Scienze

Forse tra un decennio si potrà osservare un wormhole

L'ipotetica porta spazio-temporale creata da Lewis Carroll e rappresentata dallo specchio che mette in comunicazione il nostro mondo con il Paese delle Meraviglie torna ad attrarre l'attenzione dei ricercatorii. Due recenti articoli scientifici, infatti, si interrogano sulle nostre possibilità di individuarla e su quelle di attraversarla.Andiamo con ordine e riassumiamo un po' di storia passata. Generalmente è prevista l'esistenza di tre tipi di viaggi possibili con i wormholes: tra due
Scienze

Con la scoperta di 20 nuove lune Saturno detiene ora il record

Giove può anche essere il re del sistema solare, ma Saturno ha un entourage più grande: gli astronomi hanno annunciato di aver scoperto altre 20 lune intorno a Saturno, portando il loro numero totale a 82, il valore più grande per qualsiasi pianeta del sistema solare. La quantità enorme arriva dopo poco più di un anno dall'annuncio degli astronomi di 12 nuove lune in orbita attorno a Giove e, con
Scienze

Un nuovo studio ringiovanisce l’universo

Secondo la teoria attualmente più accreditata, l'universo ha avuto origine con un'esplosione iniziale (big bang) più di 13 miliardi di anni fa e da allora si è espanso con varie fasi. Gli scienziati hanno legato teoricamente la sua espansione ad un parametro denominato costante di Hubble, collegato alla velocità con cui avviene l'espansione e di conseguenza all'età dell'universo.Hubble nel 1929 formulò la legge (già scoperta nel 1927 da Lemaître), che
Scienze

Scoperta acqua su un esopianeta che potrebbe ospitare vita

Dati raccolti dal telescopio spaziale Hubbe hanno rivelato per la prima volta agli astronomi impegnati a studiare gli esopianeti la presenza di vapore acqueo nell'atmosfera di un esopianeta. Anche se questo pianeta orbita attorno ad una stella più piccola del nostro Sole è posizionato in quella che viene definita la zona abitabile, ovvero una distanza tale dalla stella da permettere una temperatura in grado di garantire la presenza sulla superficie
Scienze

Trovate le stelle più antiche della nostra galassia

Un team di astronomi ha scoperto che alcune delle stelle che vediamo splendere in cielo risalgono al momento della nascita della nostra galassia, la Via Lattea. Formatesi pochi miliardi di anni dopo il Big Bang, esse hanno fatto parte di un fiorente gruppo di stelle che, nel corso delle epoche successive, sarebbe cresciuto e si sarebbe trovato nella galassia a spirale in cui viviamo oggi."Sono vecchie quanto le stelle più
Scienze

Individuati due buchi neri supermassicci pronti a scontrarsi

Due buchi neri, ognuno dei quali dalla massa equivalente a circa 800 milioni di masse solari, si stanno avvicinando l'uno all'altro, attratti dalla forza gravitazionale, e sono separati tra di loro da una distanza di circa 430 parsec (più o meno 1.400 anni luce). La loro distanza dalla Terra è invece di circa 2,5 miliardi di anni luce.Un team di ricercatori guidato da Andy D. Goulding dell'Università di Princeton li
Scienze

Individuata la provenienza di una radio esplosione spaziale

Molto tempo fa, in una galassia lontanissima, un oggetto misterioso ha lanciato un getto di onde radio nel cosmo. Lo scorso settembre, quel potente impulso si è ha incontrato con una serie di radiotelescopi nell'entroterra occidentale australiano. Anche se il passaggio del getto è durato solo pochi millisecondi, esso ha permesso agli scienziati di rintracciare l'origine della radio esplosione: una galassia situata a circa quattro miliardi di anni luce di
Scienze

Osservati due pianeti simili alla Terra in orbita attorno a una stella vicina

Un team di astronomi ha annunciato ieri che una piccola, vecchia stella a soli 12 anni luce potrebbe "ospitare" due pianeti rocciosi con temperature miti. Entrambi i mondi appena avvistati, in caso di conferma, sono quasi identici alla Terra per quanto riguarda la massa, ed hanno orbite che potrebbero consentire all'acqua allo stato liquido di fluire e riempire le loro superfici.Gli scienziati stimano che la stella ospite, nota come stella
Scienze

Enorme massa metallica trovata sotto cratere della Luna

Secondo uno studio effettuato da ricercatori dell'Università di Baylor, situata a Wako nel Texas, sotto il Bacino del Polo Sud-Aitken (SPA) della Luna si troverebbe una misteriosa ed enorme quantità di massa metallica della grandezza pari a 2 volte quella della Sicilia. Si tratterebbe del residuo di un asteroide che si è scontrato con il nostro satellite circa 3,6 miliardi di anni fa.Il bacino SPA è un enorme cratere meteoritico, di forma ellittica, che