Home>Blog>Cultura>Pubblicità al Progresso, Marcaria: La Casa di Carta 2
Cultura

Pubblicità al Progresso, Marcaria: La Casa di Carta 2

 

Abitare sano.

Autotutela della salute, possibile?

Questo attraverso l’affermazione  di principi avanzati di politica sanitaria, promuovendo una nuova cultura della salute, diffondendo comportamenti positivi.
Modificando comportamenti dannosi, sperimentando nuove metodiche per la trasmissione dell’informazione, si potrà giungere attraverso un Progetto finalizzato, a modificare i comportamenti individuali e collettivi che interagiscono con la tutela della salute e conseguentemente la qualità della Vita.

 

Sono tre livelli, tre destinatari, che consentono di tradurre in pratica il principio secondo cui, organizzazioni esterne alla Sanità, adeguano il loro intervento, in modo da portare un valido contributo alla salute dei cittadini.

  1.  I professionisti: chi progetta e costruisce, avrà il compito di diffondere e radicare, in maniera incisiva, una spiccata sensibilità, al rispetto delle procedure che possono garantire un’abitazione più salubre, superando la sola valutazione economica.

 

2. Chi Controlla e Norma, per evitare di “contenere” l’intervento ad una mera azione di vigilanza, fornirà legislazione per Buone Pratiche.

– Chi acquista: permettere anche al cittadino, non esperto, di poter conoscere  i requisiti per una abitazione atta al recupero dello stress psico-fisico.

 

Come viene tutelato il diritto alla casa a livello Legislativo, e come lo considera  la nostra costituzione?

Diritto alla casa

1)    Il concetto della Casa come elemento sostanziale dello sviluppo economico e dell’assistenza alla famiglia fu introdotto per la prima volta da Luigi Luzzatti: era l’anno 1903 e il Parlamento Italiano approvò la cosiddetta “Legge Luzzatti”,    affidando alla comunità  il compito attraverso azioni concrete, da qui nacque l’Ente   case popolari.

2)   nella “Carta Sociale Europea”, adottata a Torino nel 1961, assunta dal Consiglio d’Europa come strumento a tutela dei diritti umani, complementare alla “Convenzione europea dei diritti dell’uomo”.

 

 

La Carta è stata incorporata nell’ordinamento italiano a seguito della ratifica avvenuta con le legge n. 30/1999, per cui il diritto all’abitazione ha assunto un significato precettivo chiaro e definito.

3)   La nostra Carta Costituzionale non riconosce in modo esplicito il diritto alla casa.

 

Articolo 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

 

Se ne parla indirettamente all’art. 14 comma 1,riferendosi al domicilio, definito “inviolabile”.

 

Articolo 25
1. Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari;

l’art. 47, comma 2 attribuisce alla Repubblica il compito di favorire l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione.

IM000931.JPG

5)   Tutela della salute:

Articolo 32. La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

QUALI AZIONI

Alcuni riferimenti per comprendere l’accesso a procedure in sintonia con la natura, per il rispetto del Paesaggio che ci ospita, per consegnare alle nuove generazioni,  un ambiente urbano- sociale- naturale, migliore di quanto ereditato dagli avi.

http://Retecittasane.it

http://comunivirtuosi.org

 

* le fotografie post titolo ( ambiente naturale) sono state messe a disposizione da Vanessa Ganfolfi / verdure sott’Oglio  -Marcaria2

** ha collaborato all’ organizzazione dell’articolo Daniele Mariotto -Marcaria2

http://danielemariotto.it

 

Mauro Mariotto

Blogger Marcaria MN

 

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano e seguono le linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore).

Per Info:

http://coemm.org

http://facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *