Home>Blog>Cronaca>Catturato il sicario che ha sparato alla piccola Noemi. Fermato e portato in caserma anche il fratello
Cronaca

Catturato il sicario che ha sparato alla piccola Noemi. Fermato e portato in caserma anche il fratello

La giustizia sta facendo il suo corso. Due le persone sono state arrestate per l’agguato di venerdì scorso in piazza Nazionale a Napoli in cui è stata ferita la piccola Noemi e un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer. Insieme ad Armando Del Re, l’uomo accusato di aver sparato, è stato bloccato anche un altro uomo, il fratello, che avrebbe fatto da complice e che ora è stato portato in questo momento nella caserma dei Carabinieri ‘Pastrengo’ di Napoli. A catturarlo sono stati i Carabinieri, ma nelle ricerche e nella caccia all’uomo, coordinata dalla Procura di Napoli, sono state impegnate tutte le forze di polizia.  

Antonio Del Re, fratello di Armando Del Re l’uomo accusato di aver sparato venerdì scorso in piazza Nazionale a Napoli in cui è stata ferita la piccola Noemi

Il bollettino medico

Nelle prossime ore, è atteso il nuovo bollettino medico sulle condizioni della piccola. L’ultimo comunicato ha confermato che il polmone destro della bambina ha una buona funzionalità, mentre rimangono criticità per quello sinistro e la prognosi per i medici che la stanno curando resta riservata. La piccola «nella giornata di oggi (ieri per chi legge ndr) è stata sottoposta ad una nuova Tac polmonare con contrasto che ha evidenziato una buona funzionalità del polmone destro mentre permangono le criticità a quello sinistro».

La veglia di preghiera

La veglia di preghiera per Noemi

Ieri notte centinaia di persone hanno partecipato ad una veglia di preghiera all’esterno dell’ospedale pediatrico Santobono dove è ricoverata la bambina. L’iniziativa è stata organizzata dalle associazioni dei fedeli della Madonna dell’Arco che, oltre agli striscioni di incoraggiamento alla bambina, hanno portato gli stendardi utilizzati nelle processioni dei ‘fujenti’. Sui cancelli del nosocomio ci sono decine i messaggi, i giocattoli e i disegni; vi è anche un kimono lasciato da Marco Maddaloni, judoka di Scampia, con la scritta ‘Noemi, Napoli non è questa, ti aspettiamo a Scampia, Marco Maddaloni’.

“Secondigliano è con te”

“Noemi è anche nostra figlia. Napoli è anche questa. Secondigliano è con te. Tutti preghiamo per te”. È il nuovo striscione affisso nella notte ai cancelli dell’ospedale Santobono dove è ricoverata Noemi. Sullo striscione c’è anche una foto della piccola sorridente. Dalle ore immediatamente successive al ricovero, l’ingresso del Santobono è stato invaso da espressioni di sostegno e solidarietà. Non si arresta il flusso di cittadini che arrivano dai quartieri più diversi per lasciare il loro messaggio a Noemi e ai suoi familiari e di bambini che attaccano alle ringhiere del cancello peluche e giocattoli.

Qualche protesta

“Ditelo che a Napoli abbiamo il cuore”. Sono le parole di un uomo che, lacrime agli occhi, ha attaccato un piccolo elefantino di peluche dedicato alla piccola Noemi al cancello dell’Ospedale pediatrico Santobono. Per strada non si parla che della piccola Noemi e del dolore dei suoi genitori. Davanti ai cancelli dell’Ospedale pediatrico si formano capannelli di persone che si scambiano pensieri ed opinioni sulla tragedia che ha colpito la piccola e la sua famiglia. E proprio alla famiglia della bimba è dedicato un nuovo striscione affisso pochi minuti fa da un uomo residente al Rione Traiano, venuto qui Vomero per portare la propria solidarietà. “Noemi, dai un segno ai tuoi genitori che sei una piccola guerriera e siamo sicuri che uscirai vincitrice. Siamo con te. Rione Traiano”, è scritto sullo striscione. Tra la gente cresce anche la rabbia nei confronti delle istituzioni, ritenute in parte responsabili. “I politici si sono visti quasi tutti – afferma una donna – la passerella se la fanno, ma poi non cambia niente”.

http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/fermato-il-killer-che-ha-sparato-noemi/

Condividi su:
Fabrizio Bassanesi
Nato nel maggio 1972 (Toro ascendente Leone) rivela subito doti di ribelle "a modo suo". Diplomatosi ragioniere, intraprende subito la carriera di venditore che non ha mai lasciato. Dal 2007 si occupa di formazione ad aziende e persone.
http://amicoganoderma.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *