Home>xRegioni>Nazionale>INDOSSANO MAGLIETTA ANTIRAZZISTA, PICCHIATI
Nazionale

INDOSSANO MAGLIETTA ANTIRAZZISTA, PICCHIATI

Picchiati per avere addosso una maglietta del cinema America. E’ accaduto  a Trastevere a Roma a 4 ragazzi, aggrediti da una decina di 30enni. I 4 sono stati avvicinati dagli aggressori i quali, dopo avere notato le magliette hanno dapprima chiesto di toglierle e poi li hanno aggrediti con bottigliate, pugni e testate. A denunciarlo uno degli aggrediti, il ventenne David Habib, ricoverato al Fatebenefratelli: per lui un trauma con fattura scomposta alla piramide nasale. Un altro degli aggrediti ha riportato tre punti sul sopracciglio destro.

“Eravamo a San Francesco a Ripa, all’inizio erano in due, hanno iniziato a insultarci – racconta David come riportato sulla pagina Facebook del Cinema America- e in pochi minuti da 2 sono diventati 4 e dopo una decina, non siamo riusciti a scappare né a difenderci, non ci hanno lasciato liberi nemmeno di andare via. È stato un assalto pieno di violenza, che non riusciamo a comprendere, noi non abbiamo nemmeno risposto alle loro provocazioni. Io non ho acconsentito a togliere la maglietta e la conseguenza è stata una testata sul naso, che domani devo operare d’urgenza. È evidente che avessero già deciso di aggredirci. Abbiamo avuto la sensazione che ci avessero seguito da Trilussa fino a piazza San Calisto”.

“Trastevere – continua – è un punto di riferimento e luogo di aggregazione per tutti dove molti ragazzi persino più giovani di noi passano le loro serate, anche in occasione delle proiezioni del Cinema America. Non smetteremo di frequentare i territori di questa città liberamente e di rivendicare le nostre idee, come non smetteremo di partecipare alle proiezioni a San Cosimato e di indossare la maglietta del Cinema America”. “Noi ragazzi del Cinema America – si legge nel post- denunciamo questo atto gravissimo in una città e paese allo sbando dove la violenza non viene più condannata, ma anzi difesa e sdoganata da chi ci governa come strumento di giustizia. Ci costituiremo parte civile e sosterremo le spese legali. Non smetteremo mai di indossare le nostre magliette e lanciamo un appello a affinché si indossi tutti insieme una maglia bordeaux”.

In serata è arrivata la condanna del premier Conte: “Pochi anni or sono un gruppo di ragazzi si è organizzato ed è intervenuto a salvare dalla demolizione il Cinema America di Trastevere. Da quell’esperienza è nata l’associazione oggi denominata “Piccolo America”, che ha curato varie rassegne estive, gratuite. Ieri alcuni giovani presenti all’arena romana di piazza San Cosimato sono stati aggrediti perché non hanno ceduto a un gesto di sottomissione: non si sono tolti la maglia bordeaux col logo dell’Associazione, sinonimo per gli aggressori di fede “antifascista”. Aspettiamo le necessarie verifiche, ma se i fatti fossero confermati sarebbe un episodio gravissimo, aggravato dalla intolleranza ideologica”.

https://www.italpress.com/cronaca/indossano-maglietta-antirazzista-picchiati-4-ragazzi

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *