Nazionale

NISTRI “EVITARE UN’ALTRA COLTELLATA A MARIO”

"Se è concesso a un comandante generale dei Carabiniere fare delle richieste, oggi ne avrei due: rispetto e riconoscenza. Si eviti la dodicesima coltellata al cuore d’oro di Mario. Sono legittimi i commenti, ma non oggi. Facciamo che i toni e i modi non siano la dodicesima coltellata. Mario è morto per tutti: a partire dall’equo trattamento che si deve anche a una persona che ha commesso un orrendo crimine".
Nazionale

CARABINIERE UCCISO, IL GIORNO DELL’ADDIO

Folla e commozione ai funerali del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega nella chiesa di Somma Vesuviana. All'arrivo del feretro - avvolto nella bandiera tricolore e caricato a spalla dai colleghi - amici, conoscenti e autorità, nel piazzale esterno della Chiesa e all'interno, si sono uniti in un lungo applauso. Presenti, tra gli altri, Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati, e delegazioni della Marina, dei Vigili del Fuoco e della Polizia
Nazionale

TIR IN FIAMME SU RACCORDO BOLOGNA, UN MORTO

Incidente mortale sul raccordo di Casalecchio (Bologna) dell'A14 che ha coinvolto tre mezzi pesanti, provocando un incendio. Uno degli autisti è morto, mentre un altro conducente è rimasto ferito. Intanto sul raccordo è stato riaperto al traffico il tratto tra Casalecchio e il bivio con la A14 in direzione dell'A1, precedentemente chiuso a causa dell'incidente. https://www.italpress.com/cronaca/tir-in-fiamme-su-raccordo-bologna-un-morto
Nazionale

IL VICEBRIGADIERE CERCIELLO ERA DISARMATO

"Cerciello non aveva l'arma. L'aveva dimenticata. Aveva però le manette, quindi per l'arma è stata probabilmente una dimenticanza". Lo ha detto Francesco Gargaro, comandante provinciale dei Carabinieri di Roma, sulla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, nel corso di una conferenza stampa. Il procuratore capo facente funzioni di Roma, Michele Prestipino, ha precisato che "i due indiziati sono stati interrogati dai magistrati nel rispetto della legge" "In una fase iniziale delle indagini, il
Nazionale

SETTIMO GIORNO IN MARE PER LA NAVE OPEN ARMS

Ancora senza soluzione la vicenda dei migranti a bordo della nave Open Arms, ferma nel Mediterraneo, in acque internazionali. "Settimo giorno senza un porto - scrive la Ong su Twitter -. A bordo, uomini, donne e bambini fragili, traumatizzati da violenze e abusi. E' rimasto ancora qualcuno a difendere i diritti e la vita? Serve subito un porto sicuro". La posizione del governo italiano non cambia, anche a fronte del
Nazionale

AGGUATO A ROMA, MORTO CAPO ULTRAS LAZIO

Omicidio nel Parco degli Acquedotti Roma. La vittima e' Fabrizio Piscitelli, detto "Diabolik", ultras della curva Nord del tifo laziale, capo degli Irriducibili. Secondo i primi accertamenti e' stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco alle spalle che lo ha colpito alla nuca, vicino l'orecchio sinistro. Piscitelli e' morto sul colpo. A dare l'allarme e' stato un passante. Sul posto e' arrivata la polizia scientifica. Ad indagare anche
Nazionale

TIR SU CANTIERE DELLA A14, MUOIONO DUE OPERAI

Tragico incidente sulla A14. La notte scorsa due operai sono morti dopo essere stati investiti da un tir sulla Bologna-Taranto, mentre lavoravano in un cantiere nel tratto tra il bivio con il Raccordo di Casalecchio e Bologna Borgo Panigale. L'incidente si e' verificato sulla corsia in direzione dell'allacciamento con l'A1, all'altezza del km 9. Le vittime sono due operai di una impresa esterna di Autostrade per l'Italia. "La loro attività
Nazionale

DOMENICA DA BOLLINO ROSSO SULLE STRADE ITALIANE

Domenica da bollino rosso sulle principali strade italiane. Traffico sostenuto in uscita dalle grandi città del nord già dalle prime ore della mattina, con rallentamenti più significativi sull’A1 e sulla A14 verso sud. E’ in vigore dalle 7 alle 22 il divieto di circolazione dei mezzi pesanti. Saranno in circolazione solo i veicoli commerciali autorizzati. Possibili rallentamenti alle stazioni autostradali a causa di uno sciopero nazionale del personale di esazione,
Nazionale

‘NDRANGHETA, SEQUESTRATI BENI PER 15 MLN

E' di 15 milioni il valore complessivo dei beni sequestrati dalla Dia di Genova, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, nei confronti di personaggi ritenuti affiliati alla cosca "Raso-Gullace-Albanese". Le misure, emesse dal Tribunale di Reggio, interessano conti correnti, depositi bancari, società, beni mobili e immobili. I sequestri sono stati compiuti nelle province di Savona, Alessandria e Reggio Calabria. I beni sono riconducibili a Carmelo Gullace (già
Nazionale

‘NDRANGHETA, BLITZ CONTRO UNA COSCA DI REGGIO

E' di 17 ordinanze di custodia cautelare (12 in carcere e 5 agli arresti domiciliari) il bilancio di una operazione della polizia, denominata "Libro nero", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, che ha scardinato la potente cosca Libri di Reggio Calabria. Nei confronti degli arrestati l'accusa di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione, turbata libertà degli incanti, porto illegale in luogo pubblico