Home>Blog>Sociale>Paolo Gambalonga RR CFP Dedicato Arti Visive Valle d’Aosta
Paolo Gambalonga RR CFP Dedicati Arti Visive
Sociale

Paolo Gambalonga RR CFP Dedicato Arti Visive Valle d’Aosta

Spread the love

Intervista a Paolo Gambalonga Responsabile Regionale CFP Dedicato Arti Visive della Valle d’Aosta

Buongiorno Paolo, vuoi parlarci un po’ di Te?

Mi chiamo Paolo Gambalonga sono Responsabile Regionale CFP Dedicato Arti Visive della Valle d’Aosta. Sono stato artigiano, commerciante e al momento sono pensionato. In questa mia ultima veste ho potuto dedicare gran parte del mio tempo alla mia passione che coltivo da molti anni, circa venti, ed è la pittura. La mia tecnica è l’olio, uso svariati supporti per i miei dipinti che vanno dalla tela di lino alla tavola, e ultimamente il velluto. Questa tecnica molto particolare, del dipinto a olio su velluto, mi è stata insegnata da una pittrice iscritta come lo sono io all’ Associazione Artisti Valdostani, quindi non ho inventato nulla, ho solo appreso la tecnica e come vedo dagli apprezzamenti delle persone, anche abbastanza bene. 

Paolo Gambalonga: Natività

Il Progetto COEMM l‘ ho conosciuto circa due anni or sono e dopo alcuni mesi passati a studiarlo e a capirlo come PO partecipando ai salotti mensili, sono diventato all’inizio del 2018 CC del CLEMM dove ero iscritto, perché a causa di un capitano assente e irresponsabile il salotto era quasi scomparso. Mi sono tirato su le maniche ho contattato un po’ di amici pittori e da due che eravamo rimasti, in breve tempo siamo arrivati ad essere un salotto completo. Nel CLEMM siamo sette pittori e allora il passo per diventare un CFP Dedicato Arti Visive è stato quasi naturale.

Di cosa si occupa il comparto CFP Dedicato Arti Visive?CFP Dedicato Arti Visive

Il mio comparto si occupa di arti visive, quindi di tutto quello che ne deriva, disegno, pittura, in tutte le sue tecniche, scultura, fotografia ecc. Penso che l’arte in tutte le sue forme sia stata in tutti i momenti storici un legante tra i popoli, l‘arte non ha mai portato guerre, ha sempre portato bellezza e conoscenza. In questo mondo, che potrebbe anche essere un bel posto in cui viverci, se solo gli uomini fossero più saggi e meno ciechi. Ecco, l’arte ci aiuta a vedere e a guardarci intorno, a guardare ciò che ci circonda, a guardare il mondo in un altro modo, in un mondo dove c’è da scoprire sempre cose nuove, niente è mai un già visto, c’è sempre qualcosa di nuovo da osservare e se questo non fosse sufficiente, si possono anche usare i sogni e la fantasia.

Perché hai deciso di formare il CFP Dedicato Arti Visive in Valle d’Aosta?

Tutto quanto ci aiuta a pensare e a sperare che un mondo migliore sia possibile, un mondo migliore grazie anche al contributo dell’ arte e della sua conoscenza. La nostra è una piccola regione e per alcuni versi un po’ isolata dal resto dell’Italia, sembra impossibile al giorno d’ oggi, anche se Torino è da noi distante solo un’ora e mezza d’auto, ma a noi sembra che sia in un altro pianeta. Li c’è tutto, a noi manca quasi tutto, quindi provvedere in qualche modo a far si che si riesca ad ovviare a questa lacuna. Mi piacerebbe riuscire a sensibilizzare i nostri governanti verso questo settore e di trovare il modo di promuovere e organizzare mostre con artisti importanti, eventi che nella nostra città arrivano con il contagocce già da diversi anni, riuscire a diffondere la conoscenza e la visibilità verso le arti visive, in modo che non sia sempre (senza togliere il merito a nessuno) il solito e tanto osannato, artigianato tipico locale.

Quali cose vorresti cambiare a livello regionale?

Riuscire a far riaprire sale espositive chiuse da anni solo perché mancano denari per gestirli e poi veniamo a conoscenza, è notizia di questi giorni, che non vengono spesi milioni di euro come fondi europei, solo perché non ci sono progetti, quindi rimandati indietro. Ecco, il recupero di queste sale sarebbe una bella proposta da portare avanti e che potrebbe essere inserita nel nostro Progetto di Mondo Migliore. L’attenzione e la promozione di bravi artisti locali dovrebbe essere anche questo un nostro obiettivo e che si collega con quello precedente, dare possibilità ai nostri artisti, di esporre in spazi adeguati senza dover attendere tempi biblici o inopportune e poco etiche raccomandazioni. Ci sarebbe anche bisogno di insegnanti d’arte e anche un luogo dove poter insegnare. Ma per questo siamo già a buon punto. C’è in programma un progetto che è quello di acquisire una già esistente scuola d’ arte e da noi essere utilizzata ad organizzare corsi gratuiti per tutte le età, dando così la possibilità a chiunque di partecipare, aiutando in questo modo anche a diffondere con il buon esempio il nostro Progetto di Mondo Migliore. Bene, di idee ce ne sono tante, dobbiamo solo tirarci su le maniche ed iniziare a fare.

Che tipo di persone cerchi e speri di trovare per rinforzare il comparto CFP Arti Visive in Valle d’Aosta?

Le persone che cerco per portare avanti il nostro progetto sono gli artisti di tutte le arti visive, pittori, scultori, fotografi, maestri e insegnanti d’arte,ecc. Sarebbe bello poter avere la collaborazione di professionisti e anche di bravi dilettanti, ma a tutti chiederei una cosa, chiederei che abbiano voglia di dedicare un po’ del loro tempo a fare cose, presentare dei progetti e lavorare per portarli a termine positivamente. Ci sarebbe anche bisogno di persone che abbiano le capacità di interloquire con le autorità del comune o della regione, e poi, un’ occasione molto importante è il contatto con la politica, se si vuole che i nostri progetti vadano a buon fine.

Buon Mondo Migliore a tutti!
Paolo Gambalonga

Grazie Paolo, l’arte è bellezza che tocca l’anima. In un Mondo Migliore è essenziale circondarsi di bello che ci rende senz’altro migliori. Mi auguro che gli artisti della Valle d’Aosta colgano il tuo invito e realizzino insieme a Te il nostro domani, in cui le arti visive contribuiranno sempre di più alla gioia e ricchezza interiore di tutti.

Per sfogliare tra i miei articoli clicca sulla foto:

Il blog di EditLa buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Info: https://www.coemm.org/
https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Edit Molnar
Benvenuti sul Blog il cui filo conduttore e titolo potrebbe essere questo: “M-EDIT-iamo in una NUOVA ERA”. Sono Edit, mi sento attratta dalle cose INNOVATIVE e positivamente moderne che facilitano la vita di tutti, e sono fonte di felicità, benessere fisico e psichico. Come appassionata dei temi del benessere mi piacerebbe parlarvi della grande quantità di piante, frutta e verdura e in che modo fanno bene al nostro organismo. Potrei trovarmi facilmente a parlarvi di personaggi poco conosciuti che però propongono idee geniali, realtà innovative per un Mondo Migliore. Mi piace pensare che saremo sempre più curiosi, e man mano potremo uscire dalla cattiva abitudine dell’ignoranza, nel senso di non continuare ad ignorare le cose intelligenti solo perché non sono ancora accettate dalla massa. Essendo un’INSEGNANTE di mestiere, sicuramente non potrò trattenermi di proporre cose che a mio parere possano lasciarci qualche insegnamento e arricchire la nostra esistenza, ad esempio film, libri, articoli ecc. Spero che vi piaccia la mia PALETTA delle INNOVAZIONI ed ognuno di voi possa trovare interessante dialogare e commentare gli argomenti proposti. M-Edit-iamo in una Nuova Era!

4 thoughts on “Paolo Gambalonga RR CFP Dedicato Arti Visive Valle d’Aosta

    1. Grazie Monica, anche in nome di Paolo! 🙂 Penso, credo e spero che ognuno di noi partecipi in questo progetto attivamente e con passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *