Home>Blog>Cultura>Matita&tastiera: nuovo intervento di Maurizio. Punto Nave
Cultura

Matita&tastiera: nuovo intervento di Maurizio. Punto Nave

 

 

Punto Nave!
Messaggio ai Referenti, Capitani e Persone Ospiti dei CLEMM, che seguono il Progetto COEMM!

Dopo aver lungamente lavorato per portare ad evidenziare le vere cause di crisi e povertà, in Italia e nel Mondo; dopo le tante iniziative culturali promosse dal Progetto COEMM, è giunto il tempo di fare un puntuale ed etico “PUNTO NAVE”. Il fine di tutto ciò, è far fare uno spedito “salto di qualità” al Progetto stesso.

Sappiamo di alcune Persone che si dicono e ci dicono i essere “stanche”, perché la Carta Servizi non è ancora partita! O, addirittura, che la “carta servizi non arriverà mai”!!!

E quindi il caso di riflettere bene e dare la nostra versione formale su tutto:
1. Quindi: invece di dirsi “stanchi” di seguire il Progetto COEMM, non sarebbe bene osservare quanto servirebbe “essere stanchi” per la cruda e drammatica realtà che c’è fuori dal Progetto COEMM? Da quel che vediamo Noi di COEMM è giunta l’ora d’avere il coraggio di dire a se stessi ed agli altri, quali vie intraprendere per cambiare la realtà assurda che c’è in Italia per 20 milioni di Persone (numero sempre più in aumento). Chi sa i veri motivi di crisi e povertà, non può più essere scusato dal fare spallucce!
2. Di conseguenza: cosa fa ognuno di noi, per cambiare drammi e perdita di dignità dei nostri figli, amici e altrui Persone?
3. Inoltre: Quando mai c’è stato il minimo richiesto di UN CLEMM in ognuno dei Comuni Italiani (con 11 Persone ben consapevoli dei grandi valori del Progetto COEMM)? Mai! E il sacrificio per stare con Noi qual’è? Una libera donazione di un euro al mese? L’abbiamo sempre detto: per convincere gli Investitori, è fondamentale negoziare il rapporto con gli Investitori puntando al rialzo della negoziazione e non al ribasso.

Bene, questo “Punto Nave” deve servire molto, anche a svegliare chiunque dica di sentirsi “stanco”; rendendo tutti consapevoli che il nostro Progetto culturale e sociale – fino ad oggi – non ha eguali al Mondo!

Solo Noi, infatti, stiamo dicendo come si può cambiare il paradigma obsoleto e dis-Umano che, quasi tutti, alimentano da sempre!
Tutto il resto è (purtroppo) fuffa!
Si è vero: hanno iniziato a parlare di dignità, denominandone pure un decreto, ma i contenuti di quel che si dice ai vertici dei vari partiti politici è davvero di poco costrutto. Molti si accorgeranno dei drammi dell’ennesimo politichese fra un annetto circa…

Descritto quanto sopra, per iniziare, diamo spiegazione dettagliata dei perché questi miei post siano spesso molto lunghi!

Non potendo ancora utilizzare diffusamente mezzi e strumenti TV e Stampa, al fine di preservare il Progetto COEMM da quegli eventuali infiltrati che fanno e farebbero di tutto per screditarlo ed abbatterlo, con questi miei post, rimane fermo ed etico il “vero e formale punto di vista” del Progetto COEMM.
Essendo un progetto che aggrega tante e tante Persone, il passa parola, infatti, il più delle volte, è distorto e privo di ufficialità (ma può venire preso per buono per il solito vizio di credere che “Tizio” abbia riportato bene il pensiero di “Caio”). Specie in questo periodo di transizione fra la vecchia piattaforma web e la nuova.

Come dicevamo, a questo punto, serve un “PUNTO NAVE” per far fare il vero salto di qualità, anche in funzione dell’avvenuto riconoscimento di “Soggetto Para-Istituzionale”, che l’Associazione COEMM ha ottenuto da alcuni massimi livelli istituzionali in questi ultimi mesi (ce lo dicono informalmente alcune Personalità Istituzionali che ci hanno per lungo tempo monitorato).

Tale buona nomea, ci permette di puntare dritti alla meta finale: realizzare i valoriali esempi pilota, nei diversi campi e comparti sociali, compreso quello della presentazione e diffusione della “Carta Servizi/Quid”! Un esempio pratico che sbaraglierà ogni concorrenza e detterà il vero esempio pilota affinché altri possano copiare (e ,magari, fare meglio).

La dimostrazione di praticità del nostro Progetto e la situazione generale, alla data del 31/07/2018, è quindi la seguente:
1. 65.421 aderenti/iscritti alla Piattaforma ItaliaSeiTop (più di un migliaio si è iscritta per “rompere”, inviando subito la disdetta, sperando di coglierci in fallo sulle nuove regole della privacy.Sic!).
2. Oltre 130.000 accessi per verificare cosa vi fosse all’interno della piattaforma stessa…
3. 8.960 CLEMM risultano attivi. Di cui 836 Dedicati.
4. La penetrazione dei Comuni Italiani dei CLEMM è pari al 69,23% (ricordando che il 30% dei Comuni mancanti, è fatta da Comuni con popolazioni sotto le 400 unità totali);
5. A noi del COEMM non sfugge che, tra questi nuovi iscritti alla Piattaforma – oltre 35mila – NON versi la propria libera donazione. Possibile non capirne il significato valoriale verso gli Investitori? Si sappia, però, che al momento opportuno la donazione ed il selfie mensile diventeranno termine di obiettiva valutazione sull’Allineamento al Progetto COEMM;
6. Il lavoro, per rendere performante e definitiva la Piattaforma ItaliaSeiTop, continua comunque in modo molto spedito! Va capito che, tale piattaforma, non è un sito qualsiasi, ma un vero e proprio canale di gestione di molteplici servizi. Per altro, tenendo conto delle Leggi sulla tenuta dei dati personali e sensibili. Riteniamo quindi, che per la fine di agosto prossimo si dovrebbe riuscire a far iscrivere alla Piattaforma i ritardatari, ma anche quei nuovi entrati che renderanno sempre più marcata la qualità del Progetto COEMM. Stanno entrando, infatti, veri e propri opinion leader dei vari rispettivi territori Italiani. Questo, perché serve indicare una via realistica al cambiamento di paradigma sul quale tutto poggia;
7. Malgrado ostacoli di ogni natura, altresì, va detto che stiamo arrivando alla negoziazione ultima con quelle Personalità (Giuridiche e Fisiche), una o più delle quali, dovrà assumere il ruolo di azionista della nuova Società Estera (quella delegata dalla Fondazione CEIDA ad erogare il contenuto valoriale della Carta Servizi). Questa operazione è in dirittura d’arrivo (ci sono tre soggetti importantissimi e di livello Top Internazionale). Questa è la fase più delicata. Per completare l’opera, infatti, serve saper negoziare l’entrata nella suddetta società estera concedendo, al potenziale nuovo entrato, una quota minima, al fine di non incorrere, un domani, in eventuali e possibili voglie di scalata e di OPA ostili al Progetto COEMM. Questo è infatti un progetto privato, di ingegneria economico, sociale e finanziaria – non profit – il quale, proprio per ciò che indica, ha convinto alcuni Investitori Internazionali. Per tali motivi, serve effettuare ogni passo con il massimo delle attenzioni.
8. Abbiamo altresì dimostrato, sin qui, un programma sociale di equilibrio democratico, che nessuno al Mondo aveva mai pensato; e, ancor di più, abbiamo avuto il coraggio di proporlo in Pubblico. Ciò, malgrado incomprensioni, attacchi e contumelie che avrebbero abbattuto chiunque. Invece, con umiltà e dimostrazione, siamo qui sempre più convinti della nostra etica coerenza, nonché delle ipocrisie di un sistema finanziario e politico oramai nella confusione totale.
9. Oltre alla cosa più importante sul programma di cambio di paradigma economico e sociale, per raggiungere l’equilibrio costi-benefici, che da sempre promuoviamo, abbiamo anche presentato innumerevoli soluzioni già operative: a) il nano processore Skudo del Prof Nicola Limardo, che preserva dalle dannose onde elettromagnetiche scaturite dalla batteria del telefonino; b) il progetto EcoFoodFertility del dott Luigi Montano, che indica quanto un territorio inquinato incide negativamente sulla fertilità del genere maschile (oramai ridottosi del 40%); c) le straordinarie capacità scientifiche del dott Daniele Tedeschi e delle sue ricerche sulla mappatura del DNA, che permettono di stabilire le malattie che potrebbero insorgere nel nostro futuro e trovarvi le soluzioni; d) le straordinarie capacità pratiche del progetto Espansione Sensoriale della dr.ssa Mara AMIRZHANOVA, che porta dei bimbi in età dai 7 ai 12 anni, opportunamente bendati, a vedere oltre tale benda; e) le straordinarie capacità cognitive e mnemoniche del progetto Lettura 3D dell’amico Filippo Rossi, che permette, a chiunque si eserciti con degli esercizi mirati, di studiare libri, di oltre 400 pagine, solo sfogliandone e memorizzandone le pagine; f) la straordinaria potenzialità del “Combustore”, una macchina che disgrega ad emissioni zero, quasi ogni prodotto gli si inserisca al suo interno; g) come poter costruire un’abitazione con metodi moderni: in breve tempo, con bassissimo impatto ambientale e un risparmio di energia notevolissimo (vedi brevetti della società Polifar di Zero Branco-TV); h) aver portato alla ribalta metodi innovativi e naturali per produrre ogni tipo di alimento e bevanda naturale in agricoltura (sotto la guida del Prof Giuseppe Altieri). E sempre grazie al Prof Giuseppe Altieri, abbiamo promosso una campagna di sensibilizzazione che ha permesso di produrre una prima ordinanza Comunale che vieta i pesticidi a 300 mt. in linea d’aria da ogni caseggiato abitativo ( Vedi ordinanza del Comune di Patrosino in Sicilia); I) soprattutto, abbiamo portato tanta Gente, in tutta Italia, a riunirsi periodicamente ed a capire quali siano le vere e cicliche cause di crisi e povertà. Spiegando un programma economico e sociale innovativo che permetterebbe di risolvere ogni crisi, partendo da una moneta complementare di Stato. Azione, quest’ultima, che supera ogni altra per valore sociale e ci lancia nell’Olimpo dei punti di riferimento Mondiali che faranno la buona storia.
10. Abbiamo costruito una ottima rete di Referenti del Progetto COEMM in ogni Regione e Provincia d’Italia, oltre a quelli Comunali nel quasi 70% dei Comuni Italiani. Da essi, giunti a questo punto, chiediamo il vero salto di qualità valoriale: non si può essere Referenti del Progetto COEMM se non lo si condivide appieno! La maggioranza di questi valorose Persone è la vera ed autonoma spina dorsale del Progetto COEMM. Una maggioranza fatta di Persone di enorme umanità, sensibilità e capacità. Persone che – fino ad oggi – si sono spese senza chiedere nulla e ad investire sul Progetto COEMM gran parte del loro tempo quotidiano, sacrificandolo alle loro famiglie. A loro il nostro grande plauso e la riconoscenza che sarà premiata ampiamente.
11. Per ultimi, una menzione particolare la dobbiamo a Capitani e loro Persone Ospiti, di almeno il 40% dei CLEMM iscrittisi alla vecchia e nuova piattaforma. Persone meravigliose che hanno compreso la svolta epocale che il progetto sta promuovendo in Italia. Grazie a tale prezioso numero, fino a questo mese, abbiamo potuto erogare mensilmente aiuti a molta Gente. Anche se il COEMM non è nato per fare beneficenza, ma per indicare un possibile e democratico cambio di paradigma economico, sociale e finanziario. Ci si ricordi di questo passo: tante brave Persone hanno riacquisito dignità e speranza, proprio grazie ai molti che hanno fatta la loro mensile e umile donazione. Soprattutto, quelle donazioni ci hanno permesso di crescere in autonomia e realizzare tante opere concrete.

Detto quanto sopra, visto l’imminente prova che faremo anche sulla Carta Servizi, non c’è più spazio, quindi, per chi non vuol comprendere il Progetto COEMM. Specie fra Referenti Regionali, Provinciali e Comunali. Le suddette Figure, a differenza di Capitani e P.O. (che sono sempre stati liberi di seguire, o meno, quel che dice di ufficiale il Progetto COEMM), hanno un obbligo morale: crederci e diffondere il credo progettuale. Altrimenti, per chi ritiene che fuori dal Progetto COEMM ci siano progetti migliori per cambiare la drammatica realtà, è bene parlar chiaro e fare un passo indietro! Rimarranno (se vorranno), Capitani e/o P.O. del loro Salotto Solidale. Al momento topico, saranno altrettanto premiati come ogni Capitano e P.O. (Allineati al Progetto COEMM).

Noi, abbiamo bisogno di Persone che fotografino la realtà drammatica che esiste in Italia e nel Mondo e accettino di elevare occhi e cuore, facendo solo passi avanti. Piccoli ma etici, costanti e determinati!

Fra le tante teorie in auge, infatti, molti studiosi ripetono da tempo che, dall’anno 2022, la Terra inizierà a ribellarsi agli scempi che gli Esseri Umani stanno perpetrano ai danni dei loro simili.

Noi vogliamo, umilmente, ma con determinazione assoluta, contribuire a far riflettere l’1% della Popolazione d’Italia, ovvero quell’1 che modifica in meglio il restante 99!

Oggi, si deve e si può!

Maurizio Sarlo

 

 

“Siamo in una fase intermedia, ove le Principali  tappe, sono già state state superate.

Mancano  alcune procedure che richiedono molta attenzione, molta cura nella definizione, nella impostazione, nelle scelte.

La pazienza è necessaria da parte di chi leggendo la cronistoria, l’evoluzione del Progetto, si rende conto della sua complessità, dei “ cedimenti”  che si potrebbero  ritrovare, se   proposte  soluzioni,  non ben monitorate.

La simulazione dei rischi.

Viene praticata nella ingegneria strutturale, per verificare, il comportamento rispetto alle sollecitazioni, di un componente prefabbricato.

 

I ponti sono composti da moduli, ( legno , acciaio, cemento armato precompresso)  verificati a calcolo e successivamente con strumentazione informatica verificate ulteriormente le reazioni alle sollecitazioni.

Le verifiche, i controlli, la programmazione impostata.

Noi possiamo aspettare, ( come quella fatidica metà, degli iscritti al Portale, che non versano, quel fatidico euro- mensile), oppure agire nel nostro piccolo, per vedere cosa succede.

Si perché il progetto viene realizzato anche grazie alla azione della base: ovvero da coloro che vorranno mettersi in gioco, con i loro piccoli passi.

Passare all’azione, sensibilizzando con il “fare” i pantofolai,  affezionati allo schermo delle notizie costruite, e non dalle “ buone notizie, che periodicamente ascoltiamo di lunedì sera.

Basta poco”

 

https://www.facebook.com/CFP-Blogger-222644711705372/

http://www.coemm.org/

 

https://www.facebook.com/blogcq24italia/

 

https://www.italiaseitop.me/portale/cms/index.php/it/

 

 

Mauro Mariotto

Mantova

 

Condividi su: