Home>Blog>Revival>Maurizio Sarlo e Coemm visti in un altro modo
COEMM e Maurizio Sarlo visti in un altro modo
Revival Sociale

Maurizio Sarlo e Coemm visti in un altro modo

Spread the love

Maurizio Sarlo è colui che grazie al suo cuore compassionevole e la sua tenacia è riuscito a vedere e riconoscere i problemi del sistema in cui viviamo. Lui, a differenza di altri ha avuto la voglia, il coraggio e l’umiltà di decidere di dire a tutti, che dal punto di vista dell’etica e l’altruismo quel che succede in questo mondo va proprio cambiato. Insieme al COEMM ci hanno regalato un Progetto culturale, sociale e finanziario, attraverso il quale questa trasformazione radicale può essere eseguita senza scontri, nel massimo rispetto per tutti e per le leggi attuali. Ma come fa Maurizio Sarlo a riuscirci?

Relazione tra emozioni e soluzioni dei problemi

Viviamo la nostra vita ognuno immerso nella propria realtà, con i problemi e le gioie del momento. Riusciamo a trovare sempre le soluzioni ai nostri problemi? Quando siamo addolorati per un problema nostro o di un nostro caro, siamo coinvolti totalmente. Il cervello a causa delle forti emozioni non riesce a focalizzarsi alla ricerca delle risoluzioni, e questi spesso ci sembrano insormontabili.

Quando invece il problema che si presenta è di qualcun altro, anche solo un po’ più lontano dalla nostra sfera emotiva, le emozioni non ci costringono a sentire il dolore vivo dell’altra persona. Di conseguenza riusciamo a tenerci più calmi. Questa calma ci permette di esaminare la situazione da molti punti di vista. Con la mente più distante, ma non per questo meno attiva, anzi, molto più capace, riusciamo trovare le piccole e grandi soluzioni.

Bisogna quindi cercare di mantenere la calma. Lasciare che le emozioni forti si plachino e lascino lo spazio alla collaborazione del cuore e della ragione. Essere consapevoli ci eleva regalandoci un pezzettino di saggezza. Come avviene lo stesso processo a scale maggiori, ad esempio nella società?

Il labirinto della vita

Labirinto

Immaginiamo che tutti noi viviamo in un sistema gigantesco, immenso di labirinti. Attraverso le esperienze durante la vita ognuno di noi impara alcuni “passaggi” di esso. Troviamo tutti alcuni punti di riferimento indispensabili, ma non sufficienti per una vita libera, serena e felice.

Immaginiamo che una parte del labirinto arriva fino in cima ad una montagna. Chi è ai piedi della montagna, sa dell’esistenza della stessa. Gli altri abitanti invece, che non riescono a guardare fuori dai cunicoli, non lo possono sapere. Man mano che saliamo, le persone vedono, quindi sanno e capiscono di più del loro ambiente. Sono maggiormente consapevoli della loro situazione e possibilità, perché conoscono di più il sistema del labirinto. E dato dell’altezza, hanno modo di osservare ed imparare, riescono a vederne molte più cose di coloro che vivono sotto e distanti.

Per osservare la vita della maggior parte delle persone e poter vedere i problemi che sorgono, bisogna salire più in alto possibile sulla montagna. Strada non facile da trovare in un gigantesco labirinto. Ma per chi riesce, significa essere sì, più distanti dai problemi del sistema. Significa anche, riuscire a vedere tutto. Avere una visuale molto più ampia, poter scoprire le cose che non funzionano e se si vuole, trovare le soluzioni per tutto.

Dall’alto della montagna

Maurizio Sarlo è uno di coloro che con l’aiuto di alcuni singoli e grazie al suo cuore compassionevole è riuscito a salire in alto e a vedere e riconoscere i problemi del sistema. Lui, a differenza di altri ha avuto la voglia, il coraggio e l’umiltà di decidere di dire a tutti, che dall’alto si vede ogni cosa, anche i problemi! Maurizio Sarlo si è dedicato a dimostrare, raccontare e insegnare a noialtri che abitiamo lontano dalla montagna, che la montagna esiste e che da lì lui il sistema di labirinto lo vede nel suo insieme! Ci ha detto anche che ha esaminato, calcolato tutto quel che non va ed è arrivato alla conclusione che la soluzione esiste per tutti! Coemm è lui, insieme ad alcuni istruiti per primi.

Sciogliere i moltissimi nodi, problemi di ogni tipo all’interno del sistema richiede un certo ordine, molta collaborazione e tantissima pazienza sia da parte di Maurizio stesso che dalla nostra che ci abitiamo. Perché nella parte alta della montagna ci sono anche altri che non hanno avuto il buon cuore di Maurizio Sarlo e non solo non desiderano aiutarci ma fanno di tutto per ostacolare la riuscita della sua missione.

Noialtri

Nessuno di noi può vedere quel che lui può osservare, ma dato che ci ha teso la mano e ci sta istruendo come agire, possiamo accettare e ringraziare l’aiuto collaborando con lui e tra di noi con tutta l’anima, per appartenere quanto prima al gruppo dei salvatori degli altri. Oppure, chi invece si sente troppo lontano come per essere aiutato, può scegliere di non sforzarsi per la sua salvezza, ma sarebbe un gesto nobile non ostacolare chi invece si sta impegnando.

I nodi man mano vengono sciolti, i problemi gradualmente risolti, le vie saranno liberate, ricostruite. Così chi all’inizio non ha avuto la forza di impegnarsi, col tempo potrà ritrovare sufficiente energia per definire l’ordine nel sistema. Tutto è solo questione di tempo e di buona volontà. Una cosa deve essere chiara, le decisioni non le possono prendere coloro che vedono solo parte del labirinto. Bisogna lasciarle prendere a chi vede il sistema nella sua completezza! Noi dobbiamo essere consapevoli di questo fatto e dobbiamo aiutarLo nel limite del possibile.

Per sfogliare tra i miei articoli clicca sulla foto:

Il blog di EditLa buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Info: https://www.coemm.org/
https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Edit Molnar
Benvenuti sul Blog il cui filo conduttore e titolo potrebbe essere questo: “M-EDIT-iamo in una NUOVA ERA”. Sono Edit, mi sento attratta dalle cose INNOVATIVE e positivamente moderne che facilitano la vita di tutti, e sono fonte di felicità, benessere fisico e psichico. Come appassionata dei temi del benessere mi piacerebbe parlarvi della grande quantità di piante, frutta e verdura e in che modo fanno bene al nostro organismo. Potrei trovarmi facilmente a parlarvi di personaggi poco conosciuti che però propongono idee geniali, realtà innovative per un Mondo Migliore. Mi piace pensare che saremo sempre più curiosi, e man mano potremo uscire dalla cattiva abitudine dell’ignoranza, nel senso di non continuare ad ignorare le cose intelligenti solo perché non sono ancora accettate dalla massa. Essendo un’INSEGNANTE di mestiere, sicuramente non potrò trattenermi di proporre cose che a mio parere possano lasciarci qualche insegnamento e arricchire la nostra esistenza, ad esempio film, libri, articoli ecc. Spero che vi piaccia la mia PALETTA delle INNOVAZIONI ed ognuno di voi possa trovare interessante dialogare e commentare gli argomenti proposti. M-Edit-iamo in una Nuova Era!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *