Cronaca Politica

Renzi fa la scissione. Partito e gruppi pronti. Manca solo il casus belli. Obiettivo teorico, ‘stabilizzare’ il governo…

C’è la data: il 20 ottobre, decima edizione della Leopolda, attesa da tutti – protagonisti, sostenitori, avversari e osservatori – con la stessa ansia e trepidazione con cui si attendeva la prima (correva l’anno 2010, c’era pure Pippo Civati, con Renzi, poi però Pippo si perse nelle nebbie). C’è, ovviamente, il luogo: Firenze, da dove tutto è partito, sia la carriera personale dell’attuale senatore di Firenze-Scandicci (presidente della Provincia, sindaco
Cronaca Politica

Migranti, l’Italia assegna un porto alla Ocean Viking

L'Italia ha assegnato il place of safety, ovvero il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranea e Medici senza frontiere con 82 migranti a bordo. E' Lampedusa lo sbarco assegnato dalle autorità italiane alla nave umanitaria che ora si sta dirigendo verso l'isola. Si sta valutando ora se farla entrare direttamente in porto o fare il trasporto dei migranti su motovedette della Guardia Costiera. http://notizie.tiscali.it/politica/articoli/Migranti-lItalia-assegna-un-porto-alla-Ocean-Viking/
Cronaca Politica

Gli Ogm non fanno più paura. Apertura della neo ministra Bellanova, ma i 5S frenano: “Prima confrontiamoci”

Le dichiarazioni rilasciate dalla ministra a Radio 24 fanno sobbalzare Filippo Gallinella, esponente M5s e presidente della Commssione Agricoltura della Camera “Sugli Ogm voglio aprire un confronto rapidamente anche con le parti imprenditoriali, è un tema delicato che non va affrontato in modo azzardato”. Le parole per il momento sono generiche, ma conoscendo la posizione dell’Italia sugli organismi transgenici, quelle della nuova ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, suonano come un’apertura. Nel
Cronaca Politica

[Retroscena] Ecco chi sono i parlamentari decisivi per il Conte bis

Paradossalmente alla Camera, dove pure gli schemi sono più incasinati, è tutto più facile. I numeri di Pd, Cinque Stelle (e eventualmente Leu) sono più ampi e allora gli schieramenti del Misto presieduto dal sudtirolese Manfred Schullian sono quasi una ciliegina sulla torta, un fiocco sul pacco dono del Conte bis che, alla fine, potrebbe arruolare anche Gianfranco Rotondi, azzurro e democristiano, autoproclamatosi leader del "Partito della poltrona". A Montecitorio,
Cronaca Politica

Alta tensione nel governo, Conte da Mattarella. Il premier incaricato vuole andare avanti

Si complica la strada verso il nuovo governo guidato da Conte e composto da Pd e M5s. Dopo l’ultimatum di Di Maio, il presidente del consiglio incaricato si è recato a colloquio con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Conte è uscito in auto da Palazzo Chigi dopo le dieci ed è entrato al Quirinale poco dopo. L'ora scarsa di incontro viene descritto da fonti istituzionali come ordinaria prassi fra
Cronaca Politica

Tra nodo Mef-Viminale e rebus tecnici parte il totoministri: i nomi di cui si parla

Prima il programma, poi la squadra, avvertono Giuseppe Conte il M5S e il Pd. Ma tra i corridoi dei palazzi romani è partito già il totoministri. I fari sono puntati su Economia e Viminale. Al Mef in pole ci sono personalità tecniche: da Salvatore Rossi (ex direttore generale Bankitalia) a Daniele Franco (ex Ragioniere generale) e Lucrezia Reichlin, con la variabile politica di Roberto Gualtieri. Il Viminale  Il nome per
Cronaca Politica

Il M5S: senza il sì a Conte inutile vedersi. Salta il vertice delle 11

Le cose almeno apparentemente si complicano. È annullato il vertice in programma alle 11 tra le delegazioni del M5S, Luigi Di Maio e Giuseppe Conte, e del Pd, Nicola Zingaretti e Andrea Orlando. A quanto si apprende da fonti Dem, una telefonata è giunta da Palazzo Chigi al Nazareno per annullare l'incontro. Intanto la direzione del Pd sugli sviluppi della crisi di governo, che avrebbe dovuto tenersi oggi alle 18,
Cronaca Politica

La crisi di governo, lo strano silenzio dei leader rotto solo da Zingaretti

Mentre l’ultimatum di Mattarella per una svolta nella formazione del nuovo governo si avvicina (il termine scade martedì sera), i leader stanno inaspettatamente in silenzio. Nessun segnale da Salvini e Di Maio che solitamente sui social si fanno sentire. E mentre nella giornata politica di oggi non ci sono appuntamenti ufficiali fra le parti in campo, a rompere il silenzio è stato il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti. Zingaretti:
Cronaca Politica

M5s-Pd, è scontro sul nome di Conte. Il Pd: “Senza ultimatum e veti daremo un governo al Paese”. Grillini divisi su voto nella piattaforma Rousseau

"Ieri - afferma il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci - con la delegazione del M5S abbiamo stabilito un percorso per arrivare ad un accordo di governo serio e responsabile. Il confronto va avanti esattamente nelle modalità stabilite. Siamo convinti che, senza ultimatum e senza veti, riusciremo a dare un governo al Paese". Il Pd, di fatto, non gradisce i molteplici paletti imposti dai Pentastellati, in particolare l'imposizione di Conte