Home>Blog>Sociale>Reddito di Cittadinanza. Il grande Bluff ?
Sociale Veneto

Reddito di Cittadinanza. Il grande Bluff ?

In questi giorni di attesa da parte di  molti Italiani dell’arrivo della “Carta gialla”,

son tantissime le persone rimaste deluse per il fatidico e tanto proclamato “Reddito di Cittadinanza”

che doveva essere la soluzione per le famiglie in situazione di disagio sociale.

Erano stati promessi circa 780 euro, per un massimo totale di 1330 euro,

le domande non hanno raggiunto i 5.000.000 di richieste previste dal Governo.

Ad aprile erano circa 900.000 le domande pervenute :

REDDITO DI CITTADINANZA CARD – Dopo aver ricevuto circa 900mila richieste, l’Inps in questi ultimi giorni ha iniziato a comunicare – via sms o mail – gli esiti delle domande per ottenere il reddito di cittadinanza.

Molte le persone che hanno ricevuto cifre irrisorie, magari rinunciando alla “Carta REI” di 300 euro per avere 70 euro del RDC.

Sebbene migliaia di famiglie in queste ore stiano festeggiando la notizia comunicata dall’Inps, ci sono altrettante migliaia di persone che stanno iniziando a protestare contro il governo e contro “la truffa del reddito di cittadinanza” a causa degli importi troppo bassi che si sono visti concedere.

Su Facebook, nei numerosissimi gruppi privati e pubblici dedicati al reddito di cittadinanza, sono infatti centinaia e centinaia i post e i commenti pubblicati dai beneficiari del reddito rimasti delusi dall’esito della pratica. Il motivo? L’importo comunicato dall’Inps è molto più basso di quanto si aspettassero (a Napoli il più alto numero di beneficiari: il 58 per cento riceve meno di 500 euro).

Ma quanto basso? In molti casi, si parla di cifre che vanno dai 40 ai 2-300 euro mensili anche per nuclei famigliari numerosi e composti da persone disoccupate, minori o invalidi.

Visualizzato l’importo sul sito del governo dedicato al reddito di cittadinanza, per molti beneficiari la felicità per l’accoglimento della domanda ha lasciato immediatamente spazio all’indignazione contro il governo e in particolare contro il Movimento 5 Stelle, padrino e promotore della misura.

“40 euro? Vergogna. Ragazza madre di due figli, disoccupata. Questo è l’aiuto che date”, scrive Laura alla pagina ufficiale Inps per la Famiglia. “La cifra spettante per Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza viene elaborata dall’Inps al netto delle prestazioni già spettanti e in applicazione della normativa del RdC votata in Parlamento e illustrata sul sito del Ministero del Lavoro”, replica lo staff social dell’ente di previdenza sociale.

E’ sufficiente entrare nella pagina dedita ai beneficiari per comprendere l’enorme  caos che si è verificato.

https://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia/posts/2307372469504434

Era più semplice far elaborare le richieste ai Servizi Sociali di ogni Comune/Provincia, che sono già a conoscenza delle reali situazioni in cui versano i richiedenti del RDC.

Altra anomalia elaborare le richieste con ISEE basandosi sul Redditi del 2017,

le reali situazioni famigliari dei richiedenti in effetti sono peggiorate in 15 mesi .

C’è chi è disoccupato e nel 2017 percepiva assegno di disoccupazione speciale, che ha una durata breve.

Generalizzare non può essere di agevolazione alcuna. Ogni singola famiglia ha le sue realtà che solo i Servizi Sociali operanti sul territorio possono esserne a conoscenza.

Problemi di salute, età diverse, figli minori, problemi con la casa, l’affitto, il mutuo, le bollette arretrate.

Ed ecco che chi sperava sull’importo massimo di 780 euro, si è visto attribuire una miseria.

Poteva essere per tutti fisso e poi si potevano eseguire i controlli.

Reddito di cittadinanza, la carica di 79mila candidati per 3mila posti di navigator

https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-05-08/reddito-cittadinzana-carica-79mila-candidati-3mila-posti-navigator-151256.shtml?uuid=ACc4HR

Difficile che i “Furbetti di turno” potessero avvalersi di tale RDC se gestito in maniera diversa. E non sarebbe stato necessario assumere i Navigator .

(I 3mila navigator saranno assunti con un contratto di collaborazione fino al 30 aprile 2021, retribuiti con 27.388,76 euro lordi annui (più 300 euro mensili per il rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio): una volta assunti, per i navigator è prevista una full immersion di due settimane, ed una formazione continua on the job di 6-8 mesi.)

Queste risorse potevano benissimo essere ridistribuite sul territorio Comunale / Provinciale, rafforzando appunto anche i Servizi Sociali, volendo si poteva studiarla diversamente.

Così facendo invece tante, troppe le persone rimaste deluse e adesso versano ancor di più in situazione economicamente drammatica. I poveri sono ancora più poveri.

Serve una misura d’emergenza effettiva da parte delle Istituzioni e del Governo.

Una persona che arriva a chiedere il RDC non lo fa di certo per divertimento, ma per estrema necessità.

Dobbiamo ancora digerire gli 80 euro di Renzi, si sperava nel RDC come soluzione anche se provvisoria,

anche se in precedenza , prima delle Elezioni del 4 marzo 2018, si parlava di oltre 1600 euro come RDC.

Molte le persone che non avrebbero dato il voto se si fosse parlato di queste cifre attuali.

A danno fatto..

Serve cambiare paradigma, serve davvero iniziare a pensare di emettere Moneta di Stato, Stato Nota, Criptovaluta e quanto permesso e concesso dal fatidico “Trattato di Lisbona”, per dar modo all’Economia Italiana di riemergere, dar respiro alle famiglie, alle piccole e medie imprese, serve ristrutturare le Scuole, la sanità, le Infrastrutture.

Risanare l’agricoltura, l’Economia Italiana si può , e si deve.

E per fare questo serve far presto, prima che sia troppo tardi.

Il PVU lo propone tra i suoi “Punti chiave” del Programma concesso dal Progetto COEMM.

Programma del PVU Partito Valore Umano . Gli 11 “Punti Chiave”.

https://blogcq24.net/mira/blog/politica/programma-del-pvu-partito-valore-umano-gli-11-punti-chiave/

PVU le 3 parole chiave – Libertà Serenità Prosperità.

https://blogcq24.net/mira/blog/politica/pvu-le-3-parole-chiave-liberta-serenita-prosperita/

L’ho compreso io che non sono nessuno,

tanto meglio lo può comprendere chi ha studiato, chi segue l’Economia, chi è nella “Stanza dei bottoni”.

Serve un Governo che tuteli il suo Popolo, i suoi Elettori, che dia voce “Agli ultimi”, nel 2019 è drammatico vedere ancora questi dislivelli sociali.

Serve mettere in Equilibrio i Costi – Benefici.

Buona riflessione.

Paola Marcato CC Mira 3 Venezia

 

 

 

 

 

Condividi su:
  • 2
    Shares