Home>Blog>Ambiente>Clemm: Si parla di marciapiedi… Castelmassa e dintorni
Ambiente Veneto

Clemm: Si parla di marciapiedi… Castelmassa e dintorni

Sto invecchiando è chissà forse è vero con l’età o si diventa più saggi o forse si ha talmente paura di diventare un peso che si iniziano a vedere le cose da tanti punti di vista.

Teatro Cotogni Castelmassa

Oggi mi trovavo a Castelmassa, e passeggiando mi sono resa conto che ci sono tante persone anziane che vivono su una sedia a rotelle. Un tempo quando ero piccola vedevi solo carrozzine e passeggini… oggi la moda è diventata la sedia a rotelle… o semplicemente l’età avanza i giovani diminuisco e gli anziani aumentano. Il paese non è una metropoli o una città ma un paese che da sempre sottolineato la sua nobiltà… criticabile o no rimane un paese che continua ad avere un panificio buono, macelleria, fruttivendolo, banca ecc…

Ma a una grande mancanza e questo un pochino mi dispiace i marciapiedi.

I marciapiedi per chi vive su una sedia a rotelle, rappresentano un salto nel vuoto che potrebbe portare chi è seduto su quel quattro ruote farci un incidente. Voi direte ma sono bassi, si vero ma per una persona che vive su una sedia a rotella diventa un grosso ostacolo. Se poi vogliamo diventare bacchettoni abbiamo pure una struttura di rilievo RSA proprio in questo paese, come tale si dovrebbe avere un pensiero in più per queste chi possiede una disabilità.

Ma resta il fatto che io mi esprimo per un paese  dove sono nata ma non siamo soli in questa  meravigliosa Italia che non  pensa a queste persone in difficoltà. Spesso vengono usati i posteggi per i disabili da tutti. In pratica siamo nel 2018 e chi ha una difficoltà fisica rimane limitato, e questo per un solo e semplice motivo con le solite risposte… Non ci sono soldi per risolvere questi problemi… e come sempre il cittadino la sua voce che potrebbe fare qualcosa pensa a se stesso … senza pensare che domani lui potrebbe avere e vivere la stessa difficoltà…

Forse iniziare a vedere le cose con Altruismo, Etica, Riservatezza, e con una Buona Comunicazione… qualcosa si potrebbe risolvere… Il progetto COEMM tanto deriso ma imitato (in malo modo)… guarda il prossimo e non solo se stesso… Mi auguro che chi si trova tra le mani la possibilità di risolvere queste cose possa pensare che un domani lui potrebbe vivere la stessa difficoltà e che quindi faccia qualcosa.

Cristina Berti

 

Condividi su:

One thought on “Clemm: Si parla di marciapiedi… Castelmassa e dintorni

Comments are closed.