Home>Blog>Scienze>SpaceX, il prototipo di Starship Hopper danneggiato dal vento
Scienze Veneto

SpaceX, il prototipo di Starship Hopper danneggiato dal vento

Prima di portare l’uomo sulla Luna o su Marte, SpaceX dovrà prima di tutto superare l’ostacolo del vento. Un prototipo della Starship Hopper, l’astronave che la compagnia fondata da Elon Musk ha intenzione di utilizzare per le future missioni, è stato infatti danneggiato dalle forti raffiche in occasione del lancio privato che era programmato in Texas. Il veicolo spaziale era stato recentemente presentato, con particolare attenzione ai rivestimenti in acciaio inossidabile, piuttosto che in fibra di carbonio come nei piani iniziali, e ai fori che permetterebbero all’astronave di far traspirare acqua (o carburante) e raffreddare così il proprio strato esterno.

Starship Hopper rovesciata dal vento



Un affascinante stile retrò e la promessa di portare, in un futuro non troppo lontano, i primi passeggeri oltre la Terra. La presentazione dell’astronave Starship Hopper aveva creato grande eccitazione, ma il primo inconveniente è arrivato forse prima del previsto. SpaceX era pronta a lanciare un prototipo della navicella, leggermente diverso da quelli che prenderanno parte alle vere missioni, da Boca Chica, in Texas. I piani prevedevano di far arrivare la Starship Hopper fino a circa 5000 metri di altitudine per poi farla rientrare per l’atterraggio. Niente di tutto ciò è stato possibile però, perché durante la notte, come annunciato dallo stesso Elon Musk in un tweet, venti fino a 80 km/h hanno letteralmente fatto cadere la navicella su un fianco danneggiandola. “Ci vorrà qualche settimana per ripararla”, ha dichiarato Musk.

Acciaio inossidabile e fori sullo scafo



In una recente intervista rilasciata a Popular Mechanics Musk aveva spiegato che la scelta di utilizzare l’acciaio inossidabile al posto del carbonio per la costruzione della navicella era legata a una maggiore resistenza alle alte temperature oltre che a un risparmio in termini di spesa. Inoltre, i piccoli fori presenti sullo scafo dell’astronave sono stati pensati per far ‘sudare’ l’astronave ed evitare così il riscaldamento. Tra i piani futuri di SpaceX c’è anche quello relativo alla navetta Crew Dragon, che dovrebbe trasportare gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Leggi tutto

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *