Home>Blog>Enogastronomia>G.A.C. Il Mondo Migliore: Intervista a Mauro Carlin Coord. Reg.le Agricoltura Piemonte
G.A.C. Il Mondo Migliore
Enogastronomia Valle d’Aosta

G.A.C. Il Mondo Migliore: Intervista a Mauro Carlin Coord. Reg.le Agricoltura Piemonte

Spread the love

G.A.C. IL Mondo Migliore cos’è?

G.A.C. Il Mondo MiglioreG.A.C. Il Mondo Migliore è’ un Gruppo d’Acquisto Collettivo nato in Piemonte, che ha posto come obiettivo di offrire ai propri associati e alle loro famiglie forme di tutele degne di un Mondo Migliore. Fare gruppo aiuta a sviluppare le qualità come altruismo e solidarietà che nella rete Il Mondo Migliore fioriranno negli aspetti pratici del vivere quotidiano.

E’ un progetto a finanziamento privato con una forte connotazione sociale che consiste nell’offrire assistenza in ambito sanitario, benessere; dare sostegno al reddito. Nel prossimo futuro punterà anche a ridurre i costi dei servizi come energia e telefonia e molto altro ancora. Il tutto grazie alla sua competitività data dai sempre maggiori numeri degli associati.

Alimentarsi in modo sano

G.A.C. cesto

in questa nuova era molto tecnologica in cui viviamo, non è cosa semplice e per niente scontata. Il bisogno dell’essere umano di vivere più sano richiede una rivalutazione di tutto ciò che riguarda l’ambiente e l’agricoltura. Le eccellenze italiane esistono dappertutto, sta a noi valorizzarle. Uno stile di vita sempre più consapevole ci fa riscoprire certi valori antichi, ci avvicina ai piccoli produttori locali che garantiscono i prodotti sani della Terra. Ne ho parlato con:

Mauro Carlin Agrotecnico e CC. Coord. Reg.le Agricoltura Piemonte:

Mauro Carlin– Buongiorno Mauro, una delle attività di cui attualmente Ti occupi è il Gruppo d’Acquisto Collettivo (G.A.C.) Il Mondo Migliore. Da dove parte la tua passione per l’agricoltura?

– La mia passione per l’agricoltura risale alla mia gioventù in Valle d’Aosta, in particolare nei meleti di Aymavilles dove ho fatto le mie prime esperienze, poi all’Assessorato all’agricoltura dove mi occupavo di assistenza tecnica presso gli agricoltori della media Valle. Ben presto mi resi conto che l’agricoltura doveva essere affrontata in maniera più ampia e completa ed è così che negli anni ’80 ho seguito delle formazioni all’estero, prima in Francia e poi in Germania, sull’agricoltura biodinamica. In seguito sono diventato un tecnico agrario consulente nella realizzazione di progetti di filiera in agricoltura biodinamica.

– Come sei venuto a conoscenza del Progetto COEMM?

– All’inizio è stato un semplice contatto con Augusto Pellegrino, ero iscritto ad un CLEMM di Aosta ma viaggiavo troppo spesso in Africa per seguire alcuni progetti agricoli in Burkina Faso e Benin. Poi mi sono trasferito in una azienda agricola biodinamica in Val di Susa ed è allora che è nata l’idea di occuparmi del CLEMM di coordinamento in Agricoltura del Piemonte.

– L’agricoltura tra la Valle d’Aosta e Piemonte, cultura e cibo, economia e qualità della vita. Quali sono i tuoi punti di vista e principi fondamentali al riguardo?

– L’agricoltura deve ritornare nelle mani dei produttori. Ora è in balìa del mercato internazionale e delle multinazionali dell’agroindustria.
Un’agricoltura sana non deve essere eccessivamente specializzata. Ogni azienda agricola deve tendere a essere il più possibile autosufficiente, senza dover comprare troppi mezzi tecnici dall’esterno. L’azienda potrà così mantenere più facilmente la propria fertilità nel tempo. Questo è il principio cardine del modello dell’agricoltura biodinamica dimostrato in tanti esempi d’eccellenza in quasi 100 anni d’esperienza.

– Da dove viene l’idea di un gruppo d’acquisto collettivo ed esso come si inserisce nella tua visione sul Mondo Migliore?

– È nato tutto da una riflessione fatta in comune nel nostro CLEMM. Oltre ai corsi di agricoltura biologica che proponiamo abbiamo deciso di fare qualcosa di concreto per dare una possibilità in più agli Agricoltori di far conoscere i loro prodotti e ai consumatori dare prodotti di alta qualità ad un prezzo accessibile evitando tutti i passaggi intermedi del commercio agroalimentare. La collaborazione tra cittadini e mondo rurale sarà in futuro uno scambio non solo economico ma anche culturale, ci sarà da imparare da entrambe le parti.

– Quali sono i passi successivi per sviluppare appieno questa rete d’acquisto?

– Intendiamo estenderci a tutte le provincie piemontesi cercando agricoltori che si prendano in carico la distribuzione e il trasporto. Abbiamo già contatto anche con alcune regioni vicine che vogliono applicare il nostro modello d’acquisto on-line riservato a prezzi di favore ai nostri soci.

– Grazie Mauro per le splendide notizie e buona continuazione! Il G.A.C. Il Mondo Migliore patrocinato dal COEMM realizzerà ancora molti servizi vantaggiosi ai consumatori attenti e produttori sia di prodotti che servizi, con lo scopo preciso di migliorare la qualità della vita dei suoi associati.

Una delle regioni che ha deciso di contribuire allo sviluppo locale del G.A.C. Il Mondo Migliore è la Valle d’Aosta.

Per vedere il video in cui Mauro Carlin ci parla in particolare del settore agricoltura del G.A.C. Il Mondo Migliore patrocinato dal COEMM…clicca sull’immagine:

GAC con Mauro Carlin

Per leggere i miei articoli clicca:

Edit, Blogger Chatillon

 

Edit Molnar
Benvenuti sul Blog il cui filo conduttore e titolo potrebbe essere questo: “M-EDIT-iamo in una NUOVA ERA”. Sono Edit, mi sento attratta dalle cose INNOVATIVE e positivamente moderne che facilitano la vita di tutti, e sono fonte di felicità, benessere fisico e psichico. Come appassionata dei temi del benessere mi piacerebbe parlarvi della grande quantità di piante, frutta e verdura e in che modo fanno bene al nostro organismo. Potrei trovarmi facilmente a parlarvi di personaggi poco conosciuti che però propongono idee geniali, realtà innovative per un Mondo Migliore. Mi piace pensare che saremo sempre più curiosi, e man mano potremo uscire dalla cattiva abitudine dell’ignoranza, nel senso di non continuare ad ignorare le cose intelligenti solo perché non sono ancora accettate dalla massa. Essendo un’INSEGNANTE di mestiere, sicuramente non potrò trattenermi di proporre cose che a mio parere possano lasciarci qualche insegnamento e arricchire la nostra esistenza, ad esempio film, libri, articoli ecc. Spero che vi piaccia la mia PALETTA delle INNOVAZIONI ed ognuno di voi possa trovare interessante dialogare e commentare gli argomenti proposti. M-Edit-iamo in una Nuova Era!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *