Home>Blog>Cronaca>Shock alla stazione Circumvesuviana, 24enne violentata in ascensore: fermati 3 uomini
Cronaca

Shock alla stazione Circumvesuviana, 24enne violentata in ascensore: fermati 3 uomini

Tre uomini sono stati arrestati nell’ambito delle indagini sulla violenza sessuale subita da una giovane 24enne nella stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. I fermati hanno un età compresa tra i 18 e i 20 anni: sottoposti a fermo di polizia per violenza sessuale di gruppo, sono stati portati in carcere.

Violenza in ascensore

la violenza ai danni della 24enne si sono consumati nel tardo pomeriggio di martedì all’interno di un ascensore che conduce ai binari della linea ferroviaria che collega il capoluogo campano a diversi comuni dell’hinterland. Le indagini, condotte dagli agenti del locale Commissariato, si sono avvalse non soltanto del racconto della vittima, ma anche delle immagini del sistema di videosorveglianza installato all’interno della stazione.

Il sindaco: “Li hanno presi”

“Li hanno presi”, scrive in un post su Facebook il sindaco di San Giorgio a Cremano che, in un messaggio precedente, aveva definito i presunti autori del gesto “vigliacchi e bestie”. “Impossibile pensare che un crimine del genere avvenga nella nostra città, ancora più impensabile che nessuno veda”, sottolinea aggiungendo: “Più notizie le avremo durante la giornata, ma è fondamentale sapere che la nostra città oggi si sveglia consapevole che i mostri esistono, ma che qui vengono immediatamente presi e buttati in cella. La nostra città, come tutte, può essere colpita da balordi che agiscono contro l’essere umano, ma si sappia che qui non ci si ferma mai finché chi delinque non viene punito”.

Circondata da tre uomini

La donna ha raccontato agli agenti che l’hanno soccorsa di essere stata circondata nell’ascensore da tre uomini che poi hanno abusato di lei. L’episodio – avvenuto nell’ora di punta – riaccende i riflettori sulla questione sicurezza a bordo di una linea tra le più affollate e problematiche della Campania, dove nel 2013 furono addirittura utilizzate per alcuni giorni scorte armate a bordo dei convogli, dove spadroneggiavano vandali e baby gang.

La denuncia

La giovane è stata notata intorno alle 18 mentre piangeva al cellulare raccontando alla madre l’accaduto. E’ stata ricoverata nell’ospedale Villa Betania, per essere visitata e medicata. E’ in stato confusionale, agli agenti ha denunciato l’accaduto ma almeno per ora non ha saputo descrivere con precisione né l’aspetto né il numero preciso dei suoi aguzzini; non è chiaro neppure se fossero persone conosciute o meno dalla vittima.
Gli agenti della polizia di Stato oltre a visionare le immagini della telecamere di sorveglianza hanno fatto dei rilievi a bordo dell’ascensore – che conduce al binario 3 della stazione di San Giorgio . ” Nessuna pietà per chi ha fatto questo”, dice Umberto De Gregorio, presidente dell’Eav, la holding regionale che gestisce la Circumvesuviana. “Il nostro personale e le nostre telecamere sono a disposizione e stanno collaborando attivamente minuto per minuto con le forze dell’ordine”.

La stazione di San Giorgio a Cremano

La stazione di San Giorgio a Cremano è già finita più volte sotto i riflettori della cronaca: appena un mese fa sono stati ripristinati i murales di Massimo Troisi e Alighiero Noschese, entrambi nati qui, vandalizzati con vernice spray nell’ottobre scorso. E nel marzo scorso a San Giorgio fu bloccata una baby gang di ben 19 ragazzi, tra i 14 e i 16 anni, che si preparava a salire su un treno armata di coltelli, mazze e tirapugni.

Episodi di teppismo e violenza

Ma è lungo l’elenco degli episodi di teppismo e violenza verificatisi lungo le linee della Circumvesuviana, che collega Napoli con alcune decine di comuni dell’hinterland. Tre anni fa un gruppo di vandali costrinse un capotreno a fermare un convoglio, per poi scendere e bersagliarlo di pietre; pochi giorni prima una passeggera era stata ferita proprio da un lancio di sassi. Il primo maggio 2013 il treno su cui viaggiava l’allora ministro per i beni culturali, Massimo Bray, diretto a Pompei, fu costretto a fermarsi per atti vandalici: episodi che si susseguirono anche nei giorni successivi, tanto da spingere l’Eav a far viaggiare sui treni, per qualche tempo, guardie giurate armate.

http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/stazione-Circumvesuviana-napoli-donna-violenza/

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *