Home>Blog>Salute>Ospedali Riuniti di Foggia, tumore alla prostata prevedibile online
Salute

Ospedali Riuniti di Foggia, tumore alla prostata prevedibile online

La svolta per la prevenzione del tumore alla prostata potrebbe arrivare dal web. Il Dipartimento Nefro-Urologico degli Ospedali Riuniti di Foggia ha brevettato un calcolatore online in grado di stabilire il rischio per un maschio adulto di sviluppare il carcinoma. Si tratta del primo strumento di questo tipo ideato in Italia che, in caso di riconoscimento ufficiale, andrebbe ad aggiungersi ad altri due calcolatori realizzati negli Stati Uniti e a Rotterdam, quest’ultimo in seguito a una collaborazione internazionale.

L’invenzione degli Ospedali Riuniti di Foggia

Descritto dalla rivista internazionale Frontiers in Oncology, il calcolatore ideato dal centro pugliese ha lo scopo di riuscire a distinguere il potenziale sviluppo del carcinoma prostatico da altre condizioni che presentano sintomi simili. Come spiega Luigi Cormio, professore associato di Urologia a Foggia, “è noto che il PSA, ovvero il marcatore del tumore, può essere aumentato non solo in caso di tumore alla prostata ma anche in caso di infiammazione della prostata o di ipertrofia prostatica benigna”. Per questo motivo, il Dipartimento Nefro-Urologico degli Ospedali Riuniti ha lavorato per mettere a punto uno strumento che “immettendo parametri clinici facilmente rilevabili durante la visita urologica consentisse di predire il rischio del paziente di avere un carcinoma della prostata”.

Come funziona il calcolatore online del tumore alla prostata

Grazie all’invenzione, sarà sufficiente digitare su qualunque motore di ricerca ‘Foggia prostate cancer risk calculator’ per accedere al portale che, introducendo alcuni parametri di calcolo, tra cui quello inedito relativo al residuo post-minzione, dirà se il rischio di sviluppare il carcinoma è nullo, basso o alto. La realizzazione del primo calcolatore online italiano per il tumore alla prostata è stata possibile dopo aver sottoposto circa 3500 pazienti a biopsia prostatica e secondo Giuseppe Carrieri, direttore del Dipartimento Nefro-Urologico, tale traguardo rappresenta il completamento di “una serie di studi condotti dal nostro gruppo di lavoro in questo campo, tutti risultati in pubblicazioni in prestigiose riviste scientifiche internazionali”. 

Leggi tutto

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *