vita migliore e con le ginocchia sbucciate abbiamo deciso che era ora di rimettersi in piedi,spezzare le catene, aprire gli occhi e spalancare le orecchie, perchè la vita è una sola e non vogliamo di certo regalarla a quei brutti ceffi, vogliamo viverla a modo nostro, vogliamo che la nostra vita diventi bellissima, vogliamo essere liberi di sognare, liberi di amare,liberi di crescere i nostri figli e proteggerli dalle tante ingiustizie che questo mondo ci regala.

Come in tutti gli eserciti c’è chi resta nelle retrovie,forse per paura o per stanchezza, forse perchè non riescono a spezzare le catene, ma è in prima fila che si vivono le emozioni più belle, è in prima fila che capisci quanto questo progetto sia uno tsunami di libertà, dignità e speranza che si sta per abbattere su di noi, capisci quanto ne valga la pena sudare sangue per permettere a noi e ai nostri figli di vivere una vita migliore, perchè i nostri figli non avranno i paraocchi, non avranno i tappi per le orecchie,non resteranno incatenati con le ginocchia sbucciate.

 

Pinna Manuel

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *