Nazionale

LAGO D’ISEO, MUOIONO ANNEGATI DUE FRATELLI

Sono morti i due fratelli di 16 e 17 anni di origini pachistane che ieri erano stati soccorsi a Tavernola, in provincia di Bergamo, mentre rischiavano di annegare nel lago d'Iseo. I due si erano tuffati ed erano finiti sott'acqua. Allertati i soccorsi, sono stati trasportati in ospedale dove però sono deceduti nella notte. Un terzo fratello, che ha provato a salvarli, è stato portato a riva da un bagnante.
Nazionale

OPEN ARMS, PROCURA INDAGA PER SEQUESTRO DI PERSONA

Un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona è stato aperto dalla Procura di Agrigento in merito alla vicenda della Open Arms, dopo gli esposti presentati da parte dei legali della Ong e dei Giuristi democratici.L'imbarcazione è da 15 giorni ferma in mare, al largo di Lampedusa, con 134 migranti a bordo, in attesa di un porto sicuro dove fare sbarcare i naufraghi. Intanto il Viminale ha dato mandato all’Avvocatura
Nazionale

PONTE MORANDI, IL GIORNO DEL RICORDO

“Il sacrificio è l’altro lato dell’amore”. E’ questo passaggio dell'omelia dell’arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, a raccontare l’anno che è passato dal crollo del ponte Morandi avvenuto alle 11.36 del 14 agosto 2018. Accuse, indagini e scarichi di responsabilità, sono lontani dalla vita di ogni giorno di chi cerca di dare e darsi una spiegazione per quanto accaduto. Perché il sacrificio è di chi ha perso un parente, un amico
Nazionale

OPEN ARMS, IL TAR SOSPENDE IL DIVIETO D’INGRESSO

Il Tar dà ragione alla Open Arms e dispone che all'imbarcazione venga consentito l’ingresso in acque territoriali italiane per dare soccorso alle persone a bordo. Lo rende noto l'Ong. "A seguito del ricorso - si legge in una nota della Open Arms - presentato dai nostri legali presso il Tar del Lazio in data 13 agosto 2019, nel quale facevamo presente la violazione delle norme di Diritto Internazionale del mare
Nazionale

A LODI UN “6” DA RECORD, 209 MILIONI

Questa sera è stata assegnata la vincita più alta nella storia del SuperEnalotto di Sisal nonché il premio più alto al mondo, un “6” da 209 milioni di euro (per l'esattezza 209.160.441,54). La combinazione vincente è stata realizzata a Lodi presso il punto di vendita Sisal Bar Marino situato in via Cavour, 46, grazie ad una giocata di soli 2 euro. Quella di stasera, ricorda l'agenzia Agimeg, è la prima
Nazionale

NISTRI “EVITARE UN’ALTRA COLTELLATA A MARIO”

"Se è concesso a un comandante generale dei Carabiniere fare delle richieste, oggi ne avrei due: rispetto e riconoscenza. Si eviti la dodicesima coltellata al cuore d’oro di Mario. Sono legittimi i commenti, ma non oggi. Facciamo che i toni e i modi non siano la dodicesima coltellata. Mario è morto per tutti: a partire dall’equo trattamento che si deve anche a una persona che ha commesso un orrendo crimine".
Nazionale

DUE ATTENTATI INCENDIARI NEL NUORESE

Un attentato esplosivo ha danneggiato una sede del Partito Democratico a Dorgali, in provincia di Nuoro. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e sono in corso le indagini delle forze dell'ordine. Non ci sono feriti, ma l'ingresso della sede ha riportato danni ingenti. Sempre in provincia di Nuoro, a Cardedu, è stata data alle fiamme l'auto del sindaco Matteo Piras. Il primo cittadino ha anche pubblicato la foto
Nazionale

IL VICEBRIGADIERE CERCIELLO ERA DISARMATO

"Cerciello non aveva l'arma. L'aveva dimenticata. Aveva però le manette, quindi per l'arma è stata probabilmente una dimenticanza". Lo ha detto Francesco Gargaro, comandante provinciale dei Carabinieri di Roma, sulla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, nel corso di una conferenza stampa. Il procuratore capo facente funzioni di Roma, Michele Prestipino, ha precisato che "i due indiziati sono stati interrogati dai magistrati nel rispetto della legge" "In una fase iniziale delle indagini, il
Nazionale

‘NDRANGHETA, BLITZ CONTRO UNA COSCA DI REGGIO

E' di 17 ordinanze di custodia cautelare (12 in carcere e 5 agli arresti domiciliari) il bilancio di una operazione della polizia, denominata "Libro nero", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, che ha scardinato la potente cosca Libri di Reggio Calabria. Nei confronti degli arrestati l'accusa di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione, turbata libertà degli incanti, porto illegale in luogo pubblico
Nazionale

SETTIMO GIORNO IN MARE PER LA NAVE OPEN ARMS

Ancora senza soluzione la vicenda dei migranti a bordo della nave Open Arms, ferma nel Mediterraneo, in acque internazionali. "Settimo giorno senza un porto - scrive la Ong su Twitter -. A bordo, uomini, donne e bambini fragili, traumatizzati da violenze e abusi. E' rimasto ancora qualcuno a difendere i diritti e la vita? Serve subito un porto sicuro". La posizione del governo italiano non cambia, anche a fronte del