Home>Blog>Politica>Clemm: “La colpa è delle leggi… che non vengono rispettate”
Politica Veneto

Clemm: “La colpa è delle leggi… che non vengono rispettate”

“La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)

Info:

www.coemm.org https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Sono momenti molto caldi questi quando si parla di emigrazione. Ci si trova spesso a fare duelli, a chi urla più forte, ci si trova a dire cose veramente molto cattive.

Non riusciamo mai ad andare oltre quel piccolo naso che ci ritroviamo difronte.

Proviamo a riavvolgere il nastro ed analizzare le cose…

Chi dovrebbe controllare gli sbarchi? A questa domanda siamo sempre alle solite: ovvio chi ci governa forse ci guadagna, forse ha l’obiettivo di annientarci… forse vuole una guerra tra poveri…. mah!

Chi dovrebbe far rispettare le leggi? Anche questa risposta è molto facile.

Siamo sempre alle solita risposta chi ci governa non vuole il nostro bene ma vuole il suo bene e delle sue sudice tasche.

Chiunque violenta una donna… oggi viene giustificato da chi ci governa, dicendo che non conosce le nostre regole o leggi. Resta il fatto che hai fatto comunque una cosa sbagliata e quindi dovrebbe essere punito. Sono certa che ci sarebbero meno stupri.

Chiunque può rubare… l’importante che venga punito a dovere ma se ruba in una casa spesso prende ragione perché il padrone della casa non può difendere la sua proprietà.

Chiunque può uccidere… e fare stragi l’importante che venga punito.          Viene punito?

Chi viene in Italia deve conoscere le regola che abbiamo e deve rispettarle, non deve essere giustificato (come oggi succede).

Chiunque vada in terra straniera rispetta le regole di quel posto. Questo deve accadere anche qui.

Se poi parliamo di povertà… Diventa un peso per molti, non è facile digerire il fatto che uno straniero viene aiutato e noi che siamo da sempre in questa nazione non siamo considerati. Ma non hanno colpa gli stranieri ma come sempre la colpa è di chi fa le leggi.

Di chi guida questa Italia ormai stanca di essere calpestata derisa e violentata.

“Quando punti il dito pensaci… non sempre punisci la persona giusta!

Cristina Berti”

 

Condividi su: