Home>Blog>Politica>Matita&tastiera: le interviste nella settimana38
Politica

Matita&tastiera: le interviste nella settimana38

 

 

 

  • Questo articolo è un po’ diverso dal solito. Contiene la trascrizione di una intervista, fatta allo “ spirito del luogo”.

Una intervista con chi aleggia a 3800 mt. e che vive in uno stato ove le Donne indossano un curioso copricapo.

Il resto è povertà e sfruttamento delle risorse, da parte dei “ soliti noti.

gli articoli successivi, si riferiscono alla provincia di Mantova.

Un poco stravolta. Sia dal punto di vista delle relazioni sociali, e sia dal punto di vista Ambiente& Paesaggio.

Intervista in America Latina 

 La Bolivia ha espulso Due multinazionali del drink & junkFood: “Un piccolo passo per l’uomo, un balzo gigantesco per l’umanità”

Il governo boliviano pose  fine alle operazioni commerciali  di due  famose multinazionali nel paese,  il 21 dicembre  dello scorso anno.

Sembra molto strano, ma le motivazioni esprimono il forte stato di disagio esistente nel paese:

“per preservare la loro cultura e la salute”.

 I temi  che spinsero  Il ministro degli Esteri boliviano David Choquehuanca, al blocco delle multinazionali statunitensi di soft drink e “cibo spazzatura” furono: “in sintonia con il calendario Maya e farà parte dei festeggiamenti per la fine del capitalismo e l’inizio una cultura della vita”.
Per la prima , una decisione simbolica, in quanto dopo 14 anni, il cibo proposto non è riuscito a far breccia nelle tradizioni alimentari forse ancor troppo “tradizionali e primitive” della popolazione vissuta per molti secoli, isolata, e che possiede prospettive di vita basse: 67 %per le donne e 63 % per gli uomini.
Uno stato che ha il 44% della popolazione con età inferiore ai 18 anni, può generare apprensione da parte dei lungimiranti governanti.
Uno degli Stati del sud America con un livello di povertà al 38%, mentre il 46 % della popolazione si trova  in difficoltà economiche.
Una economia  basata sulle ricche risorse naturali, ma con una ricchezza ottenuta, mal distribuita, generante forti diseguaglianze e conflitti sociali.
Un esempio, di come l’applicazione del Nostro Progetto Coemm, potrebbe mutare le condizioni di vita di soggetti “ costretti” alla coltivazione di coca di cui gli Usa, ma soprattutto Europa e Italia , ne sono i principali utilizzatori.
un conto sono le tradizioni di una popolazione che vive a 3800 mt.
e che per tradizione storica per mantenere energia masticava le foglie, di quel prodotto che viene  anche raffinato e spedito  in aree di mercato americano ed europeo.

 

Intervista alla Provincia di Mantova,” il Paesaggio” 

Due eventi riferiti alla opportunita’ di fusione fra Comuni.

Il primo, ancora a livello embrionale,  ( fra Pegognaga-Motteggiana),   primi passi di una partecipazione auspicata, in consiglio comunale a Pegognaga, purtroppo aleggia   scarsa volonta’ di affrontare la tematica. In   discordia i gruppi in consiglio comunale,

non sulla validita’ o meno della scelta,  ma sulle metodiche:.. convocazioni annunciate poi annullate, consigli comunali aperti sospesi,   occasioni di informazione super partes  per i  cittadini sul tema referendario, “smarrite”. Mentre a Pegognaga si litiga, Motteggiana vota. Ci sarà senza indugi il referendum indetto  per il 23 c.m.

 

C’e da sperare che l’attesa e la determinazione di questo comune vada a contaminare il secondo  interessato…i virus della “ serieta’” della “ consapevolezza” si diffondano.

La seconda: fusione proposta fra quattro comuni della provincia, un quadrilatero della periferia sud-est.

Un referendum, verra’ proposto ai cittadini di  San Giacomo delle Segnate, San Giovanni del Dosso, Schinevoglia, Quingentole,  per sollecitare una risposta all’unione o meno di 4 unita’ amministrative e politiche. Dubbi sono ovviamente presenti nei banchi delle minoranze, ma riferiti da un lato a scelte di principio, dall’altro identificate rispetto alla  diffidenza  verso l’efficienza della macchina amministrativa comunitaria- nazionale regionale circa l’applicazione delle regole  ad essi riservate.

 

Le norme di riferimento

–  leggi n. 183/2014, 56/2014 e 190/2014

– ai sensi del DM n.318/2000,    problematiche finanziarie e di gestione dei servizi

– trasferimenti statali maggiorati del 20% per un periodo di 10 anni;

– Legge di Stabilità per il 2017 ha previsto che tali contributi ammontano al 40% dei trasferimenti erariali

–  Era 20% ed un tetto massimo di 1,5 milioni di euro anziché 2.

– allentamento del Patto di stabilità interno

– norme di maggior favore, incentivazione e semplificazione previste per i comuni con popolazione inferiore a

5.000 abitanti e per le unioni di comuni.

– l’esenzione dall’obbligo di esercizio in forma associata delle funzioni comunali per i comuni istituiti mediante fusione che raggiungano una popolazione pari o superiore a 3.000 abitanti.

– il mantenimento dei benefici stabiliti dall’Unione Europea e dalle leggi statali per i territori dei comuni estinti.

– l’art. 16 comma 3 del D.lgs. 18 agosto 2000 n. 267 ammette la possibilità di prevedere, nello statuto dei comuni nati a seguito di fusione, l’istituzione di Municipi. ( quello che nelle citta’ dicasi circoscrizione)

Mi pare che elementi di valutazione ve ne siano per poter esprimere un giudizio, per effettuare una scelta.

Occasione anche questa per attivare confronto, incentivare il dibattito e la necessita’ di conoscenza. Smuovere gli animi verso la partecipazione.

 

Altro grosso problema affligge il Paesaggio provinciale !!

L’apertura di nuove cave, sabbia e ghiaia

( nove zone, da Medole,   Cavriana, Canneto,  Casalromano)  e di argilla

( Motteggiana e Serravalle a Po)  fasce territoriali distinte. Le  necessita  sono ”stradali” ( Il Raccordo autostradale della Cisa A15) ed edilizie.

(derivate dalle rilevazioni ISTAT sull‟attività edilizia degli ultimi dieci anni).

Il dimensionamento previsto, 10 siti + 3 nuovi,  nasce per l’esigenza decennale di un complessivo pari a circa 14.000.000 di mc estraibili, ed  incrementabili, ( si giunge nelle previsioni alla disponibilita’ di 18,5 milioni di mc.

Questi numeri posso forse spaventare. Puo’ spaventare il vedermi “ Paesaggio” per alcuni ferito, con distese di incavi con movimenti di autocarri . Ampie zone recintate, alternate a campi coltivati.

Terreni sfruttati per ottenere il massimo della resa, oppure terreni scavati. Ci puo’ essere qualche rischio.

Gradi buche riempite con grandi scorie? Chi lo puo’ dire.

Le prospettive non sono rosee. O meglio in realta’ c’e’ un progetto territoriale che auspico possa estendersi provincia dopo provincia, per tutelare aria acqua suolo.

Il progetto Coemm !

 

L’intervista poi prosegue con il Paesaggio due laghi, primattori:

Qui attorno ho una ex cartiera ritornata all’attivita’, la cui opera di ristrutturazione architettonica e’ stata effettuata  prima del responso della Soprintendenza, e quindi il Comune di Mantova ha bloccato i lavori.

Tristezza infinita. Si puo’ comprendere il desiderio di iniziare l’attivita’, da parte della proprieta’, non molto dai cittadini in quanto “IO” il Paesaggio sottoscritto, “IO”  l’Ambiente, mi trovero’ ancora in difficolta’, assieme a Loro. Qui nessuno ringrazia.

La stessa difficolta’ che ho nella zona del polo petrolchimico,  che  la “Versalis” non procede ancora alla  OPERA di decontaminazione/bonifica.

Il Comune  chiede di intervenire nel risanamento in base alle responsabilità a essa attribuite di quanto le compete.

Il Polo esistente dagli anni 50,   una area di 9,5  milioni di mq.   dal 2003 e’ divenuta, a causa degli impatti ambientali conseguenti all’attività industriale,   SIN – Sito di Interesse Nazionale per le Bonifiche “Laghi di Mantova e Polo Chimico”.

La contaminazione della zona venne  accertata  sulla base dei dati  disponibili del Ministero dell’Ambiente, i quali stabilirono la presenza di una contaminazione da metalli, da BTEXS, da idrocarburi leggeri e pesanti e da diossine nei suoli e di una contaminazione da metalli, da composti organici aromatici, da composti alifatici clorurati cancerogeni, da composti alifatici clorurati non cancerogeni IPA, MTBE, ETBE e da idrocarburi totali nelle acque di falda.   Durante gli anni ’90 il Petrolchimico è stato oggetto di 14 processi penali per reati correlati con l’inquinamento ambientale e gli impatti sulla salute.

 

Ad intervista conclusa, il Paesaggio, lo “spirito del luogo “*** si smaterializza, svanisce. Per terra c’è un biglietto con scritto “pensateci”.

– ***Genius Loci ( Christian Norberg-Schulz ed. Electa 1992).

 

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Segretario).

 

Info:

http://www.coemm.org

http://facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage

 

 

Mauro Mariotto

Blogger Mantova

 

Condividi su:

2 thoughts on “Matita&tastiera: le interviste nella settimana38

  1. Sono in pochi a chiederselo, ed in molti a non comprenderlo.
    Con pazienza e consapevolezza, sicuramente si incrementerà l’Amore verso gli esseri Umani e di conseguenza per il Paesaggio che ci ospita. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *