Home>Blog>Politica>SAPPIAMO CHI CI GOVERNA VERAMENTE?
Politica

SAPPIAMO CHI CI GOVERNA VERAMENTE?

Il Governo Conte (M5S e Lega) in carica dal primo giugno 2018 è il sessantacinquesimo esecutivo della Repubblica Italiana.

MA SIAMO SICURI CHE SIANO PROPRIO QUESTE LE PERSONE CHE CI GOVERNANO?

Tranquilli, non voglio annoiavi, ne parlarvi della solita politica con discorsi filosofici, diplomatici e spesso volutamente incomprensibili, anche perché io ero la prima fino a poco tempo fa a voltare pagina appena mi si presentava dinanzi questa parola, non perché non me ne importasse niente ma perché ci ho sempre visto molto marciume, corruzione, ipocrisia e falsità.

Se c’è una cosa che proprio non sopporto sono le ingiustizie e purtroppo al governo (organo che dovrebbe tutelare il bene del popolo) ne vedo sempre di più.

Credo che un governo dovrebbe fare prima di ogni cosa l’interesse dei cittadini e sopratutto mantenere le promesse fatte con lo scopo (unico) di raccogliere voti per essere eletti e portarsi a casa qualche decina di euro al mese e chi se ne frega del resto. Già questo io lo vedo come alto tradimento al popolo sovrano.

Finché al governo regnerà l’egoismo, dove ogni parlamentare pensa solo ai propri interessi la situazione in Italia sarà sempre la stessa.

L’unico modo per cambiare le cose è quello di trasformare l’egoismo in altruismo.

A me hanno insegnato che ciò che conta veramente è l’amore verso se stessi e verso il prossimo, invece quello che domina oggi è l’ingordigia verso il denaro e ogni sorta di bene materiale. Così facendo stiamo seriamente rischiando di togliere il futuro alle generazioni che ci saranno dopo di noi.

Siamo veramente certi che è tutta colpa dei governi quello che sta succedendo oggi in Italia o all’estero? E se tutti questi ministri che vedete nella foto sopra, fossero dei burattini nelle mani di potenti lobby, cioè «loggia». (La modalità di azione con cui esso si inserisce esercitando la propria pressione sul sistema politico viene denominata lobbying). Poteri forti a cui sono obbligati in qualche modo molto convincente a sottostare.

Io vi consiglio di leggere con attenzione quello che sta scritto in questo articolo. Lascio a voi le conclusioni.

Una grande massa di persone sta prendendo sempre più consapevolezza di come stanno realmente le cose. Non tutto quello che ci viene mostrato in TV corrisponde a realtà, anzi oltre il 70% dei media in Italia è controllato, non è vero che c’è libertà di stampa. Quello che stanno facendo è terrorismo mediatico per incutere paura, schiavizzarci e costringerci a farci fare quello che vogliono loro.

Vi siete chiesti qual’è il loro obbiettivo?

Sapete chi stampa il denaro? Sapevate che da agosto 1971 non esiste più la convertibilità dell’oro in denaro e che quindi questo viene stampato oggi dal nulla da banche private? Di conseguenza non appartiene più allo stato ma a queste banche che lo prestano allo stato in cambio di enormi interessi i quali vengono poi pagati dal popolo. Sapete che tutto il denaro in circolazione non basterebbe per estinguere il debito pubblico di cui parlano continuamente le TV e i giornali? In realtà il debito pubblico non esiste, questo serve solo ad impoverirci sempre di più.

Questi governi non hanno nessun interesse ad aiutare il popolo perché sono governi corrotti da chi li manovra in cambio di fior di quattrini, sono semplicemente servi venduti, al loro servizio.

Sapevate che con una moneta sovrana l’Italia potrebbe creare dai 7 agli 8 milioni di posti di lavoro?

Questo lo dice Nino Galloni, ritenuto la persona più esperta per quanto riguarda la storia dell’economia italiana.

Aggiungo un breve filmato dove viene spiegato bene come funziona il denaro che le banche prestano.

Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione (Henry Ford)

Se solo avessimo la consapevolezza di tutto ciò che succede e di come ci stanno schiavizzando, che il lavoro se manca non è perché non c’è ma perché non ci deve essere, se esiste la povertà non è perché manca il denaro ma perché qualcuno ha interessi che ci sia. Se esistono certe malattie o se non si trova la cura per altre è perché si vuole che sia così. Non esiste il caso. E’ tutto voluto e premeditato.

Lo stato siamo noi e possiamo cambiare tutto questo, semplicemente perché lo vogliamo e perché abbiamo la facoltà, la capacità e il potere di farlo.

C’è un progetto che conosco ormai da tre anni, un progetto, come lo definisce l’ideatore “evoluzionario” ideato e voluto fortemente da una persona che se non è un folle, non può essere altro che un genio. Questa persona ha deciso di andare contro questo sistema.

Si chiama Maurizio Sarlo e da poco è diventato Segretario di un partito che ha deciso di promuove e condividere il progetto Coemm da lui fondato che è diventato da un’anno anche il programma politico del PVU (Partito Valore Umano).

Un partito che non si basa sui propri interessi come siamo abituati a vedere oggi ma sull’Amore, sull’altruismo, oltre che sull’etica.

Un partito che ha deciso di rivoluzionare tutto questo sistema marcio in cui stiamo vivendo, che vuole eliminare la povertà, che va controcorrente come i salmoni, mentre tutti remano dalla parte opposta perché ha deciso di mettere al primo posto il benessere dell’uomo e della natura, non il denaro.

Potrebbe sembrare utopistico? Impossibile? No! Non lo è affatto! Si può fare, basta crederci e volerlo veramente!

Ogni cosa nasce prima da un sogno che poi diventa un progetto e che al momento giusto si realizzerà.

Non credo che esista un programma politico che possa uguagliare o superare questo:

PROGRAMMA POLITICO DEL PARTITO VALORE UMANO

Stato solidale ed etico per abbattere le povertà, le disuguaglianze sociali assicurando un medesimo punto di partenza a tutti i cittadini affinché si possa far emergere il talento di tutti – Centralità dell’essere umano, politiche di sostegno alle famiglie, reddito di dignità. Il tutto finalizzato al raggiungimento di un naturale equilibrio costi/benefici. Oggi, si deve e si può!

    1. Rispetto della sovranità e specificità culturale degli stati membri salvaguardando la sovranità politica e monetaria: a credito per infrastrutture e servizi strategici. Graduale revisione totale dell’istituto fiscale, proprio per il raggiungimento del valoriale equilibrio costi/benefici;
    2. Comunicazione trasparente, partecipata, libera, contro abusi e conflitto di interessi; abolizione dei segreti di Stato e di tutti gli ordini professionali, riportando le competenze ai relativi ministeri;
    3. Riorganizzazione delle competenze e funzioni statali con semplificazione legislativa: una sola Camera ed un Senato dei saggi di solo indirizzo; abolizione delle Regioni e rivalutazione delle 110 province italiane, con l’aggiunta ad istituzione parificata delle 100 grandi città. I comuni diventano di esclusivo indirizzo sociale. Riorganizzazione e ottimizzazione di tutti gli enti pubblici intervenendo con i supporti tecnologi e telematici;
    4. Agricoltura sostenibile ed ecologica in equilibrio e nel rispetto della natura e valorizzazione del patrimonio storico-culturale, ambientale e turistico;
    5. Magistratura libera e responsabile con divisione delle carriere ed incompatibilità di esercizio delle funzioni nei territori di origine. Per i Magistrati che scelgono la Politica impossibilità a rientrare nei ranghi di funzione precedente. Riordino e potenziamento della sicurezza dei cittadini, delle Forze dell’Ordine e del Sistema Carcerario;
    6. Pubbliche Amministrazioni a servizio dei cittadini, manager con programmi, risultati e controlli oggettivi, controllo pubblico con gratuità dei servizi essenziali e strategici, scuola pubblica gratuita, sicura, omogenea con programmi e metodi didattici aggiornati;
    7. Riforma del lavoro, rimodulazione dell’orario a 4 ore per ogni turno (a parità di stipendio), secondo un piano di riforma che incentiva l’Impresa del modello micro/piccolo/medio e dell’età pensionabile. Sviluppo della ricerca, delle tecnologie innovative e implementazione delle nanotecnologie. Rilancio delle piccole e medie imprese escludendo la globalizzazione e potenziando il global-local;
    8. Programmazione della spesa pubblica attraverso indirizzi dell’istituito Senato dei Saggi e costante raffronto con la base della Cittadinanza.
    9. Sanità pubblica gratuita con revisione dei protocolli esistenti, apertura alla medicina naturale e quantistica, libertà di scelta della cura con potenziamento della politica della prevenzione;
    10. Nuova visione della globa-localizzazione e rapporti etici d’avanguardia diplomatica con le altrui Popolazioni e Stati. Partendo dai valori storici di una Italia che detta buoni esempi da sempre.

     

 

PER CHI HA A CUORE UN NUOVO UMANESIMO

 

Se veramente vogliamo che qualcosa cambi, bisogna che iniziamo a cambiare e migliorare prima noi stessi e magicamente cambierà anche il mondo e le persone che ci circondano.  

Se può farti piacere leggere qualche mio articolo puoi trovarli cliccando su questo stemma  

 

La buona comunicazione: 
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore) Info: www.coemm.org https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/ 

Condividi su:

One thought on “SAPPIAMO CHI CI GOVERNA VERAMENTE?

Comments are closed.