Home>Blog>Sociale>“Il Micro-Credito” ovvero, questo infinito “Tabù”.
Sociale Veneto

“Il Micro-Credito” ovvero, questo infinito “Tabù”.

Non ne ho mai voluto parlare, a volte evito anche di sentirla nominare.
Il “Micro-Credito”. Il Quid sempre nominato in questi 3 anni di percorso nel Progetto Coemm,
questo “strumento” da sempre criticato, conteso, preteso da molti, ma siamo davvero pronti a riceverlo?
Perchè si sa, si sente nell’aria che ci siamo quasi.
Non ne ho nemmeno mai parlato sinceramente con Maurizio Sarlo, o appena appena accennato con Maura Luperto.
Magari esponendomi nel modo errato, perchè visto così sembra un traguardo da raggiungere, quando invece , dal momento che verrà emesso, sarà solo l’Inizio del tutto.
Sarà lo strumento che darà voce ai tanti altri Progetti meravigliosi che son li in attesa di essere sviluppati.
Ma noi, come persone, Plinti e Colonne, a cui verrà consegnato, come lo vediamo?
Molti di noi, per le situazioni drastiche in cui si trovano in famiglia, lo vedono come un’ancora di salvezza.
E questo dramma lo dobbiamo a chi finora ci ha Governati, e portati alla rovina in questi anni.
Tasse assurde che non mi ci metto nemmeno ad elencare. Lavoro precario, buste paga sempre più misere, pensioni insufficienti per arrivare alla metà del mese, magari bastassero a coprire il fabbisogno mensile.
Attività che chiudono, ogni giorno, persone che si ammalano sempre di più, a cui viene tolta la dignità.
Chi sa, chi è nel Progetto e ha compreso bene la sua Immensità, è cosciente del fatto verrà erogato a breve.
Questo lo sa solo Maurizio Sarlo e di lui mi fido ciecamente.
Ma mi preoccupa il fatto che dal momento ci sarà data la possibilità di fare la “famosa strisciata”, molti perderanno il senso e l’importanza di questo gesto.
Lo useranno in maniera “Egoisticamente errata”, quando invece dovrebbe essere uno strumento di “Forte imput altruistico”.
Il Micro-Credito, questo piccolo pezzo di plastica, con un Valore Umano immenso. Il nostro Valore. 1500  euro a disposizione per sollevarci,
per poter pagare l’impagabile in cui ci ha lasciato chi in realtà doveva tutelarci.
Già questo è un gesto altruistico. Pagare qualcosa ad uno Stato assente.
Vorrei che quel giorno, tutti, ci fermassimo a riflettere, che davvero fossimo coerenti del fatto servirà per ridare Vita alle piccole e medie imprese, alle attività locali che stanno scomparendo. Eticamente parlando, aiutare chi è nel bisogno, con una piccola spesa magari. Cercare di far si questa tanto attesa “Prima strisciata”, sia un dono per chi non ha la possibilità di poterne usufruire. E fare in modo diventi Energia Positiva.
Staccare il vecchio concetto di “denaro”, e far si diventi il nuovo concetto di “Strumento di Dignità”.
Quella Dignità che per anni ci è stata calpestata, ma che noi Popolo Italiano, abbiamo sempre avuto comunque, affrontando a testa alta e con Amore.
Immagino quel giorno, come un’ esplosione d’Amore e di felicità.
Immagino le lacrime di gioia di un Uomo, che per questi 3 anni è stato infangato, umiliato, deriso,
finalmente vittorioso come merita di essere.
Immagino chi gli è stato vicino in questi 3 anni, gioire con lui e con tutti noi.
E da li tutto cambierà, perchè si sarà compreso, che il Micro-Credito non è un traguardo, ma l’inizio del tutto.
Io sono pronta. A dare il Valore giusto a tutto ciò che verrà.
Grazie Maurizio Sarlo, Maura Luperto. Grazie a tutti i Plinti e Colonne del Progetto Coemm.
L’IO è passato al NOI, finalmente. E tutti coloro non sono ancora pronti, con il nostro esempio, lo saranno.
Ecco come avverrà il vero Cambiamento, ecco come si realizzerà il nostro tanto atteso Mondo Migliore.
Paola Marcato Capitano Clemm Mira 3 Venezia. A servizio per il Progetto Coemm. Fiera di esserne parte.

Condividi su:
  • 683
    Shares