Le aziende italiane che sostengono l’economia reale del paese, sono quelle micro, piccole e medie. A sottolinearlo è Maurizio Sarlo, Fondatore del Progetto COEMM. Il Mondo Migliore si realizza proprio facendo rifiorire queste aziende, portatrici dell’eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo!

Come è possibile salvare ed aiutare le aziende italiane?

Il Progetto COEMM di Maurizio Sarlo, oltre a raggruppare centinaia di progetti innovativi è anche il contenitore di nuove idee ben studiate, elaborate, organizzate, concrete e realizzabili. Basta pensare alla visione dell’economia presentata da Nino Galloni. Il famoso Quid, ovvero i 1500 euro sono ormai in fase di erogazione. Essi permetteranno agli iscritti di riavere la propria dignità, che l’attuale sistema nega ai più deboli. Ricordiamocelo bene, il Quid sarà nelle tasche di 1 milione di famiglie italiane! Questo Quid, con la forza di un’onda d’urto farà ripartire l’economia italiana. Quello degli italiani, sarà finalmente un popolo sovrano, una forza d’acquisto potente che detterà le nuove regole del mercato. I prodotti e servizi di conseguenza saranno sempre migliori di qualità. Questo è l’unico modo per salvaguardare sia la nostra salute che quella del nostro pianeta Terra.

„C’è un’Italia che si arrende:

Aziende che chiudono

20mila negozi hanno abbassato la saracinesca (per sempre)“ S’intitola così uno dei molti articoli che informa i lettori. La realtà di oggi è drammatica. La maggior parte di noi, pur dispiaciuta ma sorvola queste notizie. Come se avessimo già l’antidoto per non ribellarci contro la realtà. La resistenza alla consuetudine iniettata in noi, infatti fa il suo effetto, e il pensiero quasi consolatorio di una crisi inevitabile e interminabile che ci sgorga addosso dai mass media, fa in modo che la nostra coscienza sia quasi cieca e sorda ormai. Anche i dati Istat confermano la chiusura di sempre più esercizi, più di 20 mila solo nell’anno 2018. Maurizio Sarlo e il Progetto COEMM hanno l’alternativa! E ora di prenderla in considerazione.

ItaliaSeiTop

Made in Italy

E’ la piattaforma dove le micro, piccole e medie aziende italiane possono iscriversi per offrire i propri servizi e prodotti. E noi, 1 milione di consumatori etici, e relative famiglie, nuovo potere d’acquisto, faremo i nostri acquisti presso queste aziende italiane. Tutto questo permetterà ad esse di non abbassare le saracinesche contro volontà, anzi, di crescere e rinforzarsi a favore di tutta la società. Cogliete l’opportunità! L’iscrizione è gratuita!

Maurizio Sarlo con i suoi collaboratori ha messo insieme un progetto enorme, sociale, culturale ed economico, chiamato Progetto COEMM. Con l’aiuto dei CLEMM distribuiti uniformemente sul tutto il territorio italiano, esso sarà quell’aiuto economico concreto, che tutte le piccole aziende italiane hanno finora aspettato dallo stato e dai governi, inutilmente. Ora, l’aiuto tanto atteso e meritato arriverà da quest’associazione no profit, per la quale il Valore Umano è prima di ogni altra cosa!

Per sfogliare tra i miei articoli clicca sulla foto:Il blog di Edit

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Info: https://www.coemm.org/

https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Edit Molnar
Benvenuti sul Blog il cui filo conduttore e titolo potrebbe essere questo: “M-EDIT-iamo in una NUOVA ERA”. Sono Edit, mi sento attratta dalle cose INNOVATIVE e positivamente moderne che facilitano la vita di tutti, e sono fonte di felicità, benessere fisico e psichico. Come appassionata dei temi del benessere mi piacerebbe parlarvi della grande quantità di piante, frutta e verdura e in che modo fanno bene al nostro organismo. Potrei trovarmi facilmente a parlarvi di personaggi poco conosciuti che però propongono idee geniali, realtà innovative per un Mondo Migliore. Mi piace pensare che saremo sempre più curiosi, e man mano potremo uscire dalla cattiva abitudine dell’ignoranza, nel senso di non continuare ad ignorare le cose intelligenti solo perché non sono ancora accettate dalla massa. Essendo un’INSEGNANTE di mestiere, sicuramente non potrò trattenermi di proporre cose che a mio parere possano lasciarci qualche insegnamento e arricchire la nostra esistenza, ad esempio film, libri, articoli ecc. Spero che vi piaccia la mia PALETTA delle INNOVAZIONI ed ognuno di voi possa trovare interessante dialogare e commentare gli argomenti proposti. M-Edit-iamo in una Nuova Era!

10 thoughts on “Aziende italiane non arrendetevi! Il Progetto COEMM di Maurizio Sarlo è per Voi!

  1. Concordo pienamente Maurizio caro, per Nostra fortuna ci sei, la mia Fiducia per Te sia di aiuto ed Energetica, in alto i Cuori e avanti tutta

  2. Se è possibile allora perché non avete ancora questo quid? Dovete ancora tanto a fare selfie e cuoricini perché i Partner della finanza internazionale vi fa il prestito ?

    1. Grazie Monica per la tua domanda. Beh, il Quid tarda perché ci sono troppe persone, istituzioni, politi che tuttora fanno molto per ostacolare la riuscita. Trattandosi di fatti, intenzioni e progetti secondo noi nobili che richiamano l’essere migliore di tutti, noi continuiamo a crederci e fare. Essere increduli e soprattutto maligni non serve a niente. Ognuno è libero di credere e fare quel che ritiene giusto per se. Chi non ci crede e non vuole fare nulla a favore, potrebbe e dovrebbe girarsi e vivere la sua di vita invece di specare tempo per una cosa che non gli interessa. Buona giornata!

    1. Buongiorno Filippo! Grazie per il tuo commento! Aiutiamo Sarlo a realizzare il suo sogno che è a beneficio di tutti! Il Progetto è una raccolta di ottime idee, vanno realizzate tutte.

  3. Edit Molnar:
    Plauso alla risposta, non tanto come battuta ma ponderata, elegante, chiara e schietta esortazione al rispetto reciproco… …
    Chi non ci crede, abbia almeno la coerenza di non ostacolare chi ce la sta facendo! Grazie Signora delle Tue perle ! BUON MONDO MIGLIORE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *