Home>Blog>Salute>Sport, come gestire gli allenamenti e i malanni di stagione
Salute

Sport, come gestire gli allenamenti e i malanni di stagione

Spesso gli amanti dell’attività fisica non apprezzano l’idea di interrompere la loro routine di allenamento, ma a volte fermarsi è importante per salvaguardare la salute. Gli esperti dell’Università del Colorado a Boulder suggeriscono a tutti gli sportivi di imparare ad ascoltare il proprio corpo e di valutare di volta in volta se vale la pena sottoporlo a degli sforzi o no. Solitamente, dei sintomi leggeri come un debole raffreddore o una tosse leggera consentono di dedicarsi all’esercizio fisico senza problemi, ma se sopraggiungono febbre, nausea, mal di testa o diarrea è meglio evitare l’allenamento in palestra o all’aria aperta.

L’importanza di pazientare

L’influenza o un forte raffreddore non devono essere sottovalutati. Potrebbero essere necessari fino a 10 giorni per ritornare del tutto in forma, dunque è necessario armarsi di pazienza. Gli esperti nordamericani suggeriscono di riprendere con calma gli allenamenti solo quando i sintomi della malattia sono passati del tutto. Nel caso dei malanni più lievi è possibile continuare a dedicarsi all’esercizio fisico, cercando però di non sforzarsi troppo e consultando prima un medico. È comunque opportuno evitare gli sport più intensi e concentrarsi su attività leggere. Chi non è del tutto in forma può quindi concedersi una piacevole camminata, svolgere una sessione di yoga, andare in bicicletta o fare qualche vasca in piscina, mantenendo sempre una bassa intensità ed evitando sessioni più lunghe di 30-45 minuti.

Le camminate invernali

In generale, affrontare il gelo della brutta stagione e uscire a fare delle lunghe passeggiate porta con sé dei grandi benefici: aiuta non solo a rafforzare il sistema immunitario, ma permette anche di migliorare l’umore e di non alterare il ritmo naturale veglia-sonno. Inoltre, lo psichiatra John Sharp del Beth-Israel Deaconess Center di Boston. spiega che evitare di stare al chiuso durante l’inverno aiuta a evitare il ‘disturbo affettivo stagionale’ e a essere meno pessimisti e affaticati. 

Leggi tutto

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *