Home>Blog>Cultura>“Canzone d’Autunno”
Cultura Veneto

“Canzone d’Autunno”

Ricordi di un tempo..
che non tornerà mai più..
Quando le stagioni avevano altri colori
Altri sapori altre emozioni.
Dove l’autunno era un campo di grano
Dove il proteggerlo diventava sovrano
Era cibo di stive e di dispense
Per l’Inverno freddo e lungo alle porte
Contadini raccoglievano i frutti.
Di un lavoro duro e sudato nella semina
Bambini che giocavano felici e spensierati
A rincorrere farfalle nei prati
E le viole diventavano ceste profumate
Per le mamme più belle e più amate
L’autunno era vendemmia
Tutti insieme si cantava sotto il sole
E le gare a pestare l’uva a ballare nei tinozzi
Profumi diversi profumi di Vita
Colori che il cuore non lascia non scorda
Infanzia passata e tu spaventapasseri.
Che tanto temevo e che tanto amavo
Unico nel campo Solo nel vento
Ti guardavo ti ammiravo ti stimavo
per il coraggio di star li tu
Il sole il vento il campo il grano il freddo..
E la Vita mia che non tornerà indietro ..
( Paola Marcato )

Scritta il 6 ottobre 2014

 

Condividi su: