Home>Blog>Cultura>Matita&Tastiera, Marcaria: Scelte di Politica Locale
Cultura

Matita&Tastiera, Marcaria: Scelte di Politica Locale

 

Chi fa scelte corrette ?

il Progetto parla chiaro. Sempre, nei convegni,  e negli interventi a livello  provinciale, attraverso la buona comunicazione diffusa, attraverso le recensioni di quanto avviene nei comuni piccoli, medi, grandi.

Gli sforzi della piccola realtà diffusa, di base,  per portare notizie, avvenimenti, azioni condotte, gestite a livello capillare.

Realta’ che produce, che comunica che agisce, con volontà,   fine e sublime.

il Progetto/Progresso è già da tempo avviato attraverso i piccoli, medi, passi,della comunicazione, che imperterrita procede.

 

In libertà d’azione,  in condivisione di idee, considerazioni, a livello di scelte che fra non molto, grazie all’impegno di tutte/i diverranno proposte concrete nei Consigli comunali,  nelle Sale  consiliari,  nei consigli comunali aperti.

 

( Mostasu delle Cossere- angolo corso Goffredo Mameli Bs).

Purtroppo la pazzia la rileviamo nei nostri amministratori…..quella fortemente tossica.

Problemi per Mantova:
1) inceneritore
A Mantova la % più alta in Italia di nascite con malformazioni,
4,88% dei nati affetti da malattie congenite.

(per l’europa Max ammesso 2%)
Ma per gli amministratori dopo gli studi di “valutazione d’impatto”
è tollerabile l’inquinamento che verrà prodotto, dalla Cartiera / inceneritore.

2) affidati gli Appalti  per le pulizie
all’Ospedale di Mantova.
Per gli amministratori della società-ospedale, val bene risparmiare e giocare al ribasso.

 

( estremità decorativa al pilastro di cancello carraio in proprietà privata Marcaria Mn)

3) Parcheggi  in rifacimento al Carlo Poma. Dagli anni 40 un caratteristico chiosco presidiava la  zona destinata ad essere rinnovata con parcheggi ordinati e con verde.
Spazzato via tutto, in attesa della riorganizzazione.

4)  Se attiviamo accordi commerciali con la Cina, in positivo, Trump ci può cacciare dalla Nato. Problemi?

Considerazioni:
Siamo alla frutta !  L’attenzione all’ambiente, ma soprattutto  alla salute dei cittadini viene considerata zero.
La struttura Ospedale da azienda deve rendere profitto, non tutelar  i pazienti….
Residui di strutture datate, non servono a nulla, la tradizione di piccoli modesti chioschi debbono lasciar spazio alla modernità…. di un parcheggio.

( questa struttura a Berlino)

Dal Sole24ore odierno,  scopriamo
Suor Alessandra Smerilli, economista della Cei: tutto è connesso: economia e lavoro, spiritualità ed ecologia.

Dai timori,  delle origini del suo studio, ove economia corrispondeva ad amministratore, dei conti.

Ma sempre  numeri, algoritmi, percentuali, riguardano i suoi approfondimenti:

economia ed ecologia hanno la stessa radice. “Non si può ascoltare il grido dei poveri, e dei giovani fra i poveri, senza ascoltare il grido della terra, perché sono lo stesso grido.”

Il conto salato che la terra ci pone ogni anno e che noi dimentichiamo ( ricordiamoci la piazza degli studenti il 15 pv).

 

Quale nuova opportunità?

I segnali giungono da ogni parte.

Dagli  umili dagli oppressi dagli idealisti.

Biologo consigliato:

Gabriele Scalmana
laureato in scienze naturali e biologia, incaricato per la pastorale del creato nella diocesi di Brescia, docente di Teologia e sapere scientifico presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Università Cattolica di Brescia. Ha pubblicato: Scienze della Vita (La Scuola, 1998), Teilhard de Chardin, la fede e la scienza (In Dialogo, 2000), La Terra (La Scuola, 2007) e molti articoli sia a carattere naturalistico che teologico (soprattutto su Quaderni teologici del Seminario di Brescia, Morcelliana).

 

Mauro Mariotto

Blogger Marcaria Mn

 

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano e seguono le linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Per Info:
http://coemm.org
http://facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *