GIUSEPPE CONTE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

“Siccome ora ci sono soglie definite di allarme, siamo in condizione di studiare un’eventuale anticipazione delle aperture per ulteriori attività con differenziazioni geografiche”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in un’intervista al Fatto Quotidiano.
“In presenza di un protocollo di sicurezza per spazi, ambienti e attività – aggiunge – si potrà decidere di anticipare le aperture di centri estetici, parrucchieri, ma anche teatri”.
Nel decreto maggio è prevista una norma per distribuire “3 miliardi ai Comuni per sbloccare lavori di manutenzioni e opere pubbliche con procedure di gara semplificate”. “Sempre con Comuni e Province – aggiunge – stiamo lavorando a un piano straordinario per l’edilizia scolastica, approfittando delle scuole chiuse, per avere a settembre aule ristrutturate e sicure per i nostri ragazzi”. “Una misura molto importante – aggiunge – sarà quella che consentirà a tutti i cittadini, attraverso il credito di imposta, di ristrutturare gli immobili per adeguarli alla normativa antisismica e per l’efficientamento energetico, a costo zero: gratis. Il meccanismo è stato suggerito dal ministro Fraccaro e avrà forte impatto: ci aspettiamo maggiore occupazione e la decisa ripresa delle costruzioni. E senza ulteriore consumo del suolo.
(ITALPRESS).

https://www.italpress.com/conte-se-i-dati-lo-consentono-possibile-anticipare-aperture/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *