Home>Blog>Animali>Clemm: Amico di A.S.C.A (Associazione Sollievo e conforto Animali)
Animali Veneto

Clemm: Amico di A.S.C.A (Associazione Sollievo e conforto Animali)

I clemm (circolo, locale etico mondo migliore) nascono grazie ad un progetto creato da Maurizio Sarlo, di nome COEMM (comitato organizzativo etico mondo migliore).

Lendinara:

I clemm cosa stanno facendo in questa  provincia chiamata Rovigo? Diciamo che stanno facendo veramente la differenza, dimostrando con i fatti  che ogni esser vivente deve essere degno di essere rispettato. Sembra quasi una registrazione quando noi dei clemm parliamo bene del progetto… che molti ci deridono… ma non è così abbiamo creato una grande catena solidale dove abbiamo trovato la forza di superare anche difficoltà come la disoccupazione, la povertà, la disuguaglianza… non abbiamo trovato un lavoro, non siamo diventati ricchi.

Ma abbiamo creato:

Progetto Famiglia Amica: prevede un contributo sotto forma di un pacco di pasta, un kg di zucchero, 1lt di latte, ecc. che vanno distribuite alle famiglie in difficoltà (solo CLEMM perché non siamo ancora strutturati per aiutare famiglie esterne). L’obiettivo è quello di mettere nelle condizioni le famiglie di avanzare qualche euro per pagarsi le bollette visto che il cibo lo forniamo noi, anziché dover decidere se con gli ultimi 100€ del mese, comprare da mangiare ai figli o pagare le bollette. Il tutto è appoggiato su un database criptato con accesso con restrizioni. Esiste un accesso libero che mostra il magazzino, quello che entra e quello che esce, cosa serve urgentemente e quanti alimenti vanno alle famiglie (ovviamente senza nome ma numerate per ovvie ragioni di privacy e dignità)

Abbiamo creato l’associazione animali ASCA (Associazione Sollievo e Conforto Animali) che si prefigge di portare un contributo (mai economico ma sotto forma di crocchette o altro) a quelle famiglie in difficoltà che si vedono costrette ad abbandonare un animale perché non riescono a mantenerlo o peggio, vederselo sottratto per maltrattamento perché denutrito (anche se spesso abbiamo notato che le persone in difficoltà piuttosto condividono il loro cibo con il proprio “amico peloso”). Immaginiamo la situazione in cui, magari, un anziano con un animale di compagnia, se lo possa vedere sottratto da qualche associazione animalista troppo zelante che, per salvare l’animale, lo toglie dall’affetto del proprietario e l’anziano, magari, rimane senza l’unica compagnia che ha. Questo non deve più succedere.

Un centro di ascolto con uno psicologo che fa parte dei clemm e che offre il suo valore gratuitamente.

Nessuno ha chiesto nulla ma senza chiedere chi poteva ha fatto… e il resto si è semplicemente unito, creando nel nostro piccolo la partenza per questo mondo migliore.

Non amo fare sviolinate ma vi assicuro che sui territori sta proprio succedendo questo… quando sentite parlar male di noi non vi chiedo di difenderci lo sappiamo fare con i fatti ma di guardare oltre quello specchio che vi viene mostrato.

Grazie a Fabrizio Bassanesi al suo impegno nella provincia e grazie ad ogni singola persona che usa il suo tempo per regalare quella differenza che fa la differenza nell’indifferenza…

 

Condividi su: