Home>Blog>Cronaca>Gli Invisibili: “Arezzo nel silenzio una donna muore di freddo”
Cronaca

Gli Invisibili: “Arezzo nel silenzio una donna muore di freddo”

Un ennesima vittima del sistema dimenticata nel silenzio.

Non ha più potuto fare il suo dovere di cittadino italiano.

Ha perso lavoro, casa, viveva in macchina, chiedeva l’elemosina forse per un panino o una tazza di caffè caldo.

per leggere l’articolo originale clicca Qui
Se ci fosse stato sconcerto forse sarebbe stata aiutata invece di lasciarla morire al freddo in macchina…

Chissà in quanti l’hanno vista chiedere l’elemosina chissà in quanti hanno fatto finta di nulla forse giudicandola. In realtà era una di noi una di quegli italiani che ha perso i diritti ma che doveva comunque fare il suo dovere.

Non poteva più farlo  e nel silenzio è diventata un invisibile morendo dal freddo nella sua macchina che era diventata la sua casa.

Siamo in una società dove l’essere umano  è diventato merce da spremere.

Bisogna imparare ad alzare gli occhi e guardare le cose usando la testa dobbiamo iniziare a disintossicarci da questo modo di pensare bisogna rendersi conto che ci vogliono schiavi e stupidi per manipolarci.

Abbiamo tutto ciò che ci occorre per lottare e vincere contro il sistema attuale.

La testa e il cuore due funzioni che loro usano e ci fanno usare in un modo sbagliato. Ci hanno insegnato a pensare con l’IO invece di  usare il Noi che porta unione quindi forza. Ci hanno messo difronte a finte realtà studiando la nostra mente oggi invasa da paura e rabbia.

Quella donna oggi poteva essere ancora viva se avesse trovato unione. Chi diventa povero o è povero da sempre non è meno di chi possiede un panino, un piatto di pasta, una casa ma se ci pensate bene è una persona che può fare squadra formando con altri poveri e ricchi una squadra invincibile.

Tutti si spaventano quando sentono parlare di COEMM & CLEMM

“A si quelli sono invasati,… a si quelli sono ladri,… a si quelli sono sempre su striscia la notizia.

Quelli si sono uniti facendo squadra e la squadra è grande e lo diventerà sempre di più, non salverà tutti ma qualcuno che vuole essere salvato si.

Ricordati sempre oggi IO sono povero domani quando io non esisto più lo sarai tu… perchè? Semplice il vortice dove sei dentro vuole renderti suo schiavo e ti userà fino all’estremo.

Cristina Berti

Per leggere gli articoli clicca Qui

“La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore
Info:
www.coemm.org
https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/
Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *