Home>Blog>Cultura>Il 5G è sicuro?
Cultura

Il 5G è sicuro?

✍?✍?Il 5G è sicuro?✍?✍? Articolo di Stefano Cargnelutti ✍?✍? Gorizia✍?✍?

Il 5G è sicuro?

Evento Grado – (Gorizia)

Venerdì 29 marzo 2019 ore 20,30

 

 

Ecco come si presentava il Palazzo Regionale dei Congressi, venerdì 29 marzo…

Palazzo dei Congressi Grado – 29 marzo 2019

 

Sala full!

…quasi 1000 i presenti, provenienti oltre che dal Friuli, anche dal triveneto raggiungendo Bolzano, Verona, Treviso, Padova , Belluno, Rovigo, Vicenza, Trento…

Una bella dimostrazione di quanto valore riesce a trasmettere il progetto culturale “per un Mondo Migliore”, promosso dall’Associazione no profit COEMM.

 

Notevole il valore apportato dai relatori

Da sinistra, Pierluigi Chiarla, Nicola Limardo, Maurizio Sarlo, Marcello Malusa

Nicola Limardo (medaglia d’oro a Ginevra per l’invenzione del nano processore SKUDO®- 31 Marzo 2017)

dopo aver chiamato alcuni volontari sul palco, con un curioso test, ha dimostrato come la presenza del 5G può interagire sul nostro organismo attraverso la Ghiandola Pineale.

Attivato in sala il G5, ha dimostrato come queste frequenze riescono ad indebolire la forza delle nostre braccia. Limardo ha consigliato di tenere il cellulare lontano dalla testa, ma anche dal cuore, stomaco e genitali.

Successivamente, ha dimostrato come ci si può scremare le frequenze del 5G attraverso i nano processori da lui stesso studiati e creati.

Simili a cerotti, una volta attaccati 2 centimetri sotto l’ombelico, la forza delle braccia dei volontari, ritornava allo stato naturale. Questi nano processori, sono utili anche per le frequenze sprigionate dalle tecnologie 4 e 3G.

Gli stessi processori, possono essere attaccati sul retro dei cellulari, oppure indossati per mezzo di un cappellino.

 

Pierluigi Chiarla invece, ha presentato il progetto Economia Consapevole dell’associazione Aquirenti (Associazione nata nel 2013). Durante il suo intervento, ha presentato un’App Aquirenti. Si installa nel cellulare, e permette di scoprire dove poter acquistare i prodotti al miglior prezzo.

Ha parlato anche della veste sociale dell’assoziazione Aquirenti, riferendo e invitando tutti a donare il sangue a nome di ACQUIRENTI; si verrà ricambiati attraverso dei punti valore che potranno essere utilizzati per la progettualità nei salotti CLEMM.

Pierluigi ha anche chiamato sul palco la signora Rosa, come testimone di un’azione di beneficenza dell’Associazione Acquirenti quando 2 anni fa è riuscita a evitargli lo sfratto, pagandole gli affitti arretrati.

 

Maurizio Sarlo, si è presentato in veste di segretario del partito PVU.

Maurizio Sarlo

Nel suo intervento ha ribadito come sia importante lavorare tutti uniti per arrivare all’obiettivo proposto dal programma per un mondo migliore. E’ importante coinvolgere sia persone fisiche che giuridiche.

Per uscire dalla crisi e poter costruire il progetto Mondo Migliore, Importantissimo sarà anche che lo Stato crei una moneta parallela come previsto dal trattato di Lisbona.

Proprio a dimostrazione di questo, da fine marzo verranno distribuiti gratuitamente 100 Token (gettoni) a testa della Criptovaluta messa a disposizione dai Partner del Progetto COEMM.

>> Il Lancio Mondiale di questa  CRIPTOVALUTA è un’azione etica che vuole regolare lo scambio di beni e servizi attraverso un moderno baratto.

>> Maurizio ha anche confermato che a seguito della distribuzione della Criptovaluta, verrà distribuito anche il Microcredito, specificando chiaramente che il Microcredito arriverà, che non dovrà essere restituito, e che una volta ricevuto potrà essere liberamente speso dove si vuole.

Ha espressamente ribadito più volte che nessuno potrà richiedere la sua restituzione, n’è obbligare a spenderli in determinati luoghi o esercizi.

 

Maurizio ha detto di essere a conoscenza del malumore che si respira in tanti salotti; ha anche detto che non sono i soli ad aver avuto malumori, …anche la sua famiglia ha avuto seri problemi, al punto tale che oggi nessuno di loro, moglie e figli compresi, può aprire un conto corrente bancario.

 

La serata è terminata con un bellissimo gioco-esamino

collegandosi ad un sito web e rispondendo attraverso il cellulare alle domande di un breve quiz, ognuno di noi ha potuto valutare il grado di conoscenza del progetto.

Personalmente sono stato molto sorpreso da questo test, che con un modo molto divertente e semplice, mi ha permesso di aumentare la mia conoscenza, dando importanza anche a singole parole come reddito, diritto.

Penso a quanta strada può fare la Scuola italiana per aiutare i nostri ragazzi a crescere con un’adeguata conoscenza.

 

Il Test è stato molto utile per poter essere in grado di informare correttamente le persone che grazie al nostro entusiasmo andremo a coinvolgere per continuare il nostro cammino verso “un Mondo Migliore”.

 

 

Autore dell’articolo: Stefano Cargnelutti

Progetto La Buona Comunicazione

 

 

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Sito: www.coemm.org
Facebook: facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/
Yuotube: youtube.com/channel/UCPeEGg5tKdoyOPK–mGE5Yg

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *