Home>Blog>Meteo>Impressionante ondata di gelo negli USA, risvolti in Europa
Meteo Veneto

Impressionante ondata di gelo negli USA, risvolti in Europa

immagine 1 articolo 55812

Il Nord America (Canada e Stati Uniti) si sta preparando ad affrontare un’ondata di gelo che secondo gli esperti sarà la più intensa degli ultimi decenni, con record di freddo che cadranno come birilli. Ondata di gelo che potrebbe condizionare il tempo persino in Europa e fra poco capiremo perché.

Per avere un’idea dell’intensità del freddo che colpirà alcuni Stati basterebbe osservare la mappa che abbiamo allegato: sono attese temperature di -35°C a 850 hPa, ovvero a circa 1500 metri di quota. Temperature che verranno registrate, pensate un po’, a latitudini simili a quella di Roma.

Se dovessimo raffrontare i valori termici registrate nelle più intense ondate di freddo che hanno colpito l’Italia la differenza sarebbe quasi doppia. Il motivo per cui il gelo può arrivare con tale facilità e cattiveria è presto spiegato: non dovendo attraversare superfici marine l’aria gelida può arrivare a destinazione senza perdere le proprie caratteristiche, un po’ come quando in Europa si affaccia il temibile gelo siberiano.

Meteo Stati Uniti: ondata di gelo record sempre più vicina.

Ma quali saranno le implicazioni meteo climatiche nel vecchio continente? L’Agenzia meteorologica britannica, il Met-Office, evidenzia come il gelo causerà una risalita di masse d’aria calda subtropicali sull’Atlantico occidentale, con conseguente profonda ondulazione del getto polare. Tale movimento ondulatorio si tradurrà in un affondo d’aria fredda polare sull’Europa occidentale in successiva evoluzione nel cuore del Mediterraneo.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *