Home>Blog>Sociale>Discorso ai capitani 9 agosto 2017
Sociale Veneto

Discorso ai capitani 9 agosto 2017

Cari Capitani, mi rivolgo a voi stasera, non in veste di referente provinciale di Rovigo… non come leader di una provincia… ma semplicemente come essere umano!

Guardatevi un momento intorno, nei CLEMM di Rovigo abbiamo uomini e donne, giovanissimi e anziani, alti e bassi, grassi e magri, laureati e diplomati, credenti e atei…
Ma per noi oggi, questo non conta più!

Siamo saliti tutti sullo stesso aereo, dove stiamo partendo per lo stesso viaggio, lo stesso percorso, il medesimo credo, la stessa meta…
Come in una squadra, dove ci si fida, ci si aiuta e ci si guarda le spalle l’un l’altro, senza badare all’età, al sesso, al peso o con quale nome chiamate Dio.
Vero che a volte trascuriamo la nostra famiglia, ma lo facciamo per ridare alla famiglia il suo vero significato.

Oltretutto, in questo periodo ci troviamo ad affrontare la più spaventosa delle prove…

L’esame con noi stessi, di chi siamo veramente: la coerenza.

Un tema a me molto caro che affronteremo assieme il 30 agosto 2017 alla serata NOI SI.

In questo periodo ci attaccheranno, con tutti i mezzi mediatici al fine di far vacillare il nostro credo nel progetto.
Amici, parenti, fratelli, sorelle, genitori, magari qualche figlio… Ci faranno ancora le stesse inesorabili e importune domande: “Ma sei ancora lì?” “Ma ancora ci credi?” ecc…
Oppure semplici sconosciuti che ancora danno retta alle ombre della paura del cambiamento, troppo legati ancora ad un sistema che “non permette di cambiare” oppure “è troppo tardi ormai”!

Eppure qualcuno ci ricorda che: “per la prima volta nella storia del nostro pianeta, il genere umano possiede i mezzi tecnologici e il sapere per dare abbondanza a tutti!!!
La povertà si può abbattere e si abbatterà!”
Grazie sempre Maurizio per le tue parole ispiratrici…

Tutti noi, amici di percorso, sappiamo che, tutto ciò che è possibile fare, sarà fatto!
Tutti ci stiamo aiutando l’un l’altro, come? Semplicemente facendo ognuno il nostro compito. Nulla viene chiesto di più…

Ogni tappa della scienza, ogni singola avventurosa frontiera vinta con gli amici, gli scontri con le proprie famiglie, tutte le conquiste della moderna tecnologia, persino le guerre del passato… tutto ciò, ci ha fornito i mezzi per riuscire nel nostro intento…

Nel caos che regna nella nostra storia, fra i mille torti e le discordie, fra immensi dolori e sofferenze… c’è una cosa che ha sempre accompagnato il cammino dell’uomo fino ad oggi… e quella cosa è il coraggio!

Il coraggio di avere pazienza, il coraggio di credere, il coraggio di voler bene a tutti…

I nostri sogni, grazie al nostro coraggio, si rinforzano ogni giorno in voi capitani coraggiosi che guidate ognuno un gruppo di altrettanto coraggiosi PO, e che sapete contagiare loro con questo valore!
Ho visto e avuto conferma che siete anche in grado di trasmettere la fede e la certezza che la risonanza di pochi, diventa poi la risonanza di tutti…

Abbiate il coraggio di essere forti e di volervi bene l’un l’altro, questa è la nostra forza…
Mi sono spesso chiesto cosa posso fare io, in più, per voi…
In realtà ben poco, sono responsabile del mio cambiamento, non di quello degli altri, posso condizionarvi ma non posso imporvi, posso accompagnarvi ma non posso tirarvi, posso insegnarvi ad attraversare la strada ma non posso ogni volta prendervi per mano e attraversare…
E’ sempre una nostra scelta…

Ma nel momento in cui ci chiederanno di metterci la faccia, io sarò il primo a scendere in campo, ad aprire la strada agli altri, e sarò l’ultimo ad abbandonarlo, senza lasciare nessuno di voi alle spalle…

Buon viaggio… e in bocca al lupo per tutto quello che vi sta a cuore!!!

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/