Home>Blog>Economia>Jiffy è la nuova tecnologia per inviare e ricevere denaro dallo smartphone
Economia

Jiffy è la nuova tecnologia per inviare e ricevere denaro dallo smartphone

di Monica Brunettini

I titolari di una carta Bancomat, dal 1° gennaio 2019, potranno effettuare acquisti online, utilizzando semplicemente il numero di telefono come codice per confermare la propria identità. Un’operazione resa possibile dalla tecnologia Jiffy, già utilizzata da oltre 5 milioni di clienti in Italia, secondo le stime riportate dall’amministratore delegato di Bancomat Alessandro Zollo. A partire dall’inizio del prossimo anno, dunque, gli acquisti sul web potrebbero aumentare in maniera considerevole, visto che fino a oggi chi disponeva di una Bancomat era costretto a effettuare – quanto disponibile nelle modalità di pagamento – un bonifico bancario.

Ecco come funziona Jiffy

 

Costi gratuiti sotto i 15 euro

acquisti online
Il futuro degli acquisti sarà davvero Jiffy?

L’altra grande novità per tutti i possessori di una carta Bancomat, è che saranno azzerati i costi interbancari sostenuti a patto che il loro valore sia inferiore ai 15 euro per “rendere i pagamenti più sicuri e veloci”.

Grazie a questa innovazione si spera di incentivare il ricorso alla moneta elettronica da parte degli italiani, che ancora oggi utilizzano il contante per oltre l’80% dei pagamenti, contro una media europea inferiore al 60%. [fonte web]

Gli acquisti online in questo modo sarebbero incentivati. Quali sono i vantaggi di comprare in rete lo conosciamo tutti. Alcune tipologie di articoli si prestano maggiormente, altre sono meno adatte. Mi riferisco alle merci deperibili e al settore alimentare che si limita al “confezionato” e ci impone il prodotto conservato e imballato. Qui si potrebbe aprire la parentesi sui metodi di conservazione degli alimenti e le relative conseguenze sulla salute. Gli imballi hanno un enorme impatto sull’ambiente.

Comprare nei negozietti della propria città.
Il fascino di comprare nei negozietti della propria città, per me, resta immutato

Quanto è più bello acquistare dal proprio negozio di fiducia, che con dedizione ci consiglia cosa scegliere e perché.

Se riflettiamo un momento, abbiamo tutti un amico o un parente che ha un negozio. Consideriamo: se gli acquisti on line di tutti i tipi verranno ulteriormente utilizzati, non serviranno più i punti vendita e i negozi. Quando decideremo di fare un giro in “centro” troveremo le serrande chiuse, senza vetrine, neppure un negozio.

Questa situazione ci piace?

Per questa e altre ragioni, senza demonizzare gli acquisti online, aggiungo:

  • La sorpresa che l’oggetto acquistato non sia come pensiamo è sempre dietro l’angolo
  • Non avendo il contatto fisico con l’oggetto da comprare ci si deve fidare delle recensioni, dell’intuito, si va in negozio a vederlo (se ne esisteranno ancora) per poi comprarlo online o ci si fida della fortuna e si corre il rischio
  • Su certi acquisti gli almeno tre giorni di attesa per la consegna fanno la differenza, e quasi sempre la spedizione ha un costo
  • Qualche venditore poco serio potrebbe fare il furbo e mandare merce fallata o non corrispondente, fare il reso della merce oltre ad essere una rogna è anche una spesa.
  • Il plafond della carta di credito limita l’importo quindi alcuni prodotti non possono essere acquistati (questo non so se è proprio un male).

Un vero cambio di paradigma per ritrovare il contatto personale e l’amore per le cose genuine e vere, mi piacerebbe davvero, un mondo in cui l’offerta e l’acquisto si incontrino per il bene comune.

 

La buona comunicazione:

è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di blogger che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Info: www.coemm.org e https://www.facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Condividi su:
Monica Brunettini
Impiegata, blogger e Referente Provinciale Blogger Asti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *